• Film

Stasera in tv: “Agente 007 – Vendetta privata” su Rai 3

Rai 3 stasera propone 007 – Vendetta privata (Licence to Kill), film d’azione e spionaggio diretto nel 1989 da John Glen e interpretato da Timothy Dalton, Robert Davi, Caroline Bliss, Robert Brown, Desmond Llewelyn e David Hedison.

 

Cast e personaggi

Timothy Dalton: James Bond
Robert Davi: Franz Sanchez
Caroline Bliss: Miss Moneypenny
Robert Brown: M
Desmond Llewelyn: Q
David Hedison: Felix Leiter
Priscilla Barnes: Della Churchill
Carey Lowell: Pam Bouvier
Talisa Soto: Lupe Lamora
Anthony Zerbe: Milton Krest
Wayne Newton: Professor Joe Butcher
Anthony Starke: Truman-Lodge
Don Stroud: Colonnello Heller
Everett McGill: Ed Killifer
Benicio del Toro: Dario
Alejandro Bracho: Perez
Guy De Saint Cyr: Braun
Frank McRae: Sharkey
Pedro Armendáriz Jr.: Presidente Hector Lopez
Cary-Hiroyuki Tagawa: Kwang
Diane Hsu: Loti
Christopher Neame: Fallon
Grand L. Bush: Hawkins
Eddie Edenfield: Clive

Doppiatori italiani

Michele Gammino: James Bond
Sandro Sardone: Franz Sanchez
Emanuela Rossi: Pam Bouvier
Cristina Boraschi: Lupe Lamora
Giorgio Lopez: Milton Krest
Manlio De Angelis: Ed Killifer
Lucio Saccone: Professor Joe Butcher
Sergio Tedesco: Q
Giorgio Piazza: M
Vittorio De Angelis: Truman-Lodge
Claudio Fattoretto: Sharkey / Colonnello Heller
Silvio Anselmo: Presidente Hector Lopez
Sergio Di Stefano: Felix Leiter
Francesco Pannofino: Kwang / Clive
Massimo Giuliani: Fallon / Receptionista Hotel
Vittorio Stagni: Uomo d’affari cinese

 

La trama

James Bond è in Florida per fare da testimone di nozze al  suo vecchio amico Felix Leiter quando riceve l’incarico dalla DEA, l’agenzia governativa antidroga per cui lavora Felix, di catturare Franz Sanchez, un potente e pericoloso narcotrafficante sudamericano che si trova sul suolo americano. La missione avrà conseguenze tragiche e Bond si troverà costretto a dare le dimissioni per dare la caccia a Sanchez e vendicare un amico.

 

Curiosità

stasera-in-tv-agente-007-vendetta-privata-su-rai-3-4.jpg
  • “Vendetta privata” è il sedicesimo film della saga di James Bond e seconda e ultima volta dell’attore Timothy Dalton nei panni di 007.
  • In un’intervista durante le riprese, nel settembre del 1988, Timothy Dalton ha smentito le accuse dei media che al suo Bond non era stato permesso di avere più rapporti sessuali a causa dell’epidemia di AIDS all’epoca dilagante. Tuttavia in seguito, durante un’intervista del 2007, l’attore ha ammesso che quella presunta limitazione impostagli era in realtà vera.
  • A 21 anni, Benicio Del Toro è l’attore più giovane di sempre ad interpretare un villain in un film di James Bond.
  • Timothy Dalton si è realmente ferito ad una mano durante la scena in cui James Bond è appeso ad un gancio sopra il macinatore della cocaina. La ferita ha richiesto diversi punti.
  • Pur essendo uno dei film di Bond dal minor successo commerciale negli Stati Uniti è ritenuto dal regista John Glen il suo miglior “007”. Questa opinione è condivisa da alcuni fan e critici che lodano il realismo di 007 – Vendetta privata (1989).
  • Se questo film si fosse rivalato un successo Timothy Dalton avrebbe recitato in un terzo film di James Bond dal titolo “”Property of a Lady” che sarebbe stato ambientato in Scozia, a Tokyo e Hong Kong e avrebbe incluso nella trama la nanotecnologia.
  • Restrizioni di budget sono state imposte dai produttori che stavano ancora pagando interessi sulla spesa eccessiva di Moonraker – Operazione spazio (1979).
  • Questo è il quinto e ultimo film di Bond diretto dal regista John Glen.
  • La scena in cui James Bond si dimette dall’MI6 è stata girata nella casa di Ernest Hemingway a Key West. Ecco perché quando M (Robert Brown) informa 007 che la sua licenza di uccidere viene revocata lui risponde: “Credo che questo sia un addio alle armi”, un cenno ad uno dei romanzi più famosi di Hemingway.
  • Dopo il parziale insuccesso al botteghino di questo film trascorreranno sei anni prima di poter rivedere James Bond sul grande schermo. In questo lasso di tempo Richard Maibaum sceneggiatore di 13 film di Bond muore il 4 gennaio 1991,  battaglie legali si susseguono per i diritti sul personaggio di James Bond, il produttore Albert R. Broccoli va in pensione e la star Timothy Dalton decide di non interpretare 007 per la terza volta.
  • Mentre era sul set di Rossella (1994), Timothy Dalton ha annunciato ufficialmente le sue dimissioni dal ruolo di James Bond in data 11 aprile 1994.
  • Questo è il terzo film di James Bond ad utilizzare elementi della trama del romanzo “Live And Let Die” (1954) di Ian Fleming. Gli altri sono, ovviamente, Agente 007 – Vivi e lascia morire (1973) e anche Solo per i Tuoi Occhi ( 1981).
  • Albert R. Broccoli e sua figlia Barbara hanno organizzato un team medico per assistere la troupe che non riusciva ad adattarsi al forte inquinamento di Città del Messico .
  • Il film originariamente doveva essere ambientato in Cina, ma le difficoltà a livello di produzione diventarono insormontabili. Gli sceneggiatori Richard Maibaum e Michael G. Wilson scrissero due trattamenti incentrati sul Triangolo d’Oro della droga con l’antagonista che doveva essere un signore della guerra e della droga locale. Idee per il film includevano un inseguimento in moto sulla Grande Muraglia cinese e una sequenza di combattimento nel museo recentemente scoperto di antiche statue in terracotta a Xian. Quando il governo cinese ha imposto una serie di richieste restrittive quali il diritto di veto sulla sceneggiatura, l’idea della location è saltata. Inoltre il regista John Glen sentiva che il film L’ultimo imperatore (1987) aveva già ampiamente sfruttato l’ambientazione cinese.
  • Questo è il primo film di James Bond ad includere avvertenze sugli effetti deleteri del tabacco nei suoi titoli di coda.
  • Questo è stato l’ultimo film della serie prodotto e distribuito durante la Guerra fredda.
  • A John Rhys-Davies mentre stava girando Indiana Jones e l’ultima crociata è stato offerto un ruolo cameo come Generale Puskin, ma l’attore rifiutò.
  • Lo sceneggiatore Michael G. Wilson afferma che in realtà è Timothy Dalton quello che fugge nella scena dell’esplosione della raffineria e non una controfigura.
  • Il film in una prima fase era stato originariamente intitolato “Licence Revoked” con la realizzazione di locandine con questo titolo. Tra le ragioni del cambio di titolo c’è stata quella di evitare confusione con il romanzo di James Bond del 1981 “Licence Renewed”, scritto da John Gardner (che ha finito per scrivere un romanzo basato su “Vendetta privata”).
  • La morte di Milton Krest utilizzava una testa protesica creata dal team di John Richardson sulla base di uno stampo del volto di Anthony Zerbe. Il risultato risultò così raccapricciante che la sequenza venne accorciata e attenuata per evitare problemi di censura.
  • Wayne Newton ottenne il ruolo del Professor Joe Butcher dopo l’invio di una lettera ai produttori in cui esprimeva interesse a recitare un un cameo, perché aveva sempre voluto apparire in un film di James Bond.
  • Questo è stato l’ultimo film di Robert Brown prima della sua morte avvenuta l’11 novembre 2003 all’età di 82 anni.
  • Michael G. Wilson ha rivelato che la sceneggiatura è stata ispirata dal film La sfida del samurai (1961).
  • Lo sci nautico a piedi nudi è stato eseguto dal campione del mondo David Reinhart, con alcuni primi piani di Timothy Dalton posizionato su una speciale struttura.
  • Il film costato 32 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 156.

 

 

La colonna sonora

stasera-in-tv-agente-007-vendetta-privata-su-rai-3-6.jpg
  • Le musiche originali del film sono del veterano Michael Kamen specialista in colonne sonore “action”, sue anche le musiche di tre film della serie Die Hard (Trappola di cristallo, 58 minuti per morire, Die Hard – Duri a morire) e della quadrilogia Arma letale, Il duro del Road House, L’ultimo boy scout e Last Action Hero.
  • Questo film ha segnato il ritiro di John Barry come compositore storico della serie. Michael Kamen ha sostituito Barry quando quest’ultimo si è sottoposto ad un intervento chirurgico alla gola. All’epoca anche divergenze creative con la band degli A-Ha per il precedente film 007 – Zona Pericolo (1987) avrebbero contribuito all’abbandono di Barry.
  • La canzone de titoli di testa “Licence to Kill” è cantata da Gladys Knight, mentre la canzone che accompagna i titoli di coda “If You Asked Me To” è cantata da Patti LaBelle. Il brano di LaBelle divenne un successo inaspettato e la canzone fruì successivamente di una cover interpretata da Céline Dion.
  • Ad Eric Clapton e Vic Flick venne chiesto di scrivere ed eseguire la canzone dei titoli di testa insieme con il compositore Michael Kamen. A quanto pare il trio registrò una nuova versione del tema di James Bond con il riff di chitarra suonato da Flick. Purtroppo il nuovo tema musicale venne respinto dai produttori e non utilizzato.
  • Il regista John Glen ha detto di aver scelto Michael Kamen come compositore perché sentiva che era a livello musicale la cosa più vicina allo stile di John Barry.

 

stasera-in-tv-agente-007-vendetta-privata-su-rai-3-1.jpgTRACK LISTINGS

1. Licence To Kill – Gladys Knight
2. Wedding Party – Ivory
3. Dirty Love – Tim Feehan
4. Pam – Michael Kamen
5. If You Asked Me To – Patti LaBelle
6. James & Felix On Their Way To Church – Michael Kamen
7. His Funny Valentine – Michael Kamen
8. Sanchez Is In The Bahamas / Shark Fishing – Michael Kamen
9. Ninja – Michael Kamen
10. Licence Revoked (Licence To Kill / Soundtrack Version) – Michael Kamen

 

 

 

 

Clip e video

stasera-in-tv-agente-007-vendetta-privata-su-rai-3-5.jpg