• Film

Wonder Woman, critiche eccellenti negli States: ma quanto incasserà all’esordio?

Esordio boom da quasi 100 milioni di dollari per Wonder Woman. Questo dicono le previsioni americane.

Forse nessuno, nemmeno i capoccioni Warner, avrebbe mai potuto immaginare critiche tanto positive nei confronti di Wonder Woman. Accolta tiepidamente in Italia, la pellicola diretta da Patty Jenkins ha fatto furore tra i critici a stelle e strisce, con un 92% di recensioni positive su Rotten Tomatoes che la fa volare addirittura sopra Batman Begins di Christopher Nolan (84%) e The Dark Knight Rises (87%), per rimanere in casa Dc Comics (The Dark Knight è al 94%), annientando in un sol colpo le stroncature targate Man of Steel (55%), Batman v Superman (28%) e Suicide Squad (23%).

Applausi che dovrebbero suscitare notevoli incassi in patria. Secondo le ultime previsioni, infatti, Wonder Woman potrebbe esordire con 96/100 milioni di dollari in 72 ore. Se così fosse si tratterebbe di un vero trionfo per la prima supereroina della Storia del Cinema ad avere un lungometraggio interamente dedicato. Con un colpo solo l’israeliana Gal Godot cancellerebbe i flop di Catwoman (2004) ed Elektra (2005), dando inoltre ancor più forza alle registe donne.

Patty Jenkins, se le previsioni fossero esatte, farebbe suo il più grande esordio di una regista al box office americano. Dai mercati internazionali, inoltre, dovrebbero arrivare almeno altri 150 milioni, visto e considerato che Wonder Woman uscirà contemporaneamente in altri decine di Paesi. Italia e, soprattutto, Cina compresa.

Fonte: HollywoodReporter