The Great Wall: Matt Damon risponde alla polemica sul suo casting

Matt Damon risponde al suo controverso casting come protagonista del kolossal fantasy "The Great Wall".

the-great-wall-matt-damon-risponde-sul-suo-controverso-casting.jpg

 

Quando il primo trailer di The Great Wall ha fatto il suo debutto online questa estate, molti fan del genere si sono lamentati per il protagonista "non cinese" del film, innescando una recente polemica ormai nota sull'intento da parte di Hollywood di "sbiancare" cast e impedire una sacrosanta diversità all'interno delle loro produzioni. Matt Damon che questo fine settimana ha portato il film al New York Comic-Con ha deciso di affrontare queste accuse contro l'avventura fantasy cinese di cui è protagonista.

Poco dopo il panel tenutosi per la presentazione di The Great Wall, che ha visto il rilascio di un secondo trailer, Matt Damon e i realizzatori dietro il film si sono riuniti per una conferenza stampa durante la quale a Matt Damon è stato chiesto a bruciapelo circa la controversia sul suo casting e la scelta di un "salvatore bianco" come protagonista del film. Damon che ha voluto precisare di non aver mai considerato offensiva l'idea di un eroe bianco in un film cinese, ha risposto in maniera ampia e schietta alla domanda.

E' stato fottutamente seccante. Ho avuto qualche reazione. Sono rimasto sorpreso, perché erano basate su un teaser. Non era nemmeno un trailer completo per non parlare di un film. Ricevere questo tipo di accuse...quello che mi ha più seccato l'ho letto su The Atlantic che io seguo da tempo, c'era un articolo su The Atlantic e io ho pensato "Davvero ragazzi?". Per me sbiancatura è stato quando Chuck Connors ha interpretato Geronimo. (Ride) Ci sono versioni molto più sfumate al riguardo e io cerco di essere sensibile al riguardo, ma Pedro Pascal mi ha chiamato e se ne uscito con: "Sì, siamo colpevoli di sbiancatura. Noi tutti sappiamo che sono stati solo cinesi a difendere la Muraglia contro l'attacco di mostri. Guarda, è stato bello aver reagito con un po' di sarcasmo, perché siamo stati feriti dalla polemica. Noi la prendiamo sul serio.

Anche Pedro Pascal, co-protagonista con Matt Damon del film, era alla conferenza stampa e aveva un paio di cose da dire circa le polemiche su potenziali "sbiancature" dei cast.

Non citarmi! Non vorrei che ci tengano fuori da potenziali lavori che richiedano un cast specificatamente cinese. Si tratta di un film di mostri. E' grande intrattenimento, un popcorn-movie fantasy, ma ha uno stile visivo unico che è quello di Zhang Yimou.

Matt Damon ha proseguito a parlare della polemica sul film che secondo l'attore  potrebbe diventare un grosso problema per chi si occupa del marketing.

Dal punto di vista del marketing, che cosa c'è di peggio per un team di marketing che avere una reazione simile contro il primo teaser che si rilascia? Devono cercare di stabilire una serie di cose in un minuto. E' un teaser, stanno cercando di presentare un mostro, stanno dicendo che è un regista visionario, cosa che in America probabilmente non si sa. E' lo Steven Spielberg della Cina, giusto? Non vi preoccupate! Si parla inglese in questo film. Si sente la mia voce che parla inglese. Non dovete preoccuparvi! C'è Matt nel film, sapete bene di chi stiamo parlando. Stanno cercando di stabilire tutte queste cose, e che tra le altre cose, ci sono dei mostri. 30 secondi ed è tutto finito. Ci sono un sacco di elementi che stanno cercando di mettere in 30 secondi e li ho guardati con attenzione diverse volte per cercare di capire le critiche. Facciamo così, se la gente dopo aver visto questo film ancorà penserà che sono stato coinvolto in un film di mostri dove c'è stato un tentativo di "sbiancatura", allora li ascolterò con tutto il cuore. Ci rifletterò e cercherò di imparare da questo. Io però sarò sorpreso se la gente vedendo questo film avrà quella reazione. Sarò veramente scioccato. E' una prospettiva con cui da persona progressista quale sono non posso essere d'accordo e cercherò di ascoltare ed essere sensibile, ma alla fine penso che si finisca per minare la propria credibilità attaccando qualcosa senza vederlo. È necessario informarsi su ciò che di cui si sta parlando prima di attaccare, così le tue ragioni saranno più facili da ascoltare da parte mia.

The Great Wall racconta la storia di un esercito di guerrieri d'elite che difende il mondo da un'orda di mostri che vivono al di là della Grande muraglia cinese, ultimo baluardo di difesa dell'umanità. Si tratta della prima produzione in lingua inglese per Zhang Yimou è del più grande film mai girato interamente in Cina. Il cast del film, nei cinema a febbraio 2017, include anche Jing Tian, ​​Pedro Pascal, Willem Dafoe e Andy Lau.

  • shares
  • Mail