Oscar 2017, Denis Villeneuve commenta l'inattesa esclusione di Amy Adams per Arrival

Denis Villeneuve deluso dalla mancata nomination di Amy Adams per Arrival.

854full-arrival-screenshot-6.png

Dietro La La Land, poche ore fa candidato a 14 premi Oscar (record eguagliato) abbiamo Moonlight e Arrival di Denis Villeneuve, visto alla Mostra del Cinema di Venezia ma tornato a casa a mani vuote. Accolto trionfalmente dalla critica e campione d'incassi (163 milioni di dollari worldwide), lo sci-fi è stato nominato come miglior film, regia, sceneggiatura non originale, fotografia, montaggio, scenografia, sonoro e montaggio sonoro. Grande assente, incredibile ma vero visto e considerato che l'intera pellicola ruota attorno al suo volto, Amy Adams, fino ad oggi 5 volte nominata ma mai uscita vincitrice dall'Academy.

Una dimenticanza che ha fatto esplodere i social, tra stupore e rabbia, portando lo stesso Denis Villeneuve a dichiarare tutta la propria delusione, via Entertainment Weekly.

"E' una grande delusione. Sono profondamente deluso per Amy. Lei è l'anima di questo film. Per me era ovvia la sua candidatura! Si è messa il film sulle spalle, lei è responsabile di tutto quel che succede. E' strano festeggiare e sentirsi tristi allo stesso tempo".

Il regista canadese ha infatti finalmente strappato la propria prima candidatura, tanto da dover ancora 'digerire la notizia'. Un brindisi tra 'caffè e champagne', ha concluso Villeneuve, mentre la povera Adams, snobbata anche per Animali Notturni di Tom Ford, non può far altro che attaccarsi al sostegno social.


  • shares
  • Mail