E' morto William Peter Blatty, autore del classico horror "L'esorcista"

E' scomparso a 89 anni lo scrittore, sceneggiatore e regista William Peter Blatty, autore del classico horror "L'esorcista".

 

William Peter Blatty, scrittore che con il classico L'esorcista ha segnato una tappa fondamentale nel genere horror, è scomparso all'età di 89 anni. La notizia è approdata su Twitter e a dare il triste annuncio William Friedkin, regista che nel 1973 diresse l'adattamento del classico horror di Blatty sceneggiato e prodotto dallo scrittore. Il regista ha condiviso un breve tweet annunciando solo la morte di Blatty e definendo lo scrittore "Un caro amico e fratello".

Dopo che la notizia della sua morte si è divulgata sui social media, un certo numero di personaggi dello spettacolo e celebrità horror hanno utilizzato Twitter per rendere omaggio al compianto autore. Tra gli omaggi allo scrittore sono giunti messaggi di cordoglio da Stephen King, i registi Edgar Wright e Joe Lynch, e Jeremy Slater che ha creato la serie televisiva The Exorcist che ha debuttato lo scorso autunno su Fox. L'autore aveva festeggiato il suo 89° compleanno meno di una settimana fa.

William Peter Blatty è nato il 7 gennaio 1928 a New York, da immigrati libanesi che erano anche cattolici devoti. Si è laureato presso la Georgetown University nel 1950 e avrebbe acquisito il suo Master in letteratura inglese presso la George Washington University nel 1954. Blatty per mantenersi ha poi lavorato come venditore porta a porta negli anni '50, prima di dedicarsi alla scrittura nel 1960 con il suo primo libro, Which Way to Mecca, Jack?

La carriera di sceneggiatore per Blatty prende il via nel 1963 con la commedia Il piede più lungo - L'uomo del Diner's Club con Danny Kaye e Telly Savalas. Prima di scrivere il cult horror che gli cambierà la vita Blatty ha scritto diverse altre sceneggiature tra cui il comico Uno sparo nel buio (1964) interpretato da Peter Sellers e Elke Sommer, il giallo Peter Gunn: 24 ore per l'assassino (1967) di Blake Edwards, la commedia Operazione Crêpes Suzette (1970) interpretata da Rock Hudson e Julie Andrews e una scrittura non accreditata del classico post-apocalittico 1975: Occhi bianchi sul pianeta Terra (1971).

Nel 1970 viene pubblicato il suo romanzo "L'esorcista" e tre anni dopo Blatty ne cura la sceneggiatura per il grande schermo che gli farà guadagnare un Oscar. L'esorcista viene candidato a ben 10 statuette, per un horror una vera rarità, ma l'Academy snobba il film con solo una seconda statuetta vinta per il Miglior sonoro. Le altre nomination includevano Miglior Film, Miglior Regista per William Friedkin, migliore attrice per Ellen Burstyn e miglior attrice non protagonista per Linda Blair. Nonostante la vittoria di sole due statuette su 10 nomination, un vero affronto, il film divenne un enorme successo al box office incassando 232.900.000$, un'enormità per l'epoca, tanto per rendere l'idea quell'incasso ad oggi corretto con l'inflazione equivarrebbe ad un incasso nazionale di 941.100.000$, cifra paragobile all'incasso nazionale di Star Wars: Il risveglio della Forza (936.600.000$). Quell'anno ci pensarono i Golden Globes a rendere giustizia al cult di Blatty / Friedkin con tre vittorie nelle categorie Miglior film drammatico, Migliore regia (William Friedkin), Miglior attrice non protagonista (Linda Blair) e Migliore sceneggiatura (William Peter Blatty).

La carriera cinematografica di Blatty proseguirà con sceneggiatura ed esordio alla regia per il dramma La nona configurazione (1980) un adattamento del suo romanzo Twinkle, Twinkle, "Killer" Kane del 1966 che gli valse un Golden Globe per la migliore sceneggiatura. Dieci anni più tardi Blatty tornerà dietro la macchina da presa per dirigere L'esorcista III (1990), Blatty per l'occasione adatta Gemini Killer, un suo romanzo sequel de L'esorcista. Blatty non è stato coinvolto nel precedente L'esorcista II: l'eretico (1977). L'anno scorso il montaggio originale di Blatty per L'esorcista III, da lungo tempo considerato perduto, è stato ritrovato e proiettato con con il titolo originale del romanzo Legion. Ricordiamo che L'esorcista ha avuto anche un prequel, il travagliato e rimaneggiato L'esorcista - La genesi (2004) che Blatty ha definito in un'intervista "un eccellente lavoro" e naturalmente la recente serie tv The Exorcist. Blatty lascia la moglie Julie Alicia Blatty e otto figli.

 

 

Filmografia


e-morto-william-peter-blatty-autore-del-classico-horror-lesorcista.jpg

Sceneggiatore

Il piede più lungo (The Man from the Diners' Club) (1963)
Uno sparo nel buio (A Shot in the Dark) (1964)
A braccia aperte (John Goldfarb, Please Come Home!) (1965)
Spogliarello per una vedova (Promise Her Anything) (1965)
Papà, ma che cosa hai fatto in guerra? (What Did You Do in the War, Daddy?) (1966)
Peter Gunn: 24 ore per l'assassino (Gunn) (1967)
Quel fantastico assalto alla banca (The Great Bank Robbery) (1969)
Operazione Crêpes Suzette (Darling Lili) (1970)
1975: Occhi bianchi sul pianeta Terra (The Omega Man) (1971) Non accreditato
L'esorcista (The Exorcist) (1973)
Insight, negli episodi "Watts Made Out of Thread" (1968) e "The Man from Inner Space" (1975)
La nona configurazione (The Ninth Configuration) (1980)
L'esorcista III (The Exorcist III) (1990)
L'esorcista - La genesi (Exorcist: The Beginning) (2004)

Attore

No Place to Land (1958)
A braccia aperte (John Goldfarb, Please Come Home!) (1965) Non accreditato
L'esorcista (The Exorcist) (1973) Non accreditato
La nona configurazione (The Ninth Configuration) (1980) Non accreditato

Regista

La nona configurazione (The Ninth Configuration) (1980)
L'esorcista III (The Exorcist III) (1990)

Produttore

L'esorcista (The Exorcist) (1973)
La nona configurazione (The Ninth Configuration) (1980)

 

 

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail