Piccoli crimini coniugali: nuove clip del film con Margherita Buy e Sergio Castellitto

Piccoli crimini coniugali: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sulla commedia nera di Alex Infascelli nei cinema italiani dal 6 aprile 2017.

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Ha esordito nei cinema d'Italia Piccoli crimini coniugali, il nuovo film Alex Infascelli ((“Almost Blue”, “Il Siero della Vanità”, “H2Odio") basato sul testo teatrale di Éric-Emmanuel Schmitt.

Koch Media ha reso disponibili nuove clip con scene tratte dal film che vede protagonisti Margherita Buy e Sergio Castellitto in un duetto

 

NOTE DI PRODUZIONE

Autore di numerosi romanzi e pièce teatrali di grande successo in Francia, Éric-Emmanuel Schmitt dimostra la propria abilità come scrittore analizzando in ogni sua opera diversi aspetti dell’animo umano. Esperto conoscitore della vasta gamma di passioni che sono custoditi nel cuore di ogni uomo, Schmitt utilizza i suoi personaggi mettendoli al centro di piccoli e grandi drammi sentimentali. Non fa eccezione “Piccoli Crimini Coniugali”, storia di un rapporto di coppia arrivato ad un bivio, che Schmitt rende attraverso una raffinata rappresentazione per mezzo del conflitto tra coniugi.

 

 
I protagonisti assoluti di “Piccoli Crimini Coniugali” sono marito e moglie che, sposati da molti anni, vengono colpiti da un incidente che li costringe a confrontarsi loro malgrado in una battaglia dialettica volta a dimostrare come l’abitudine e la pigrizia abbiano cristallizzato il loro rapporto. Costruito con una trama gialla orientata a smascherare quale, tra le tante cause, abbiano determinato la fine di un amore, “Piccoli Crimini Coniugali” vede la contrapposizione di due posizioni , quella maschile e quella femminile, in una eterna lotta che può essere vinta soltanto con la sincerità e la comprensione reciproca.

 

 

 

I dialoghi intelligenti e la sofisticata ironia costituiscono il valore aggiunto di una trama solo all’apparenza semplice. In un progetto del genere la scelta del cast diventa quindi di fondamentale importanza. Per sostenere adeguatamente il ruolo del marito, nessun attore italiano è più indicato di Sergio Castellitto. Versatile, amato dal grande pubblico e cono- sciuto per la cura che mette nelle sue interpretazioni, Castellitto è il rappresentante ideale per il protagonista di questa affascinante storia di coppia. È Margherita Buy ad aver preso a cuore il ruolo di moglie in “Piccoli Crimini Coniugali”, dimostrando ancora una volta la sua capacità recitativa che impreziosisce il suo personaggio.

 

 

 

Terzo personaggio, dal ruolo centrale nel racconto, è l’appartamento dove si svolge la vicenda. La scelta dell’ambientazione è stata frutto di una minuziosa ricerca da parte di regia e produzione. Inizialmente orientati verso la possibilità di utilizzare un teatro di posa, la selezione della location è alla fine caduta su un appartamento privato, un tempo appartenuto a Silvana Mangano, che ha subìto di recente una ristrutturazione curata nei minimi dettagli. Una abitazione dalla pianta regolare eppure labirintica, una infilata di stanze che fa perdere l’orientamento allo spettatore in accordo con le svolte psicologiche narrate nel racconto. Per ridurre al minimo eventuali difficoltà tecniche scaturite da un set allestito in una casa privata, regista e attori hanno lavorato provando e riprovando in anticipo tutte le scene prima dell’inizio effettivo delle riprese, durate quindici giorni.

 

 

 

Più difficile è stato invece sciogliere la complessità artistica del film: riuscire a non essere claustrofobico nonostante l’ambientazione unitaria e riuscire a raccontare diversi piani temporali malgrado l’impiego di due soli attori. Operazioni queste riuscite alla perfezione grazie ad un escamotage narrativo ideato dal regista e messo infine a punto con un raffinato lavoro di montaggio. L’essenzialità nella scelta delle musiche e la fotografia sofisticata hanno fatto il resto, contribuendo ad un risultato finale pieno di personalità e artisticamente di rilievo.

 

 

 

 

Piccoli crimini coniugali: trailer e clip del film con Margherita Buy e Sergio Castellitto


 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Koch media ha reso disponibili un trailer e due prime clip di Piccoli crimini coniugali, la commedia nera di Alex Infascelli tratta dall’omonimo bestseller di Éric-Emmanuel Schmitt. Protagonisti Margherita Buy e Sergio Castellitto nei panni di una coppia sposata in un cinico tour de force emotivo.

Dopo un brutto incidente domestico lui torna a casa dall'ospedale completamente privo di memoria, ragiona ma non ricorda, non riconosce più neppure la moglie, che tenta di ricostruire la loro vita di coppia, tassello dopo tassello, cercando di oscurarne le ombre. Via via che si riportano alla luce informazioni dimenticate si manifestano delle crepe: sono molte le cose che non tornano nel racconto. Un dialogo terapeutico tra attrazioni e litigi, una spiazzante alternanza di amore e risentimento, finti ricordi e veri timori. Ma chi mente dei due? Un’ironica riflessione sulla madre di tutte le guerre: quella dentro la coppia.

 

 

Il regista Alex Infascelli parla del rapporto di coppia al centro del suo film.

La coppia è l’argomento misterioso che abita la maggior parte delle conversazioni della gente. Se ne parla in ascensore, al supermercato, sull’autobus, in taxi e in aereo, se ne discute di giorno al bar e di notte al ristorante. Tutti si trasformano in grandi esperti quando si tratta di commentare una coppia: se funziona si deve per forza cercare qualcosa che non va e quando invece esplode, ci si prodiga a sostenere l’amico o amica o parente, evidente vittima del partner. Ma tutti in realtà abbiamo timore a guardare davvero all’interno di quel nucleo esplosivo che all’inizio ci sembra un rifugio meraviglioso per poi trasformarsi nella stanza delle torture, il luogo dove tutti i nostri fantasmi vengono a tirarci i piedi prima o poi

.

 

 

Infascelli parla con entusiasmo dell'opera di Éric-Emmanuel Schmitt su cui è basato il film.

Questo scritto scoppiettante di Éric-Emmanuel Schmitt ha entusiasmato le platee di mezzo mondo ma è curiosamente rimasto lontano da una versione cinematografica; esattamente come è accaduto con “Carnage”, rivelatosi poi un successo planetario. Mi sono innamorato subito del testo e come tutti ci ho trovato innumerevoli aderenze con il mio vissuto di coppia, nelle sue nefandezze, crudeltà, ma anche nelle fragilità e teneri compromessi che si devono inevitabilmente affrontare per poter sopravvivere al rapporto così stretto con un altro individuo.

 

 

 

Piccoli crimini coniugali: foto del giallo di coppia di Alex Infascelli


Margherita Buy e Sergio Castellitto, protagonisti del giallo di coppia di Alex Infascelli

Dopo aver portato al cinema un trentennio di ricordi e aneddoti sul rapporto tra Stanley Kubrick ed il suo fedele tuttofare D’Alessandro, con S is for Stanley (2015) David di Donatello 2016, Alex Infascelli torna sul grande schermo con Piccoli crimini coniugali.

Il dramma noir, sceneggiato dallo stesso Infascelli con Francesca Manieri, ispirandosi liberamente all'opera teatrale "Petits Crimes Conjugaux" di Eric-Emmanuel Schmitt, si intrufola nei più intimi recessi dell’animo umano e nei meccanismi della coppia, interpretata da Margherita Buy e Sergio Castellitto, da ricostruire dopo che lui ha perso la memoria.

Dopo aver subito un brutto incidente domestico Gilles/Castellitto torna a casa dall’ospedale completamente privo di memoria, ragiona ma non ricorda, non riconosce più neppure la moglie Lisa/Buy, che tenta di ricostruire la loro vita di coppia tassello dopo tassello cercando di oscurarne le ombre.

Via via che si riportano alla luce informazioni dimenticate si manifestano delle crepe: sono molte le cose che cominciano a non tornare. Come mai lei mente? e perché non vuole darsi fisicamente a lui, che pure è fortemente attratto da lei? per quale motivo lui – che afferma di essere completamente privo di memoria – si ricorda di certi particolari del viaggio di nozze?

Sono diversi i misteri di questo giallo coniugale in cui la verità non è mai ciò che sembra, dove la memoria (e la sua supposta mancanza), la menzogna e la violenza vengono completamente riviste per assumere dei significati nuovi, inaspettatamente vivificanti.

Piccoli crimini coniugali (Italia, 2016) è una produzione di Marco De Angelis e Nicola De Angelis per Fabula Pictures102 Distribution, con il contributo del MiBACT di 300.000 euro (Interesse Culturale), distribuito in sala da Koch Media, da giovedì 6 aprile 2017.

 

piccoli-crimini-coniugali-foto-e-poster-del-film-con-margherita-buy-e-sergio-castellitto-8.jpg

 

  • shares
  • Mail