Box Office Italia 8 aprile, I Puffi in testa al sabato ma incassi disastrosi

Classe Z, Il Permesso e La verità vi spiego sull'amore confermano il momento NO del cinema italiano in sala.

la-bella-e-la-bestia-colonna-sonora-del-live-action-disney.jpg

Sono bastati appena 308.494 euro ai Puffi per conquistare la vetta del sabato cinematografico italiano. Sarà un weekend da far tremare ai polsi agli esercenti, quello che si concluderà oggi, con La Bella e la Bestia per la prima volta secondo dopo quasi un mese di incontrastato dominio. 275.392 euro per il titolo Disney, con Ghost in the Shell 3° a quota 166.744 euro.

Male i Power Rangers con 143.892 euro, seguiti dai 98.705 euro di Classe Z, dai 79.170 euro di Underworld 5, dai 74.480 euro di Piccoli Crimini Coniugali, dai 73.939 euro de l'Altro volto della Speranza, dai 68.818 euro de Il permesso e dai 58.211 euro de Il segreto.


Box Office 8 aprile



  • I PUFFI: VIAGGIO NELLA FORESTA SEGRETA € 308.494 - 47.520 spettatori

  • LA BELLA E LA BESTIA € 275.392 - 39.377 spettatori

  • GHOST IN THE SHELL € 166.744 - 22.757 spettatori

  • POWER RANGERS € 143.892 - 20.973 spettatori

  • CLASSE Z € 98.705 - 14.061 spettatori

  • UNDERWORLD: BLOOD WARS - 3D € 79.170 - 10.880 spettatori

  • PICCOLI CRIMINI CONIUGALI € 74.480 - 11.268 spettatori

  • L'ALTRO VOLTO DELLA SPERANZA € 73.939 - 11.495 spettatori

  • IL PERMESSO - 48 ORE FUORI € 68.818 - 10.269 spettatori

  • IL SEGRETO € 58.211 - 9.269 spettatori


Box Office Italia 7 aprile

La Bella e la Bestia batte anche I Puffi e Ghost in the Shell


Primo anche ieri. Altri 124.928 euro in cassa per La Bella e la Bestia, finito di nuovo davanti ai Puffi, secondi con 100.275 euro. Bronzo a quota 76.145 euro per Ghost in the Shell, seguito dai 63.181 euro di Power Rangers e dai 35.660 euro di Underworld 5. New entry partite tutte con il freno a mano tirato.

Sesta piazza con 32.134 euro per Il permesso, seguito dai 26.174 euro di Piccoli Crimini Coniugali, dai 25.322 euro de l'Altro volto della Speranza, dai 24.158 euro de Il segreto e dai 23.977 euro di Classe Z.


Box Office 7 aprile



  • LA BELLA E LA BESTIA € 124.928 - 20.342 spettatori

  • I PUFFI: VIAGGIO NELLA FORESTA SEGRETA € 100.275 - 16.856 spettatori

  • GHOST IN THE SHELL € 76.145 - 11.202 spettatori

  • POWER RANGERS € 63.181 - 9.719 spettatori

  • UNDERWORLD: BLOOD WARS € 35.660 - 5.335 spettatori

  • IL PERMESSO - 48 ORE FUORI € 32.134 - 5.454 spettatori

  • PICCOLI CRIMINI CONIUGALI € 26.174 - 4.373 spettatori

  • L'ALTRO VOLTO DELLA SPERANZA € 25.322 - 4.393 spettatori

  • IL SEGRETO € 24.158 - 4.150 spettatori

  • CLASSE Z € 23.977 - 3.863 spettatori


Un giovedì dagli incassi miseri, quello andato in scena ieri, anche se traianto da ricche novità. In sala dal 16 marzo, La Bella e la Bestia non ha mai abbandonato la vetta del botteghino, confermata anche ieri con appena 82.318 euro in 24 ore. Totale di 18.248.259 euro per il titolo Disney, che punta ad abbattere il muro dei 20 milioni nel weekend. Sconfitti I Puffi, esordienti con 65.506 euro e di un niente finiti davanti a Ghost in the Shell, 3° a quota 57.908 euro.

Solo quarti al debutto i Power Rangers, partiti con 54.983 euro, seguiti dai 31.147 euro di Underworld 5, dai 24.220 euro de Il permesso e dai 17.932 euro di Ovunque tu Sarai. Chiusura di chart con i 16.194 euro do Piccoli Crimini Coniugali, i 15.056 di The Startup e i 14.806 euro de Il segreto.


Box Office 6 aprile



  • LA BELLA E LA BESTIA € 82.318 - 14.135 spettatori

  • I PUFFI: VIAGGIO NELLA FORESTA SEGRETA € 65.506 - 11.219 spettatori

  • GHOST IN THE SHELL € 57.908 - 9.124 spettatori

  • POWER RANGERS € 54.983 - 8.588 spettatori

  • UNDERWORLD: BLOOD WARS € 31.147 - 4.759 spettatori

  • IL PERMESSO - 48 ORE FUORI € 24.220 - 4.336 spettatori

  • OVUNQUE TU SARAI € 17.932 - 2.784 spettatori

  • PICCOLI CRIMINI CONIUGALI € 16.194 - 2.824 spettatori

  • THE STARTUP - ACCENDI IL TUO FUTURO € 15.056 - 2.550 spettatori

  • IL SEGRETO € 14.806 - 2.629 spettatori


Box Office Italia

La Bella e la Bestia batte anche Ghost in the Shell - disastrosi gli italiani

8 mesi consecutivi di recessione non si erano mai visti, al botteghino italiano. E' da agosto del 2016 che le casse del box office piangono, rispetto all'anno precedente, con quest'ultimo fine settimana che non ha neanche lontanamente invertito la rotta. Davanti a tutti, ancora una volta, La Bella e la Bestia. 2.3 milioni di euro in 4 giorni per il live-action Disney, che ha così raggiunto i 17.668.618 euro totali. Crollerà il muro dei 20. Dietro il titolo di Bill Condon, purtroppo, il vuoto. Per il 3° weekend consecutivo solo La Bella e la Bestia è riuscito a superare la soglia del milione in 4 giorni.

Sotto il milione c'è rimasto persino Ghost in the Shell, già deludente in America. Solo 936.630 euro per il titolo Universal, con 131.637 spettatori paganti e una media per sala di 2.054 euro. Una miseria di esordio. Ma c'è chi ha fatto peggio. Molto peggio. 285 sale e 442.867 euro per Classe Z (media per copia di 1.554 euro), 257 sale e 407.858 per Il Permesso (1.587 a copia) e addirittura 269 sale e appena 285.465 euro per La verità vi spiego sull'amore (media per copia di 1.061 euro). Un disastro tutto italiano, considerando anche il flop di Giovanni Veronesi con Non è un Paese per Giovani, arrivato ai 898.272 euro in 11 giorni e con un 2° weekend da 744 euro a sala. Tolti Siani e Ficarra e Picone, un 2017 difficilissimo per la cinematografia nazionale, con il genere 'commedia' senza più fiato.

Lanciato in 72 sale, lo splendido La Vendetta di un uomo tranquillo ha debuttato con 162.093 euro, facendo sua la 2° media per sala dietro La Bella e la Bestia, mentre Elle ha raggiunto i 756.683 euro, Life ha superato la soglia del milione e Il diritto di Contare si è avvicinato ai 2 e mezzo. Altro fine settimana inutilmente affollato quello in arrivo grazie alle uscite di Libere disobbedienti innamorate - In Between, Power Rangers, Underworld - Blood Wars, I Puffi - Viaggio nella foresta segreta, Virgin Mountain, L'altro volto della speranza di Aki Kaurismäki, Il segreto di Sheridan e l'immancabile fiumana di titoli italiani gettati alle ortiche: Ovunque tu Sarai, La parrucchiera di Incerti, Piccoli crimini coniugali di Infascelli e The Startup - Accendi il tuo futuro di D'Alatri.

  • shares
  • Mail