Stasera in tv: "G.I. Joe - La nascita dei Cobra" su Italia 1

Italia 1 stasera propone "G.I. Joe - La nascita dei Cobra". film d'azione del 2009 diretto da Stephen Sommers e interpretato da Joseph Gordon-Levitt, Channing Tatum, Dennis Quaid, Sienna Miller, Rachel Nichols, Ray Park e Marlon Wayans.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Cast e personaggi


Joseph Gordon-Levitt: Rex / Commander Cobra
Channing Tatum: Conrad Hauser / Duke
Dennis Quaid: Generale Clayton Abernathy / Hawk
Sienna Miller:Baronessa Anastacia DeCobray/La Baronessa
Rachel Nichols: Shana M. O'Hara / Scarlett
Ray Park: Snake Eyes
Marlon Wayans: Wallace Weems / Ripcord
Adewale Akinnuoye-Agbaje: Hershel Dalton / Heavy Duty
Saïd Taghmaoui: Abel Shaz / Breaker
Karolína Kurková: Courtney A. Kreiger / Cover Girl
Christopher Eccleston: James McCullen Destro XXIV / Destro
Byung-hun Lee: Thomas Arashikage / Storm Shadow
Arnold Vosloo: Zartan
Jonathan Pryce: Presidente degli Stati Uniti
Brendan Fraser: Sergente Stone (cameo)
David Murray: James McCullen IX
Gerald Okamura: Hard Master
Gregory Fitoussi: Barone De Cobray
Leo Howard: Giovane Snake Eyes
Brandon Soo Hoo: Giovane Storm Shadow
Jacques Frantz: Secondino

Doppiatori italiani

Andrea Mete: Rex / Commander Cobra
Simone D'Andrea: Conrad Hauser/Duke
Massimo Rossi: Generale Clayton Abernathy / Hawk
Francesca Fiorentini: Baronessa Anastacia DeCobray/La Baronessa
Domitilla D'Amico: Shana M. O'Hara / Scarlett
Fabrizio Vidale: Wallace Weems / Ripcord
Stefano Mondini: Hershel Dalton / Heavy Duty
Luigi Ferraro: Abel Shaz / Breaker
Ilaria Stagni: Courtney A. Kreiger / Cover Girl
Massimo Lodolo: James McCullen Destro XXIV / Destro
Gianfranco Miranda: Thomas Arashikage / Storm Shadow
Marco Mete: Zartan
Oliviero Dinelli: Presidente degli Stati Uniti
Fabrizio Pucci: Sergente Stone
Christian Iansante: James McCullen IX
Haruhiko Yamanouchi: Hard Master
Roberto Draghetti: Secondino

 

La trama


stasera-in-tv-g-i-joe-la-nascita-dei-cobra-su-italia-1-4.jpg

 

Dalle montagne centroasiatiche ai deserti egiziani, attraverso le affollate strade di Parigi fino ai ghiacci del Polo Nord, la squadra di ultra professionisti nota come G.I. JOE si lancia in un’avventura senza sosta, in cui la tecnologia di ultima generazione e il più sofisticato equipaggiamento militare saranno impiegati per combattere il pericoloso trafficante d’armi DESTRO ed evitare che la minacciosa e occulta organizzazione COBRA getti il mondo nel caos.

 

Il nostro commento


stasera-in-tv-g-i-joe-la-nascita-dei-cobra-su-italia-1.jpg

 

Primo lungometraggio formato live-action per G.I. Joe, iconica linea di giocattoli della Hasbro che a partire dal 1964 hanno creato una vera mitologia evolvendosi di decennio in decennio e generando un lungometraggio animato, serie tv, fumetti e le popolari "action figures".

G.I. Joe - La nascita dei Cobra di Stephen Sommers (La Mummia, Van Helsing) è visivamente impressionante e sfodera effetti digitali all’ennesima potenza, basta dare un’occhiata al convulso inseguimento parigino per rendersi conto della tecnologia messa in campo.

Purtroppo il film sente forte la mancanza di una sceenggiatura che doni ad ogni personaggio la giusta dimensione cinematografica e dialoghi almeno accettabili; guardando il film ci è venuto in mente il live-action anni '90 Street Figther con Jean-Claude Van Damme, i realizzatori hanno utilizzato lo stesso approccio tutta azione e poco cuore.

Rimane forte il carisma di uno dei personaggi più amati della linea di action figures, il ninja Snake Eyes, che guarda caso non solo è il più carismatico del gruppo, mettendo in ombra anche il "Capitan America" di Channing Tatum, ma è praticamente muto e mascherato per l’intero film. Questo la dice lunga sulla poca cura riservata ai personaggi che rimangono molto belli da vedere, ma inesorabilmente "vacui", su tutti la coppia Duke/Ripcord, il primo surclassato dal team di facinorosi e ipertecnologici compagni di squadra, il secondo designato spalla "comica" della pellicola lascia decisamente il tempo che trova.

"G.I. Joe - La nascita dei Cobra" si presenta come un bel giocattolone hi-tech, più videogame che film, che non mancherà di generare un moto di nostalgia nei fan del franchise e fornire un qualche appeal a chi cerca un cinema fracassone e tutto puntato sugli effetti speciali.

 

Dalle action figures agli eroi in carne ed ossa


stasera-in-tv-g-i-joe-la-nascita-dei-cobra-su-italia-1-6.jpg

 

G.I. JOE: basta solo il nome ad evocare immediatamente l’eroismo, il patriottismo e il rigore che caratterizzano questa squadra di professionisti che lotta contro il male del mondo. G.I. JOE ha allietato l’infanzia dei suoi numerosi seguaci, a partire dall’anno in cui la Hasbro lo lanciò sul mercato, il lontano 1964. “G.I. Joe è conosciuto da tutti, evoca subito delle immagini precise perché è molto popolare”, dichiara Lorenzo di Bonaventura, uno dei produttori di “G.I. JOE: La nascita dei Cobra”. “G.I. JOE ha introdotto le cosiddette ‘action figures’”, spiega il presidente e CEO della Hasbro Brian Goldner, uno dei produttori del film. “Questi pupazzetti di plastica hanno immediatamente preso piede fra i ragazzini. Per ognuno di loro era la personificazione di un eroe che poteva aiutarlo a sentirsi parte dell’azione”. La popolarità di G.I. JOE è proseguita durante la Guerra del Vietnam e anche in seguito, con nuovi gadget lanciati sul mercato; tuttavia il grande cambiamento della linea dell’Hasbro ha avuto luogo nel 1983. Quell’anno, infatti, i pupazzetti di plastica di G.I. JOE, che fino a quel momento misuravano 30 centimetri, furono ridotti a 7 centimetri, diventando immediatamente oggetti da collezione fra adulti e bambini. G.I. JOE inoltre non era un eroe solitario, bensì il rappresentante di una squadra di soldati super scelti, provenienti da tutto il mondo, e coadiuvati da una sofisticatissima tecnologia con cui portare a termine le loro operazioni. In “G.I. JOE: La nascita dei Cobra” troviamo RIPCORD, un esperto tiratore scelto e specialista di armi; SNAKE EYES, un guerriero ninja armato di spade Katana e di una pistola Glock, esperto di arti marziali, ricognizione e inflitrazione; SCARLETT, intelligente e temeraria, maestra di arti marziali e dotata di una balestra azionata a gas; BREAKER, uno specialista nel decifrare segreti codici elettronici e tecmologici; HEAVY DUTY, l’esperto di armi della squadra; il GENERALE HAWK, il comandante della squadra; COURTNEY “COVER GIRL” KREIGER, un’ex modella esperta di spionaggio, nonché assistente del GENERALE HAWK; e, ovviamente, DUKE, un combattente con un coraggio da vendere: è il leader di G.I. JOE nonché un validissimo soldato. “Ognuno di loro ha una competenza specifica e la squadra conta proprio sulle particolari qualità di ogni membro”, spiega di Bonaventura. Parallelamente alla popolare serie TV animata uscita nel 1985, è stata pubblicata anche una lunga serie di libri a fumetti che ha senza dubbio contribuito al rinnovamento di G.I. JOE e al consolidamento della sua accattivamente mitologia. La mescolanza delle nuove action figures con i libri a fumetti e la serie TV hanno definitivamente lanciato G.I. JOE oltre ogni possibile previsione. “G.I. JOE ha acceso la fantasia dei ragazzi dell’epoca”, spiega Goldner. “Il merchandise di G.I. JOE degli anni ’80 è diventato molto più popolare dell’originale degli anni ‘60”. Per quanto riguarda i fumetti, la Hasbro ha scelto di unirsi alla Marvel Comics. Un giovane curatore di testi di nome Larry Hama ha avuto il compito di creare una serie di libri a fumetti per G.I. JOE partendo da zero. In quel periodo, dice Hama, esistevano solo i disegni delle action figures, ma non c’era alcuna storia. “Durante un meeting è stato fatto il punto di ciò che avevamo: disegni delle action figures; un tizio con un fucile che diceva “Fanteria” e una ragazza con un arco che diceva “Intelligence”. Nient’altro”.

 

Curiosità sul film


stasera-in-tv-g-i-joe-la-nascita-dei-cobra-su-italia-1-2.jpg

  • Il film è stato candidato a 6 Razzie Awards: Peggior film, regista, sceneggiatura, attore non protagonista (Marlon Wayans), attrice non protagonista (Sienna Miller) e Peggior prequel, remake, rip-off o sequel. Il film ha vinto in una sola categoria, Peggior attrice non protagonista a Sienna Miller.

  • Il film ha fruito di un sequel, G.I. Joe - La vendetta uscito nel 2013.

  • Rachel Nichols si è ustionata e Sienna Miller si è slogata il polso durante le riprese della lotta tra Scarlett e la Baronessa.

  • Dennis Quaid ha preso il ruolo del Generale Hawk su insistenza di suo figlio, un fan dei G.I. Joe.

  • Lo stuntman e artista marziale Ray Park da bambino possedeva una action figure di Snake-Eyes. Era così felice di aver avuto il ruolo che si è preparato studiando Wushu e tutto ciò che riguardava i G.I. Joe (serie animate, fumetti e film). In seguito ha collaborato con lo sceneggiatore Kevin VanHook per esplorare ulteriormente la sua incarnazione del personaggio.

  • La cicatrice sotto l'occhio destro di Duke è un omaggio alla famosa cicatrice vista sull'action-figure originale del 1964.

  • Rachel Nichols era la prima scelta per il ruolo di Scarlett O'Hara.

  • Joseph Gordon-Levitt si è unito al cast quando gli è stata mostrata la maschera che avrebbe indossato come Commander Cobra.

  • In un'intervista Sienna Miller ha rivelato che 112 automobili sono state distrutte durante le riprese.

  • Per prepararsi per il ruolo della Baronessa, Sienna Miller ha trascorso quattro mesi allenandosi con pesi e boxe e ha imparato a sparare con armi vere.

  • Stephen Sommers ha avuto grande attenzione alla tecnologia descritta nel film, pescando da libri e riviste di tecnologia delle armi. Pare che il 100% della tecnologia vista nel film potrebbe essere sviluppata entro 10-20 anni.

  • G.I. Joe in campo militare era un termine generico utilizzato per i soldati di fanteria dell'esercito degli Stati Uniti durante la Seconda Guerra Mondiale. In una delle prime bozze della sceneggiatura  per questo film, G.I.J.O.E. stava per essere utilizzato come un acronimo per "Global Integrated Joint Operating Entity". E 'stato poi deciso di non seguire questa strada dopo le proteste dei fan.

  • Channing Tatum nel corso di un'intervista radiofonica ha rivelato di aver odiato girare questo film e che era stato costretto a farlo perché aveva firmato un contratto per tre film all'inizio della sua carriera, prima di trovare fama e un più ampio successo. Quando il film gli è stato offerto Tatum era insoddisfatto della sceneggiatura e ha chiesto se poteva passare la mano, ma gli fu detto che doveva farlo o sarebbe stato citato in giudizio. Tatum ha voluto però precisare che la sua avversione per il film è più a causa delle circostanze che lo hanno costretto a farlo per forza, mentre considera il prodotto finale come un "film che in realtà non era poi così male".

  • Per il film sono state coreografate oltre 250 esplosioni.

  • Il titolo del film "La nascita dei Cobra" è un riferimento a "La vendetta dei Cobra", il secondo arco narrativo dei fumetti G.I. Joe (1985). +

  • Nella saga il G.I. Joe Snake-Eyes è muto per un danno alla gola subito in combattimento. Nel film invece è muto non per un danno subito, ma per un voto di silenzio fatto per onorare il suo maestro ucciso.

  • Il produttore Lorenzo di Bonaventura originariamente voleva Mark Wahlberg per il ruolo di Duke.

  • La maschera di Commander Cobra è stata ridisegnata, in parte perché i registi hanno pensato che la versione originale  fosse troppo simile ad una maschera del Ku Klux Klan.

  • Il velivolo Cobra "Night Raven" nel film è molto diverso da quello di fumetti e serie animate. Nei fumetti e nelle serie il velivolo si basa sull'SR-71 Blackbird. Nel film è invece è molto simile al MiG-31 del film Firefox (1983).

  • Il film si svolge nel 2020.

  • Olga Kurylenko è stata considerata per il ruolo della Baronessa.

  • Gary Daniels e Scott Adkins hanno sostenuto un provino per il ruolo di Snake Eyes.

  • Emma Roberts ha rifiutato il ruolo di Scarlett.

  • Matthew Fox e Chris Evans sono stati considerati per il ruolo di Duke prima che Channing Tatum prendesse il ruolo.

  • Larry Hama creatore dei fumetti G.I. Joe è stato assunto come consulente creativo per il film. Ha anche ottenuto un cameo come un generale della NATO durante la presentazione dei nanomiti. Il ruolo è stato però tagliato in fase di montaggio e può essere visto solo nei campi lunghi del gruppo NATO.

  • Nella battaglia finale Heavy Duty esclama "Yo Joe!", si tratta del grido di battaglia originale utilizzato nei fumetti e serie animate.

  • Stephen Sommers ha girato parte del film come se stesse girando un film di James Bond inserendo omaggi a diversi film OO7:


Agente 007 - Missione Goldfinger

(1964) - La baronessa indossa una tuta in pelle sopra ad un abito da sera e utilizza anche un'automobile carica di armi a Parigi.

Agente 007 - Thunderball: Operazione tuono (1965) - La battaglia culminante si svolge in un covo sottomarino.

Agente 007 - Si vive solo due volte (1967) - appare una scuola di addestremento ninja.


  • L'aspetto di Commander Cobra si basa sulla sua apparizione nel film d'animazione G.I. Joe (uno scienziato sfigurato) e su due soldati Cobra: Maggiore Bludd (un ex soldato con un occhio solo) e il Dottor Mindbender (un esperto di controllo della mente che porta un monocolo).

  • La Torre Eiffel è distrutta dai Cobra con l'ausilio di Nanomiti. Nella miniserie "G.I. Joe: A Real American Hero" (1983) i Cobra utilizzano il dispositivo MASS per far scomparire la Torre Eiffel.

  • L'idea dei nanomiti COBRA è stata ispirata dal fumetto "G.I. Joe - The Trojan Gambit" incentrato sulla tecnologia COBRA.

  • La baronessa e Destro sono impiantati con nanotecnologia. Si tratta di un omaggio alla linea di action figures "G.I. Joe: Sigma 6" (2005), dove entrambi avevano dispositivi cibernetici impiantati nei loro corpi.

  • Il film costato 170 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 302.


La colonna sonora


stasera-in-tv-g-i-joe-la-nascita-dei-cobra-su-italia-1-3.jpg

  • Le musiche originali del film sono di Alan Silvestri (Ritorno al futuro, Predator, Captain America - Il primo Vendicatore, The Avengers). Silvestri torna a collaborare con il regista Stephen Sommers dopo aver musicato La mummia - Il ritorno e Van Helsing.


stasera-in-tv-g-i-joe-la-nascita-dei-cobra-su-italia-1-1.jpgTRACK LISTINGS:

1. Clan McCullen
2. Mars Industries
3. Delivering the Warheads
4. General Hawk
5. It Must Be NATO's Fault!
6. King Cobra
7. What Happened To Her?
8. I Promise
9. The Pit Battle
10. They Intend To Use Them
11. Snake Eyes
12. I Have A Target In Mind
13. The Joe's Mobilize
14. Northern Route
15. Who Are You?
16. Deploy the Sharks
17. Final Battle
18. Just About Close Enough
19. The Rise of Cobra
20. I'm Not Giving Up on You
21. End Credits

 

 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

  • shares
  • Mail