Box Office Italia, 4 milioni e mezzo all’esordio per Inferno di Ron Howard

Partenza sprint al botteghino italiano per Inferno di Ron Howard.

Robert Langdon ha colpito ancora. Inferno, 3° capitolo cinematografico dedicato al personaggio creato da Dan Brown, ha conquistato il botteghino italiano con 4.506.813 euro all’esordio. 627.581 spettatori paganti in 4 giorni per la pellicola Sony, incapace però di replicare quanto fatto dai due predecessori. Angeli e Demoni, uscito nel 2009, incassò 7.346.350,22 euro in 5 giorni, con 1.131.347 biglietti staccati, mentre Il Codice Da Vinci sfiorò gli 8 milioni di euro. Dietro Tom Hanks tiene bene Pets – Vita da Animali. Il cartoon Universal ha raggiunto gli 8.700.995 euro d’incasso, superando in 11 giorni appena gli 8.679.933 euro incassati da l’Era Glaciale 5. Da battere, a questo punto, i 14.710.873 euro di Alla ricerca di Dory. Ma sarà dura.

Debutto in 3° posizione con 773.970 euro per Qualcosa di Nuovo della Comencini, che ha sorprendentemente battuto Bad Moms, poco dietro a quota 702.832 euro. Per il resto Cafè Society di Woody Allen ha toccato quota 3.139.681 euro, con Bridget Jones’s Baby arrivato ai 5.508.972 euro totali. Continua a far bene Mine di Fabio Guaglione e Fabio Resinaro, che ha superato la soglia del milione. Traguardo del milione raggiunto e superato anche da La verità sta in cielo di Roberto Faenza.

Settimana lunga pronta a partire mercoledì con I babysitter, mentre da giovedì spazio a Cicogne in missione, Pay the Ghost, Piuma, Jack Reacher – Punto di non ritorno, American Pastoral e Io, Daniel Blake di Ken Loach.