Man in the Dark, Fede Alvarez parla del sequel di Don't Breathe

Fede Alvarez tra Man in the Dark 2 e Quello che non uccide, sequel di Millennium di David Fincher.

man-in-the-dark-4-dont-breathe-screenshot.jpg

Acclamato dalla critica e campione d'incassi con 152,487,185 dollari (dopo esserne costati appena 10), Don't Breathe, arrivato in Italia con il titolo Man in the Dark, avrà un sequel. A confermarne l'arrivo Fede Alvarez, regista che passerà la mano ad altri visto il suo impegno con Quello che non uccide, sequel di Millennium di David Fincher.

'Abbiamo appena iniziato, ma sappiamo esattamente dove andare a parare'.

In cabina di scrittura confermato Rodo Sayagues, con Stephen Lang pronto a tornare sul set. Protagonista del primo capitolo Rocky, ragazza disposta a tutto pur di fuggire dalla dispotica madre e salvare la sorellina dalla misera sorte che le attende. Lei ed i suoi amici Alex e Money hanno già messo a segno una serie di furti elaborati in vari appartamenti, per racimolare abbastanza denaro da potersi lasciare alle spalle la loro città disgraziata, Detroit. Ma i loro piccoli crimini finora hanno fruttato troppo poco. Così quando vengono a sapere di un cieco che vive solo in un quartiere abbandonato e che ha nascosto in casa una piccola fortuna, i ragazzi decidono di mettere a segno il loro colpo piú grande. Ma il piano fallisce pericolosamente quando la loro vittima si dimostra essere piú temibile di quanto si aspettassero. Mentre l'uomo li insegue senza sosta attraverso la sua casa altamente fortificata, i ragazzi scoprono con orrore che il cieco nasconde ben altro oltre ai soldi.

Fonte: Comingsoon.net

  • shares
  • Mail