13 Regiments: Tsui Hark torna all’azione

Stando a quanto riportano media cinesi Tsui Hark (uno dei maestri della new wave hongkongese) starebbe ormai per iniziare la produzione del suo prossimo film d’azione: arti marziali per la precisione. Dopo il suo Seven Swords, che diciamocelo non ha entusiasmato nè pubblico nè critica, prova a tornare con un film che dovrebbe essere il

Stando a quanto riportano media cinesi Tsui Hark (uno dei maestri della new wave hongkongese) starebbe ormai per iniziare la produzione del suo prossimo film d’azione: arti marziali per la precisione.

Dopo il suo Seven Swords, che diciamocelo non ha entusiasmato nè pubblico nè critica, prova a tornare con un film che dovrebbe essere il film d’azione più costoso della storia (di Hong Kong? del cinema in toto?).

Si intitolerà 13 Regiments e tratterà di 13 artisti marziali con diverse abilità che combattono per recuperare tesori della cina e riportarli nei musei, oltre al kung fu dovrebbero trovare spazio un gran numero di discipline, dal kendo al judo fino ad arrivare al wrestling.

Sembra anche che saranno introdotti nuovi talenti dalla cina continentale piuttosto che puntare sui soliti attori Hongkongesi, che comunque saranno presenti, a partire da Donnie Yen e Simon Yam.

Io non sto già nella pelle.

Fonte: Kung Fu Cinema

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Orientali

Tutto su Film Orientali →