Stasera in tv: "I due volti di Gennaio" su Rai 3

Rai 3 stasera propone "I due volti di gennaio", film thriller del 2014 diretto da Hossein Amini e interpretato da Kirsten Dunst, Oscar Isaac e Viggo Mortensen.

 

Cast e personaggi


Viggo Mortensen: Chester MacFarland
Kirsten Dunst: Colette MacFarland
Oscar Isaac: Rydal
Yigit Özsener: Yahya
Nikos Mavrakis: giovane sulla barca
Prometheus Aleifer: giovane messicano
Ozan Tas:

Doppiatori italiani

Pino Insegno: Chester MacFarland
Domitilla D'Amico: Colette MacFarland
Gabriele Sabatini: Rydal

 

Trama e recensione


stasera-in-tv-i-due-volti-di-gennaio-su-rai-3-4.jpg

Grecia 1962. Tre esistenze si incrociano in un torbido triangolo: quella di Chester (Viggo Mortensen), elegante e carismatico consulente d'affari americano, di sua moglie Colette (Kirsten Dunst), giovane seducente e inquieta, e di Rydal (Oscar Isaac), una guida turistica in fuga dai fantasmi del passato.

Tra le rovine del Partenone, Rydal resta affascinato dalla bellezza di Colette e impressionato dalla ricchezza e raffinatezza del marito.

Ma non tutto è come sembra: l'apparente affabilità di Chester nasconde un labirinto di segreti, sangue e bugie. Gli eventi prendono una piega sinistra e, dopo un omicidio, in un crescendo di tensione e mistero, nessuno dei tre avrà più sotto controllo le proprie emozioni e i propri istinti...

 

 

Note di regia


stasera-in-tv-i-due-volti-di-gennaio-su-rai-3-2.jpg

"I due volti di gennaio" di Patricia Highsmith è un libro che ho letto per la prima volta oltre venti anni fa. Il romanzo era scritto in modo un po' generico, incoerente a volte, spesso illogico, ma in qualche modo la storia e i suoi personaggi imperfetti mi hanno colpito e non mi hanno più lasciato. E' l'unico libro che abbia adattato che mi sono sentito in dovere di dirigere, soprattutto perché ho riconosciuto come mie tante delle contraddizioni e della lacune emotive dei personaggi. La Highsmith ha una straordinaria capacità di far luce sulle parti di noi stessi che preferiamo nascondere, in particolare, la poca dignità dei sentimenti e dei comportamenti umani. I suoi personaggi sono bugiardi, truffatori, ubriachi; diventano irrazionalmente gelosi, paranoici e spesso stupidi. Eppure questi stessi difetti e contraddizioni sono ciò che li rendono così dolorosamente umani e facilmente riconoscibili. Nel film viene spesso esplorato il lato oscuro della natura umana, ma raramente il lato più debole. E' qusto ciò che mi ha affascinato del libro. C'è una parte, all'inizio del film, in cui Rydal (Oscar Isaac) parla degli "scherzi crudeli che gli Dei fanno agli uomini". Nel film i tre personaggi principali sono in balia degli Dei, ma allo stesso tempo li sfidano lottando contro il loro destino. Come regista ho provato grande entusiasmo ed interesse per tutti e tre. Non volevo studiarli attraverso un microscopio, ma essere complice dei loro errori, solidale con i loro dilemmi morali ed emotivi, e condividere la loro paura e il dolore. Non volevo raffigurare una versione da cartolina della Grecia o della Turchia degli anni '60, ma piuttosto mostrare un mondo che riflettesse il loro stato psicologico e la discesa nel loro personale mondo nascosto. Per me, nonostante tutti i loro difetti, questi personaggi sono eroici. La vita cospira contro di loro per sconfiggerli, ma nella scofitta sono ancor più umani e diginitosi, e questo è il grido di sfida contro gli Dei. [Hossein Amini]

 

Curiosità


stasera-in-tv-i-due-volti-di-gennaio-su-rai-3-5.jpg

  • La pellicola è l'adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo scritto nel 1954 da Patricia Highsmith (Il talento di Mr. Ripley), già portato sul grande schermo nel film tedesco "Die zwei Gesichter des Januar" del 1986, diretto da Wolfgang Storch e Gabriela Zerhau.

  • Il mese di gennaio prende il nome dal dio romano Giano (Ianuarius), divinità preposta alle porte e ai ponti, ma più in generale rappresentava ogni forma di passaggio e mutamento, di solito viene rappresentato con due facce, uno rivolta al futuro e l'altra al passato.

  • Le riprese principali sono iniziate nel mese di agosto 2012 con location ad Atene, Creta, Istanbul e presso gli Ealing Studios di Londra. Luoghi identificabili includono la moschea Küçük Hasan sul porto di Chania, un vicino caffè e il Grand Arsenal di Plateia Katehaki, le rovine di Knossos vicino a Iraklion e il Grand Bazaar di Istanbul.

  • Questo film segna l'esordio alla regia dello sceneggiatore Hossein Amini i cui crediti includono il crime Drive e il fantasy Biancaneve e il cacciatore.

  • Il cane visto nelle scene di apertura è Biggles, il cane di Viggo Mortensen.


 

 

 

La colonna sonora


stasera-in-tv-i-due-volti-di-gennaio-su-rai-3-3.jpg

  • Le musiche originali del film sono di Alberto Iglesias, compositore spagnolo plurivincitore del Premio Goya per la miglior colonna sonora e tre volte candidato al Premio Oscar. Iglesias è un collaboratore abituale del regista Pedro Almodóvar con il quale collabora dal film Il fiore del mio segreto (1995).

  • Altri crediti di Alberto Iglesias includono colonne sonore per Comandante di Oliver Stone, Il cacciatore di aquiloni di Marc Forster, Che - Guerriglia e Che - L'argentino di Steven Soderbergh, La talpa di Tomas Alfredson, Exodus - Dei e re di Ridley Scott.

  • La colonna sonora include i brani "Love Unforgotten" di Miltiades Papastamou e "Sousta" di Leonidas Lainakis & Michalis Mzaratsakis.


 

stasera-in-tv-i-due-volti-di-gennaio-su-rai-3-1.jpgTRACK LISTINGS

1. Main Titles (3:57)
2. Beautiful Colette (1:36)
3. The Bus (3:13)
4. Mountains (1:15)
5. Rydal (1:52)
6. Mr. McFarland (5:46)
7. Leaving the Hotel (1:32)
8. Chester & Colette (1:13)
9. Jealousy (0:53)
10. Looking for a Wife (3:43)
11. To Crete (1:34)
12. Father & Son (3:39)
13. The Beach (2:06)
14. Knosos (1:35)
15. Newspapers (3:17)
16. Airport I (2:30)
17. Into the Room (0:48)
18. The Boat (3:44
19. Airport II (1:51)
20. Instanbul (2:12)
21. Cafe Sultan (8:40)
22. The Two Faces of January (5:23)

Per ascoltare la colonna sonora integrale clicca QUI.

 

 

  • shares
  • Mail