Dory e Pets dominatori dell’estate Usa – ma è Bad Moms la vera sorpresa

Blockbuster deludenti e cartoon a urlo. E’ l’estate del botteghino Usa.

Dietro l’animazione niente. O quasi. Estate ‘animalesca’ quella vissuta al botteghino statunitense, con Alla Ricerca di Dory e Pets, cartoon Pixar e Universal, nettamente davanti alla ricca e agguerrita concorrenza in live-action.

483,131,077 dollari (945 in tutto il mondo) per la pellicola diretta da Andrew Stanton, con Pets a quota 360,297,775 dollari (767 worldwide). Inattesa medaglia di bronzo, viste le critiche ricevute e le relative polemiche, per Suicide Squad della Dc Comics, arrivato ai 301 milioni casalinghi e ai 680 in tutto il mondo, seguito dai 157 di Jason Bourne. Benissimo Una spia e Mezzo con Dwayne Johnson e Kevin Hart, costato 50 milioni e riuscito ad incassarne 127 solo negli Usa (214 worldwide), mentre male sono andate le Acchiappafantasmi di Paul Feig. 144 milioni di dollari di budget e ‘solo’ 126,702,895 dollari in patria per il titolo Sony, arrivato ai 224,704,874 in tutto il mondo e in perdita di circa 60 milioni. Non eclatante neanche The Legend of Tarzan, costato 180 milioni e fermatosi ai 126 milioni in America (356 worldwide), mentre bene, benissimo è andato Bad Moms, costato 20 milioni e in grado di incassare 104 milioni negli Usa (143 in tutto il mondo). Un boom in parte replicato da Io prima di te, costato 20 milioni e arrivato ai 56 nazionali (200 worldwide).

Un’estate anomala, quella appena vissuta, con blockbuster pompatissimi e costosissimi che nella maggior parte dei casi hanno deluso le attese, lasciando così ampia strada a cartoon e a titoli più economici. Chissà se Hollywood, per una volta almeno, avrà capito la lezione in vista delle estate future.