The White Crow, Ralph Fiennes alla regia del biopic su Rudolf Nureyev

Il ballerino Sergei Polunin sarà Rudolf Nureyev in sala. Al suo fianco Adèle Exarchopoulos.

Quattro anni dopo The Invisible Woman, Ralph Fiennes torna in cabina di regia per girare un film interamente dedicato alla vita di Rudolf Nureyev, ballerino e coreografo russo naturalizzato austriaco ritenuto tra i più grandi danzatori del XX secolo insieme a Nižinskij e Baryšnikov. The White Crow il suggestivo titolo.

David Hare, due volte nominato agli Oscar per ‘The Hours’ e ‘The Reader’, scriverà la sceneggiatura, con il ballerino russo Oleg Ivenko protagonista negli abiti di Rudolf al fianco di Adèle Exarchopoulos, star de La vita di Adele che interpreterà Clara Saint, donna francese che aiutò Nureyev a non tornare in Russia. Nel cast anche Sergei Polunin, altro ballerino, e l’attrice Chulpan KhamatovaIl. Il film prenderà vita da Rudolf Nureyev: The Life, biografia firmata Julie Kavanagh. Via alle riprese in estate, con esterni tra San Pietroburgo e Parigi.

[quote layout=”big”]”Questa è la storia di uno spirito senza compromessi, senza patria e ideologie che limitano, e di un’amicizia”. “E’ allo stesso modo, una storia sulla cultura della vita e del balletto che Nureyev ha lasciato in Russia.”[/quote]

Queste le parole di Fiennes, alla sua 3° regia. Nel 2011 l’esordio dietro la macchina da presa con Coriolanus. Rudolf Nureyev è morto di AIDS in una clinica parigina il 6 gennaio del 1993. Aveva solo 55 anni.

Fonte: HollywoodReporter

I Video di Cineblog