Quando i piccoli attori portano i genitori in tribunale

5 storie di piccoli star prodigio e delle loro battaglie in tribunale contro i genitori

Avete letto il post sulla storia del piccolo Jackie Coogan? Oggi torniamo sull'argomento "figli contro genitori" parlando di 5 famiglie Hollywoodiane che sono finite in tribunale.

Mimi Gibson
Mimi Gibson è stata un'attrice bambina degli anni Cinquanta. Tra il 1950 e il 1960 ha lavorato in almeno 35 film ed ha accumulato una quantità enorme di denaro. Ma quando decise di andare all'università si è accorta di non avere i soldi perché sua madre si era appropriata di tutto. Nel 1999 è apparsa in tribunale per sostenere un nuovo progetto di legge per proteggere i guadagni degli attori bambini. Ha fondato anche un'associazione senza scopo di lucro con la stessa motivazione.

Shirley Temple
Tutti conoscono Shirley Temple. La famosa bimba prodigio dai riccioli d'oro ha guadagnato una quantità enorme di denaro, arrivando a 10mila dollari alla settimana: durante l'infanzia riuscì a intascare 3 milioni di dollari. A 22 anni era in grado di andare in pensione ma si è resa conto di avere solo 44mila dollari sul conto perché i genitori avevano mal gestito il suo patrimonio.

Gary Coleman
Gary Coleman è conosciuto per il suo ruolo nella serie tv "Il mio amico Arnold". Ad un certo punto è arrivato a guadagnare 100.000 dollari ad episodio. Ma Coleman era minorenne all'epoca e il denaro è stato consegnato nelle mani dei suoi genitori che hanno sperperato milioni di dollari e l'attore fu costretto a portarli in tribunale. Coleman non ha parlato con i suoi genitori per 20 anni, prima di morire nel 2010. Non li ha inclusi nel testamento.

Macaulay Culkin
Nel 1998 Macaulay Culkin ha portato i suoi genitori in tribunale per proteggere i soldi guadagnati durante la sua carriera, iniziata col botto con "Mamma, ho perso l'aereo" nel 1990. L'importo in questione ammontava a circa 17 milioni di dollari e Culkin era preoccupato che, dato il suo status di minore, i suoi genitori sarebbero stati responsabili del denaro. Visto che papà e mamma erano divorziati, il giudice ha deciso di consegnare i soldi nelle mani del commercialista del giovane attore.

Drew Barrymore
Drew Barrymore è nata in una dinastia di attori; il padre John Barrymore era un attore come lo erano suo nonno e bisnonno. A 7 anni diventa famosa con E.T. l'extra-terrestre (1982) di Steven Spielberg. L'ambiente Hollywoodiano però non è salutare per lei. A quanto pare la piccola ha fumato la sua prima sigaretta a 9 anni, ha iniziato a bere a 11, ha fumato erba a 12, e tirato cocaina a 13. All'età di 13 anni è entrata in riabilitazione e a 14 anni ha cercato di suicidarsi. A 16 anni l'attrice ha chiesto al tribunale un "emancipation decree", una sentenza per dichiararla legalmente adulta in anticipo. Il giudice dà il via libera alla sua nuova vita e Drew si trasferisce in un appartamento di Los Angeles.

Fonte: AllDay

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail