• Film

Ghostbusters, Dan Aykroyd durissimo con Paul Feig: ‘ha speso troppo, un sequel non è conveniente’

Ghostbusters, il reboot non avrà sequel. Parola di Dan Aykroyd.

Costato ben 144 milioni di dollari, spese di lancio escluse, il reboot al femminile dei Ghostbusters ha incassato appena 229,147,509 dollari in tutto il mondo, facendo perdere alla Sony una cinquantina di milioni. Dan Aykroyd, non solo tra i protagonisti dei primi storici due capitoli bensì anche produttore di questo rilancio, è tornato a parlare della pellicola di Paul Feig attaccando duramente il regista, accusato di aver ‘speso troppo’.

Intervistato all’interno del programma Sunday Brunch, su Channel 4, Aykroyd non si è certamente fatto pregare per affondare Feig.

[quote layout=”big”]’Le ragazze sono state fantastiche. Kate McKinnon, Melissa McCarthy, Kristen Wiig e Leslie Jones sono meravigliose. Ero davvero felice del film, ma è costato troppo. Alla Sony non piace perdere soldi. Ha fatto abbastanza soldi nel mondo, ma è costato troppo e un sequel non è praticabile. E questo è un vero peccato. Il regista ha speso troppo, non ha voluto girare le scene che gli avevamo suggerito. “Non ce n’è bisogno”, diceva. Poi abbiamo fatto i test screening e si è reso conto che c’era bisogno di quelle scene ed è dovuto tornare sul set. Le riprese aggiuntive sono costate tra i 30 e i 40 milioni di dollari. Non credo che tornerà lavorare con la Sony molto presto’.[/quote]

Delle vere e proprie cannontate, quelle sparate da Aykroyd, con Feig chiamato ad una replica. Cestinata l’opzione Ghostbusters 2, a meno di un altro clamoroso reboot (magari al maschile?), gli Acchiappafantasmi dovrebbero comunque tornare in sala con un lungometraggio animato.

Fonte: DigitalSpy