Star Trek 4: rivedremo lo Spock di Leonard Nimoy in CG?

Il figlio di Leonard Nimoy pensa che potrebbe essere una grande idea riportare in vita lo Spock di Star Trek interpretato dal padre con l'ausilio della CG.

star-trek-4-rivedremo-lo-spock-di-leonard-nimoy-in-cg.jpg

C'è uno Spock in CG nel futuro di Star Trek? Lo storico franchise creato da Gene Roddenberry e "riavviato" da JJ Abrams sembra avere un futuro luminoso nonostante Star Trek Beyond non sia stato proprio all'altezza delle aspettative per quanto riguarda gli incassi. Paramount sta sviluppando un quarto film di Star Trek che vedrà il ritorno di Chris Hemsworth nei panni di George Kirk al fianco di Chris Pine come James Kirk, il che significa che i due condivideranno lo schermo per la prima volta in questo nuovo franchise. CBS sta invece lavorando su Star Trek: Discovery, una nuova serie tv che andrà in onda entro la fine dell'anno. Purtroppo Leonard Nimoy è scomparso nel 2015 quindi non potremo rivederlo nel nuovo film di Star Trek, anche se il figlio dell'attore ha detto che sarebbe una grande idea riportarlo indietro come un personaggio in CG.

Il figlio di Leonard Nimoy, Adam Nimoy, è stato recentemente intervistato dal sito TrekMovie sul suo prossimo documentario dedicato a Deep Space Nine dal titolo What We Left Behind. Nel corso del colloquio gli è stato chiesto se fosse contrario ad utilizzare CG per resuscitare Spock e lui si è dimostrato sorprendentemente aperto all'idea.

Sì, penso che sia un'idea interessante. Mi è piaciuto quello che hanno fatto in Rogue One. Ho pensato che fosse abbastanza intelligente e devo dire francamente che mi ha entusiasmato. Tutte le cose che hanno fatto con Peter Cushing mi hanno sorpreso. Ho un debole per quel tipo di cose. Penso che dovrebbe sicuramente essere qualcosa da esplorare, ma io che decido in merito al fatto che possa accadere o meno, ma personalmente penso che sia una grande idea. Ci sono più parti coinvolte oltre a me sul fatto che ciò si possa realizzare. A livello personale penso che sarebbe bello.

Rogue One: A Star Wars è stato in grado di far risorgere una versione completamente in CG del defunto Peter Cushing come Grand Moff Tarkin. Non era la perfezione assoluta, ma ha indubbiamente ha funzionato e la tecnologia da qui in avanti può solo migliorare. Quindi non vi è alcun motivo di pensare che una futura produzione di Star Trek non possa usare tale tecnologia per riportare su schermo l'iconico vulcaniano. La questione diventa allora se sia in qualche modo irrispettoso rispetto alla memoria di chi non c'è più, ma questa è una questione un po' più complessa.

Adam Nimoy è certamente aperto a questa idea e Spock è un personaggio incredibilmente importante non solo per Star Trek, ma nella cultura pop in generale. Ci sono stati altri casi di utilizzo di CG per riportare personaggi scomparsi su grande schermo. Uno dei migliori esempi recenti è stato in Fast & Furious 7, dove una combinazione di CG e fratelli di Paul Walker è stata utilizzata per riportare nel film il personaggio di Brian O'Connor. Ci sono stati anche esempi di utilizzo di una tecnologia simile per ingiovanire attori come Michael Douglas in Ant-Man, Robert Downey Jr. in Captain America: Civil War e Anthony Hopkins in Westworld. L'utilizzo della stessa tecnologia è previsto anche per The Irishman, il prossimo film di Martin Scorsese prodotto da Netflix che utilizzerà CG per ringiovanire Robert De Niro e Al Pacino.

Per quanto riguarda Star Trek: Discovery, la nuova serie tv si svolge prima degli eventi della serie originale di Star Trek, quindi non è certo se Spock potrebbe apparire o meno, ma tutto può accadere in futuro, in particolare con Star Trek 4 all'orizzonte. Ricordiamo che il Chekov di Anton Yelchin dopo la tragica scomparsa dell'attore non fruirà di un nuovo interprete e sembra molto improbabile che qualcuno darebbe l'ok per una versione in CG del giovane Chekov.

 

Fonte: Movieweb

 

  • shares
  • Mail