Guardiani della Galassia Vol. 2: James Gunn ringrazia i fan su Facebook

Il regista James Gunn ha utilizzato Facebook per condividere un messaggio di ringraziamento ai fan per il successo di "Guardiani della Galassia Vol. 2".

guardiani-della-galassia-vol-2-james-gunn-ringrazia-i-fan-su-facebook.jpg

Spesso è sin troppo facile mettersi di fronte ad un computer e denigrare un film o magari giudicarlo a livello tecnico con una certa supponenza, magari senza rendersi realmente conto del lavoro e delle pressioni che ci sono dietro a successi e flop, e sottovalutando l'abilità di filmmakers e produttori nel maneggiare budget stratosferici mettendoci la faccia.

Uno di questi filmmakers è il regista James Gunn che con Guardiani della Galassia Vol. 2 ci ha regalato un altro spassoso gioielllino che viaggia attualmente sui 223 milioni di dollari d'incasso a livello globale. Per ringraziare i fan, Gunn ha condiviso un messaggio via Facebook in cui parla del tempo trascorso a girare il film e condivide alcuni momenti molto personali e di grande difficoltà vissuti in gioventù.

Ho trascorso gli ultimi due anni e mezzo a fare un film, probabilmente un buon 95% di quel periodo non ho dormito, e a volte sembra che tutto sia legato a queste settimane di uscita nei cinema. Il film sta facendo incredibilmente bene in tutto il mondo, quasi il cinquanta per cento sul primo film in molti territori, e risultati a sorpresa in paesi in cui non è andato benissimo la prima volta (Salve Corea!). Sono eccezionalmente orgoglioso del risultato in paesi che ho visitato e dove mi sono fatto molti amici negli ultimi anni, in Thailandia, in Brasile, in Colombia, in Russia, nel Regno Unito. Mi avete accolto e ora sono una persona migliore grazie a voi.

Gunn ammette di controllare il box office ogni mattina, ma ribadisce che alla fine non sono gli incassi la cosa più importante.

Così, mentre debuttiamo in tutto il mondo mentirei se dicessi che non mi faccio distrarre dai numeri. La prima cosa che faccio al mattino quando scendo dal letto è controllare il mio telefono per gli aggiornamenti del box-office, ma alla fine non mi interessa, lo scrivo ora per farvelo sapere, ma anche per ricordarlo a me stesso. Perché sono umano e a volte lo dimentico.

Il messaggio continua e diventa molto personale.

Quando ero giovane mi sono sentito assolutamente solo, talvolta fino al punto di avere pensieri suicidi, non mi sono mai sentito parte di qualcosa, c'era un tempo che era incredibilmente difficile per me relazionarmi con altre persone e, nonostante fossi circondato da amore, ho avuto un momento in cui mi era impossibile viverlo e percepirlo. Ma ho trovato sollievo nell'intrattenimento popolare, nei fumetti Marvel, nella fantascienza e nei film horror, nella musica dei Sex Pistols, dei Replacements e dei Queen. Improvvisamente ho potuto vedere oltre la squallida periferia dove ho vissuto, per un mondo più magico, un mondo più in sintonia con quello che immaginavo. Talvolta queste opere erano semplicemente fantasiose fughe dalla realtà che mi distoglievano dalle difficoltà della mia vita interiore, ma altre volte, nei momenti più duri, forse attraverso le parole di Alice Cooper o di Freddie Mercury, attraverso i film di Cronenberg, o addirittura nel ruggito di Chewbacca, ho sperimentato qualcosa di più profondo, la realizzazione di non essere completamente solo. Qualcuno là fuori era strano e arrabbiato come me. Quindi questa mattina, mentre internet discute il box office e le sue numerose teorie intorno a ciò che significa (zzzzzzzz), vorrei ricordare che è veramente tutta assurdità e rumore. L'unico significato che il denaro ha per me è che posso pagare la mia ipoteca, far mangiare il mio cane e il mio gatto e continuare a fare film. Non ho lavorato due anni e mezzo solo per vedere salire più in alto una serie di numeri.

Gunn termina il suo messaggio assicurando ai fan che ama lavorare, che ama il lavoro che fa e che senza un pubblico non sarebbe in grado di farlo.

Io lavoro perché mi piace raccontare storie, lavoro perché amo le relazioni che ho con i miei collaboratori e lo faccio perché mi piace relazionarmi con la gente e il modo più semplice in cui riesco a farlo è attraverso la produzione di film. In modo che i cuori di alcuni bambini in Tailandia, in Inghilterra, in Colombia, in Brasile, in Giappone o in Russia, o in qualsiasi luogo, possano battere per i Guardiani. Sono un gruppo di disadattati dal cuore infranto le cui vite sono state prive di tenerezza e relazioni, che rende per loro quasi impossibile fidarsi di se stessi o di altri, ma stanno imparando, un passo alla volta. Sono me. Sono voi. Siamo Groot. E non importa quanto i leader mondiali vi dicano che non facciamo parte di questo insieme, non siete soli. Grazie tantissimo ai miei amici di Facebook per il sostegno negli ultimi due anni e mezzo e grazie per tutti i messaggi con cui lo avete dimostrato. Sappiamo di aver trovato la chiave per i vostri cuori. Vi amo tutti e continuerò ad essere qui con voi nei prossimi tre anni, mentre prepariamo il Vol. 3. Con amore James. Per favore continuate a bloccare gli spoiler.

Per quanto riguarda quest'ultimo riferimento agli spoiler, James Gunn sta progettando di tenere un incontro online con i fan tra poche settimane, una volta che il film sarà uscito in tutto il mondo.

 

 

  • shares
  • Mail