Power Rangers: Bryan Cranston spiega perché ha accettato il ruolo di Zordon

Bryan Cranston spiega il motivo che l'ha spinto ad accettare un ruolo nel reboot dei Power Rangers.

power-rangers-bryan-cranston-spiega-perche-ha-accettato-il-ruolo-di-zordon.jpg

 

Il reboot dei Power Rangers è tra le sfide più impegnative che vedremo su schermo queest'anno: come svecchiare una serie tv così amata riuscendo ad aggiornarla senza perdere del tutto la fumettosa atmosfera "nippo" anni '90 che ne ha decretato il successo? L'idea almeno dal primo trailer e di creare qualcosa nello stile del "Chronicle" di Josh Trank e quindi molto radicata nella realtà, smussando alcune bizzarrie ed eccessi fumettosi del material originale e reclutando per l'occasione un cast di tutto rispetto che includerà nientemeno che Bryan Cranston nel ruolo di Zordon. Attore richiestissimo dopo il successo della serie tv Breaking Bad, Cranston ha visto la sua carriera subire un'accelerazione con ruoli nel remake Total Recall, nel thriller premio Oscar Argo, nel reboot Godzilla, nel biopic Trumbo e più recentemente nella commedia Proprio lui? in arrivo nei cinema italiani dal prossimo 26 gennaio.

Bryan Cranston ha recentemente parlato con il sito IGN del suo ruolo in Power Rangers. l'attore ha rivelato di aver accettato il ruolo quando ha capito che il film non avrebbe avuto il medesimo look "cartoonizzato" della serie originale e in più Cranston conosce da vicino il franchise visto che nel 1993 partecipò, in veste di doppiatore, a due episodi della serie tv.

In un primo momento ho pensato: "Power Rangers? È un po' come la serie tv anni '60 di Batman - Pow! Zing! Whap!", poi ho parlato al telefono con il regista e mi ha detto: "Pensala in questo modo...quando Batman è arrivato dalla tv è diventato qualcosa di completamente diverso nei film, lo stesso è nel nostro caso. Stiamo andando a prendere qualcosa per rinnovarlo, radicarlo nella realtà e renderlo così più reale. Così mi sono detto:"Ok se la mette così vale la pena leggerlo". L'ho letto e non ho potuto che dirgli: "Hai ragione". I ragazzi sembrano veri ragazzi e non tutti sono questi grandi atleti e questo sembra funzionare. Ho pensato "Questo potrebbe essere una conclusione appropriata per quello che ho fatto in precedenza, da quando ho iniziato facendo il doppiatore.

La trama ci racconta di ragazzi problematici che si ritrovano a combattere i loro demoni personali al fine di riuscire a creare una squadra unita contro la malvagia Rita Repulsa di Elizabeth Banks, personaggio sgargiante che sembra miscelare alcuni cliché tipici dei cattivi da cartone animato con tocchi di modernità che la rendono forse sono la cosa più vicina al materiale originale.

Nella stessa intervista con IGN, Bryan Cranston ha anche parlato del suo passato con il franchise Power Rangers. Durante i primi anni da attore professionista Cranston ha effettivamente lavorato per il produttore Haim Saban alla serie tv prestando la voce ad alcuni dei cattivi della serie tv come potete ascoltare nel video a seguire. Il reboot Power Rangersdebutta nelle sale italiane il 6 aprile.

 

 

 

  • shares
  • Mail