• Film

Stasera in tv: “La mia vita è uno zoo” su Rai 1

Rai 1 stasera propone La mia vita è uno zoo (We Bought a Zoo), dramma biografico del 2011 diretto da Cameron Crowe e interpretato da Matt Damon, Thomas Haden Church, Colin Ford, Scarlett Johansson e Elle Fanning.

 

Cast e personaggi

Matt Damon: Benjamin Mee
Thomas Haden Church: Duncan Mee
Colin Ford: Dylan Mee
Maggie Elizabeth Jones: Rosie Mee
Scarlett Johansson: Kelly Foster
Patrick Fugit: Robin Jones
Elle Fanning: Lily Miska
Stephanie Szostak: Katherine Mee
John Michael Higgins: Walter Ferris
Angus Macfadyen: Peter MacCready
Carla Gallo: Rhonda Blair
Peter Riegert: Delbert McGinty
J. B. Smoove: Mr. Stevens
Michael Panes: Principale
Todd Stanton: Veterinario di San Diego

Doppiatori italiani

Fabio Boccanera: Benjamin Mee
Paolo Buglioni: Duncan Mee
Manuel Meli: Dylan Mee
Arianna Vignoli: Rosie Mee
Perla Liberatori: Kelly Foster
Emiliano Coltorti: Robin Jones
Emanuela Ionica: Lily Miska
Saverio Indrio: Peter MacCready
Nanni Baldini: Mr. Stevens

 

La trama

Benjamin Mee (Matt Damon) è uno scrittore di avventure e giornalista di un quotidiano di Los Angeles; è rimasto vedovo con i due figli e deve affrontare le difficoltà di crescerli. Augurandosi che un nuovo inizio e una vita diversa possano ravvivare lo spirito familiare, Mee lascia il lavoro e compra una vecchia casa di campagna con sette ettari di terreno fuori città; nel pacchetto è incluso uno straordinario atout: uno zoo chiamato Rosemoor Animal Park, in cui vivono dozzine di animali, curati dalla responsabile del parco Kelly Foster (Scarlett Johansson) e da un team di custodi scrupolosi. Benjamin, che ha poca esperienza, poco tempo e pochissimi soldi, decide di riaprire lo zoo, con l’aiuto della famiglia e della comunità locale. Ora non deve più scrivere una storia d’avventura, la deve vivere in prima persona…e proprio nel giardino dietro casa.

 

 

Benjamin Mee – La storia vera

stasera-in-tv-la-mia-vita-e-uno-zoo-su-rai-1-4.jpg

Nel 2006 Benjamin Mee, giornalista britannico del quotidiano The Guardian , e la sua famiglia si sono trasferiti dalla pacifica esistenza nel sud della Francia al Dartmoor Zoo nelle campagne inglesi del Devon. La famiglia comprendeva la moglie Katherine, la madre, il fratello e i figli piccoli Ella e Milo.

[quote layout=”big”]È accaduto nell’arco di diciotto mesi tra il 2006 e il 2007 quando, più o meno per caso, abbiamo deciso di comprare uno zoo. Stavamo cercando una casa ampia in cui, dopo la morte di mio padre, mia madre potesse vivere con la sua famiglia allargata. L’agente immobiliare ci segnalò moltissime proprietà differenti e questa sembrava l’ideale. Era un edificio vetusto con dodici camere da letto e un parco di dodici ettari in una bella zona della regione. Ma c’era una complicazione: 250 animali esotici nel parco. In dettaglio, c’erano la cucina, i bagni, le camera da letto… e svariati recinti per animali. Ovviamente, sulle prime abbiamo riso, ma siamo andati lo stesso a vedere la proprietà. Ci sono sempre piaciuti gli animali e ci siamo innamorati della casa, perciò abbiamo capito che non potevamo tirarci indietro. Lo zoo sarebbe stato chiuso se qualcuno non l’avesse comprato e circa metà degli animali sarebbero stati eliminati, perché era difficile trovare loro una sistemazione in breve tempo. Questo ha suscitato in noi un senso di missione e di dovere che ci ha fatto mettere da parte gli indugi. Una volta acquistata la proprietà, dovevamo assicurarci che lo zoo potesse riaprire al pubblico e diventare una fonte di reddito, il che era di per sé una vera e propria impresa.[/quote]

Nel giro di pochi mesi dopo l’acquisto dello zoo, Katherine, la moglie di Benjamin, che si stava rimettendo dopo essere stata malata di cancro, ha avuto una ricaduta ed è deceduta all’età di quarant’anni. Tre mesi più tardi, Benjamin Mee ha aperto lo zoo. Mee ricorda che l’apertura imminente dello zoo fu una buona distrazione dal dolore per il lutto che aveva colpito la famiglia.

[quote layout=”big”]Lavorare a stretto contatto con gli animali, la cui vita dipendeva da noi, è stato un processo catartico. Mentre la nostra esistenza era stata scombussolata da un evento tanto doloroso, bastava che guardassimo fuori dalle finestre per vedere la vita intorno a noi. C’erano persone che sorvegliavano e nutrivano gli animali ed eravamo a stretto contatto con l’intero ciclo della vita. Era un gran bell’ambiente in cui riprenderci dal nostro lutto.[/quote]

Essendo stato un giornalista, Mee sapeva di poter scrivere un libro sulle sue esperienze, ma prima ha pensato di tenere una rubrica su un quotidiano.

[quote layout=”big”]Ho immaginato che questo fosse un argomento interessante su cui scrivere e, anche quando Hollywood ha acquistato i diritti, non pensavo che il film sarebbe stato realizzato veramente. Quando ciò è accaduto, non mi aspettavo che fosse su scala così grande, con le star e il regista che sono stati scelti.[/quote]

Tutta l’avventura di Mee è stata poi narrata nell’autobiografia bestseller del 2008
We Bought a Zoo: The Amazing True Story of a Broken-Down Zoo, and the 200 Animals That Changed a Family Forever. Nell’autunno del 2007, prima dell’uscita del libro, la storia di Mee è stata ripercorsa in un documentario di successo, trasmesso in quattro puntate sulla BBC Two, intitolato “Ben’s Zoo”. Da allora, Mee ha diviso il suo tempo tra la gestione dello zoo e la partecipazione ad alcune conferenze in cui esorta il pubblico a perseguire i sogni che coltiva.

[quote layout=”big”]Sono testardo e non mi arrendo mai quando mi dicono che qualcosa è impossibile. Se rinunci in partenza, è sicuro che fallirai. Se ci provi, hai un’opportunità, anche quando sembra impossibile. Se questo messaggio ispira le persone, mi fa molto piacere. Se posso incoraggiare gli altri, anche in minima parte, a inseguire i sogni e vederli avverarsi a dispetto di tutto, sono veramente felice.[/quote]

 

 

 

Curiosità

stasera-in-tv-la-mia-vita-e-uno-zoo-su-rai-1-5.jpg
  • Il film è basato sulla storia vera di Benjamin Mee narrata nell’autobiografia bestseller del 2008 “We Bought a Zoo: The Amazing True Story of a Broken-Down Zoo, and the 200 Animals That Changed a Family Forever”.
  • Quando il personaggio di Matt Damon si arrampica sull’albero, i veri Benjamin Mee, Milo Mee (Dylan nel film) ed Ella Mee (Rosie nel film) possono essere visti nei panni della prima famiglia in fila. Nella scena, Benjamin Mee indossa quello che sembra essere un cappellino del Dartmoor Zoological Park, che è lo zoo reale che si trova in Inghilterra e su cui il film è basato.
  • Nel film, il personaggio, Rosie, fa riferimento a suo padre, Benjamin Mee, come “più bello” degli altri padri perché la maggior parte di loro non hanno i capelli. Il vero Benjamin Mee è completamente calvo.
  • Quando Benjamin Mee incontra per la prima volta il personale, Kelly ricorda che c’è un recinto debole tra il giaguaro e le tigri. Nel vero zoo di Dartmoor il giaguaro è scappato nel recinto della tigre.
  • Amy Adams, Mary Elizabeth Winstead e Rachel McAdams sono state considerate per il ruolo di Kelly Foster.
  • Tom Cruise, Ben Stiller e Leonardo DiCaprio sono stati considerati per il ruolo di Benjamin Mee.
  • Thomas Lennon è stato considerato per il ruolo di Walter Ferris.
  • Nel libro di memorie su cui si basa il film, Katherine rimane un personaggio predominante fino alla sua morte che arriva a metà racconto. Nel film invece il suo personaggio è morto dall’inizio e appare di tanto in tanto.
  • Il film costato 50 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 120.

 

 

La colonna sonora

stasera-in-tv-la-mia-vita-e-uno-zoo-su-rai-1-1.jpg
  • Le musiche originali del film sono del celebre artista Jónsi, della band islandese dei Sigur Rós.
  • Scritta in un battibaleno nell’arco di quattro mesi tra la scorsa estate e l’autunno presso i celebri Village Studios di Los Angeles e nello studio di registrazione che il musicista ha a casa sua in Islanda, la colonna sonora del film  comprende oltre mezz’ora di nuove musiche composte da Jónsi, incluse due canzoni e nove temi struggenti e bellissimi, oltre a nuove versioni di alcune canzoni tratte dall’acclamato album solista di Jónsi, “Go”, e a quella che è la melodia più celebre dei Sigur Rós, “Hoppípolla”.
  • Durante le riprese del film , si è fatto ampiamente ricorso alle musiche di alcuni artisti e gruppi, in particolare Pearl Jam, Eddie Vedder, Neil Young, Led Zeppelin, Tom Petty, Simon & Garfunkel, Leon Russell, Warren Zevon, Kanye West, Bon Iver, Daniel Lanois, Joni Mitchell, U2. Crowe faceva cenno a un assistente di produzione che avviava la riproduzione di alcune canzoni prima, durante e dopo le scene, tutte registrate su un laptop contenente una raccolta parziale delle musiche di Crowe (comprendente oltre 20.000 brani) e una playlist per quasi ogni scena del film.
  • La colonna sonora include anche i seguenti brani:“Don’t Come Around Here No More” di Tom Petty; “Do It Clean” di Echo & The Bunnymen, “Airline To Heaven” di Wilco, “Don’t Be Shy” di Cat Stevens, “Living With The Law” di Chris Whitley, “Last Medicine Dance” di Mike McCready, “Buckets of Rain” di Bob Dylan, “No Soy Del Valle” – Quantic Presenta Flowering Inferno, “Like I Told You” di Acetone, “Ashley Collective” di Mike McCready, “For A Few Dollars More” di The Upsetters, “Hunger Strike” di Temple Of The Dog, “Mariachi El Bronx” di Mariachi El Bronx, “Haleakala Sunset” di CKsquared, “Cinnamon Girl” (Live) di Neil Young, “Holocene” di Bon Iver, “Throwing Arrows” di Mike McCready, “Work To Do” di The Isley Brothers, “All Your Love (I Miss Loving)” di Otis Rush, “I Think It’s Going To Rain Today” di Randy Newman.

 

stasera-in-tv-la-mia-vita-e-uno-zoo-su-rai-1-6.jpgTRACK LISTINGS

1. Why Not
2. AEvin Endar – Jònsi
3. Boy Lilikoi – Jònsi
3. Sun
4. Brambles
5. Sinking Friendships – Jònsi
6. We Bought A Zoo
7. Hoppipolla’ – Sigur Ros
8. Snaerisendar
9. Sink
10. Go Do – Jònsi
11. Whole Made of Pieces
12. Humming
13. First Day
14. Gathering Stories – Jònsi

Per ascoltare la colonna sonora integrale clicca QUI.