• Film

Stasera in tv: “Il mondo di Arthur Newman” su Rai 3

Rai 3 stasera propone “Il mondo di Arthur Newman”, film drammatico del 2012 diretto da Dante Ariola e interpretato da Emily Blunt, Colin Firth e Anne Heche.

 

Cast e personaggi

Colin Firth: Wallace Avery/Arthur Newman
Emily Blunt: Charlotte Fitzgerald/Mike
Anne Heche: Mina Crawley
Lucas Hedges: Kevin Avery
Sterling Beaumon: Grant
Autumn Dial: Charyl
David Andrews: Fred Willoughby
Nicole LaLiberte: Silverlake
Steve Coulter: Owen Hadley
Kristin Lehman: Mary Alice Wells
Phillip Troy Linger: Fuller Wells
Peter Jurasik: Autista Bus
Anthony Reynolds: ranger
Ron Prather: detective di Terre Haute

Doppiatori italiani

Luca Biagini: Wallace Avery/Arthur Newman
Domitilla D’Amico: Charlotte Fitzgerald/Mike
Francesca Fiorentini: Mina Crawley
Enrico Di Troia: Fred Willoughby
Franco Mannella: Owen Hadley
Roberto Draghetti: ranger
Roberto Stocchi: detective di Terre Haute

 

Trama e recensione

Wallace Avery (Colin Firth) è stanco della sua vita. Divorziato, perennemente in conflitto con il figlio, insoddisfatto della sua situazione sentimentale, decide che è arrivato il momento di dare una svolta radicale alla propria esistenza: cambia letteralmente vita, acquista una nuova identità assumendo il nome di Arthur Newman e intraprende il viaggio verso la sua personale Oz, Terre Haute, nell’Indiana, dove ha la possibilità di lavorare come professionista nel mondo del golf. L’idea di Wallace è quella di provare a ricominciare da zero. Ma i suoi piani vengono scombinati dall’incontro con Michaela Fitzgerald (Emily Blunt), che Arthur trova svenuta sul bordo della piscina di un motel. Lei ci mette solo un paio d’ore a smascherare l’imbroglio di Arthur, scoprendo la sua vera identità; a lui invece servirà più tempo per smascherare lei.

 

 

Note di regia

stasera-in-tv-il-mondo-di-arthur-newman-su-rai-3-3.jpg

In una giornata di sole a Los Angeles, mi sono ritrovato a fissare il vuoto fuori dalla finestra della mia camera. Il progetto di un film su cui avevo lavorato era svanito appena qualche settimana prima di cominciare a girare. Mi sentivo esausto e come se avessi una nuvola nera che galleggiasse sopra la testa. Ero apatico e sfiduciato nei confronti del mondo al pensiero di cosa avrei potuto fare dopo, semmai mi fosse capitato qualche altro progetto. Il giorno stesso mi è arrivata questa insolita sceneggiatura intitolata “Il Mondo di Arthur Newman”. Era la storia di un uomo che si ritrova a vivere una vita diversa da quella che aveva immaginato e decide così di inscenare la propria morte e di ricominciare da capo. Non potevo lasciamela scappare. Era una storia veramente originale di riscoperta della propria identità che riusciva ad evitare tutto ciò che avevo sempre detestato nei film che trattano la scoperta di se stessi. Era piena di humor, emozione e personaggi stravaganti. Se avessi letto quella sceneggiatura un altro giorno non sono sicuro che avrebbe avuto lo stesso effetto, ma è andata così. Colin Firth è stato l’unico e il solo attore che ho avuto in mente per il ruolo di Arthur. E’ stato molto semplice, era l’unico della lista. Qualche settimana dopo sono volato a Londra per incontrarlo. Dopo un po’ che parlavamo ha detto sì e così è stato. Credo che anche per lui la sceneggiatura sia arrivata al momento giusto, e questo ruolo per lui rappresentava una sfida, cosa di cui Colin è coraggiosamente sempre in cerca. Quando Emily si è aggiunta al progetto, l’unica domanda rimasta era se tra i due si sarebbe instaurata quella chimica particolare che i personaggi avevano sulla carta. Dal primo momento in cui ho visto Colin e Emily interagire nella vita reale, dentro di me sapevo che avrei realizzato il film che avevo in testa. Che cosa faresti se avessi la possibilità di ricominciare la tua vita da zero? Questa per me è una domanda molto interessante e, come avranno modo di scoprire anche gli spettatori, è una faccenda molto più complicata in pratica che in teoria. [Dante Vincent Ariola]

 

 

 

La colonna sonora

stasera-in-tv-il-mondo-di-arthur-newman-su-rai-3-2.jpg
  • Le musiche originali del film sono del musicista Nick Urata fondatore del gruppo musicale gipsy punk dei DeVotchKa. Tra i crediti di Urata troviamo colonne sonore per Colpo di fulmine – Il mago della truffa, Crazy Stupid Love, Paddington e Mr Cobbler e la bottega magica.
  • La colonna sonora include anche i brani “Some Things Just Stick In Your Mind” di Vashti, “Fun on Clarinet” di Daniel Mackenzie, “Sleepwalking” di Josh Lit, “Want You” di Vika Vasilevish, “Better Then I” di Madison Bunting, “Normandy” di Brett Boyette e “Concerto Grosso in A Minor 3/8 1. Allegro” di Antonio Vivaldi.

 

 

 

I Video di Cineblog