Prigioniero del Papa Re - The Kidnapping of Edgardo Mortara si gira in Italia

The Kidnapping of Edgardo Mortara, nuovo film Steven Spielberg sarà girato in Italia in Umbria. Viterbo, Tuscania e alla Reggia di Caserta.

HOLLYWOOD, CA - JUNE 09: Director Steven Spielberg speaks onstage during American Film Institute’s 44th Life Achievement Award Gala Tribute show to John Williams at Dolby Theatre on June 9, 2016 in Hollywood, California. 26148_005 (Photo by Alberto E. Rodriguez/Getty Images for Turner)

Steven Spielberg ha scelto le location dove girare tra due mesi Prigioniero del Papa Re, il film tratto da The Kidnapping of Edgardo Mortara di David Kertzer, adattato per il grande schermo da Tony Kushner: il quattro volte regista premio Oscar ricreerà le atmosfere del Vaticano alla Reggia di Caserta, mentre gli esterni saranno registrati in alcune località umbre e nel viterbese. Scartata dunque Bologna, città dove il protagonista della storia, Edgardo, nacque nel 1851. A dare la notizia è stata Raffaella Leone, figlia di Sergio che co-produce il film insieme alla Dreamworks (fonte Repubblica.it).

Il film ci riporterà alla sera del 23 giugno del 1858, a Bologna, quando la polizia bussò alla porta della casa del rispettabile mercante ebreo Momolo Mortara, per farsi consegnare il figlio di sei anni Edgardo, in quanto all'Inquisitore di Bologna risultava che il bambino fosse stato segretamente battezzato e la legge dello Stato pontificio non tollerava che un bambino cristiano crescesse all'interno di una famiglia ebrea. Tra le proteste della famiglia, Edgardo iniziò un lungo viaggio verso Roma per diventare un buon cattolico. Ma la vicenda (e il suo seguito) non riguardò solo la famiglia Mortara. Mobilitò l'opinione pubblica liberale, indignò le comunità ebrariche, provocò l'entrata in scena del papa Pio IX stesso e finì per influenzare addirittura la storia d'Italia.

Il film può contare sulle musice di John Williams e sulle interpretazioni di Mark Rylance, nel ruolo di Papa Pio IX, Oscar Isaac e Isaac Eshete. Ancora top secret il nome del giovane protagonista: il regista sta ancora scegliendo tra centinaia di bambini tra i 6 e i 9 anni quello più adatto ad interpretare il ruolo del bambino di ascendenza italo-ebraica.

La Reggia di Caserta torna ad ospitare i set cinematografici hollywoodiani dopo aver aperto le porte a Guerre Stellari La minaccia fantasma (1997) e Guerre Stellari L'attacco dei cloni (2000), Mission Impossibile III (2006), Angeli e Demoni (2008).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail