Mean Girls: Lindsay Lohan vuole il sequel

Lindsay Lohan ha scritto una bozza di sceneggiatura per un nuovo Mean Girls.

maxresdefault4-1024x576.jpg

Sono passati ben 12 anni dal boom di Mean Girls, commedia del 2004 scritta da Tina Fey, diretta da Mark S. Waters e trainata da una giovanissima Lindsay Lohan. Costato 17 milioni di dollari, il film ne incassò addirittura 129,042,871 in tutto il mondo, diventando da subito un classico della commedia dal taglio queer. Al fianco della Lohan anche due sconosciute Rachel McAdams e Amanda Seyfried, per un titolo, basato sul libro Queen Bees & Wannabees di Rosalind Wisenman, poi andato incontro nel 2011 all'orrido sequel Mean Girls 2, interpretato da Meaghan Martin e Maiara Walsh.

Ebbene proprio la Lohan, da tempo scomparsa dai radar hollywoodiani a causa dei suoi eccessi privati, ha confessato durante un'intervista live Facebook con la CNN di voler girare Mean Girls 2, cancellando di fatto quanto realizzato 5 anni or sono da Melanie Mayron.

“È da tempo che faccio pressioni affinché venga realizzato Mean Girls 2, ma non dipende da me. Lo so, Tina Fey, Lorne Michaels e tutti quelli della Paramount sono molto impegnati, ma io non mollo e insisterò fino a quando non verrà fatto. Sto duramente cercando di far nascere Mean Girls 2, ho anche scritto una bozza di sceneggiatura. Ho solo bisogno di una risposta. So che Mark Waters, il regista, sarebbe felice di farlo”.

In attesa del musical di Broadway, da mesi in lavorazione, l'ipotesi Mean Girls 'tot anni dopo' riprende quindi quota, con la Lohan dichiaratamente della partita.

  • shares
  • Mail