David 2017, Indivisibili e La pazza Gioia davanti a tutti

Annunciati i candidati ai David di Donatello 2017, Oscar del Cinema italiano.

Un testa a testra tra un gigante della cinematografia nazionale e un 38enne finalmente esploso alla sua opera terza. Paolo Virzì e Edoardo De Angelis guidano il listone delle nomination ai David di Donatello 2017, Oscar del cinema italiano, rispettivamente con La Pazza Gioia e Indivisibili. 17 candidature a testa per le due pellicole, seguite a quota 16 da Veloce come il Vento di Matteo Rovere, dalle 10 di Fai bei sogni di Marco Bellocchio, dalle 9 de La stoffa dei sogni di Gianfranco Cabiddu, dalle 7 di In guerra per amore di Pif, dalle 6 di Fiore di Alessandro Giovannesi e dalle 5 de Le confessioni di Roberto Andò. Candidature, lo ricordiamo, che comprendono solo i film usciti al cinema dal 29 febbraio al 31 dicembre 2016. A votarli, dal 9 al 30 gennaio 2017, i 1429 componenti della Giuria dell’Accademia.

Sommando gli incassi dei 5 film in corsa per il David più ambito non si arriva neanche ai 10 milioni di euro, il 65% dei quali raccolti da La Pazza Gioia. Indivisibili, anche se acclamato dalla critica, non si è neanche lontanamente avvicinato al mezzo milione. Un problema di non poco conto, quello della visibilità di un certo tipo di cinema italiano, purtroppo snobbato dal grande pubblico.

Visto al Festival di Cannes, La Pazza Gioia tornò in Italia a mani vuote, ma con ottimi consensi di critica in tasca, così come capitato ad Indivisibili, inspiegabilmente sacrificato in una sezione minore del Festival di Venezia, anche se miglior titolo italiano in programma. Virzì ha già vinto 5 David, due dei quali per il miglior film (Ferie d’Agosto e Il capitale umano), mentre De Angelis non era mai stato neanche nominato. Valerio Mastandrea, già tre David vinti, rischia di compiere l’impresa del 2013, quando trionfò sia come miglior attore protagonista che non protagonista (Gli Equilibristi, Viva la libertà), avendo ottenuto un’altra doppia candidatura: Fai bei sogni come protagonista e Fiore come non protagonista. Tra le attrici sarà invece scontro frontale tra Micaela Ramazzotti e Valeria Bruni Tedeschi, entrambe nominate per la pellicola di Virzì e pronte a sfidare Daphne Scoccia (Fiore), le gemelle Angela e Marianna Fontana (Indivisibili) e Matilda De Angelis (Veloce come il vento). Mastandrea, invece, dovrà vedersela con Michele Riondino (La ragazza del mondo), Sergio Rubini (La stoffa dei sogni), Toni Servillo (Le confessioni) e Stefano Accorsi (Veloce come il cento) tra i protagonisti, e con Massimiliano Rossi (Indivisibili), Ennio Fantastichini (La stoffa dei sogni), Pierfrancesco Favino (Le confessioni) e Roberto De Franesco (Le ultime cose) tra i non protagonisti.

En-plein tra film e registi, con i 5 titoli candidati ‘pareggiati’ dai loro 5 direttori, con Io, Daniel Blake di Ken Loach favorito tra i film europei e Paterson di Jim Jarmusch tra i film stranieri. David che verranno assegnati lunedì 27 marzo con Alessandro Cattelan alla conduzione, in diretta dagli Studi De Paolis di Roma dalle 21.15 su Sky Cinema Uno HD, Sky Cinema David di Donatello HD, Sky Uno HD, Sky Arte HD e in chiaro su TV8.

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →