Moonlight, suo il miglior esordio al botteghino Usa del 2016

Incassi record al debutto per Moonlight di Barry Jenkins, film d’apertura della Festa del Cinema di Roma.

Acclamato prima al Telluride e poi a Toronto, nonché film d’apertura dell’undicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, Moonlight di Barry Jenkins ha esordito nei cinema d’America lo scorso fine settimana, mettendo a segno numeri da urlo.

4 copie appena a disposizione tra New York e Los Angeles per la pellicola con distribuzione A24, riuscita ad incassare la bellezza di 402,075 dollari in 3 giorni. Sale affollate, file fuori dai cinema e standing ovation in tutti gli spettacoli per il film di Jenkins, che ha fatto suo il miglior debutto del 2016 in quanto a media per sala: 100,519 dollari a copia. Superati i 92,835 dollari di Don’t Think Twice, nel luglio scorso uscito però in un solo cinema. Si tratta del 26esimo miglior esordio di sempre nei cinema d’America, il sedicesimo se escludiamo i cartoon Disney.

Privo di nomi di peso e pronto a crescere di sala in sala nelle prossime settimane, Moonlight punta pesantemente agli Oscar, grazie anche ad un’unanimità critica da spavento (99% di recensioni positive su Rotten con voto medio di 8.9). Interpretato da Mahershala Ali, Naomie Harris, Trevante Rhodes, André Holland, Janelle Monáe, Ashton Sanders, Jharrel Jerome, Alex Hibbert e Jaden Piner, Moonlight disegna un ritratto vivo e attuale della vita degli afroamericani, una storia senza tempo sulle relazioni umane e la scoperta del sé.