Box Office Italia 2016, 105,3 milioni di spettatori e 661,8 milioni di euro incassati

Quo Vado? di Checco Zalone salva il botteghino nazionale del 2016.

quo-vado-foto-e-video-musicale-del-nuovo-film-di-checco-zalone-50.jpg

Anica, Anec e Anem, con la partecipazione della Direzione Cinema del Mibact, hanno presentato l'analisi degli incassi al box office italiano nel corso del 2016. Grazie al boom di Checco Zalone, 65,3 milioni di euro e 9,3 milioni di spettatori, l'anno è andato incontro ad un + 6,06% in presenze (105,3 milioni) e ad un + 3,86% sugli incassi (661,8 milioni di euro) rispetto al 2015. Ancor più netta la crescita rispetto al disastroso 2014, con un +15,14% in presenze e ad un +15,04% di incassi.

Peccato che il 2016 non sia stato particolarmente 'lineare'. Il 38% degli incassi totali si sono raccolti nel primo temestre, per poi scendere al 18,10% nel secondo, al 14,74% nel terzo e al 29,17% nel quarto. Boom nel mese di gennaio grazie a Quo Vado? con 20,4 milioni spettatori, mentre luglio è stato il mese più povero, con appena 3,1 milioni di spettatori. Neanche a dirlo i tre mesi estivi sono quelli che hanno maggiormente pagato pegno, a causa di una distribuzione che si ostina a 'scappare' dalle sale. Male anche il periodo natalizio, con incassi in picchiata rispetto al 2015 di oltre il 30%.

554 i film distribuiti nel corso del 2016, rispetto ai 480 del 2015, con 208 produzioni italiane rispetto alle 189 dei 12 mesi precedenti. Sempre grazie a Zalone, ma anche a film come Perfetti Sconosciuti, la quota di mercato del cinema italiano è salita dal 20,74% al 29,05% sugli incassi e dal 21,35% al 28,71% sulle presenze. Calo per i film americani, dal 60% al 55%, con l'Inghilterra al 7% e l'Europa tutta in calo dal 15% al 12%.

Fonte: EDuesse

  • shares
  • Mail