Elizabeth Banks chiede scusa a Steven Spielberg: ‘ho sbagliato, mi dispiace’

Elizabeth Banks ammette di aver preso un granchio e chiede scusa a Steven Spielberg.

Hanno fatto il giro del mondo le dichiarazioni rilasciate da Elizabeth Banks durante gli Awards Women in Film Crystal Lucy Awards. L’attrice e regista ha infatti attaccato Steven Spielberg, da lei accusato di non aver mai girato film con protagoniste femminili.

[quote layout=”big”]«Sono passata da “Indiana Jones” a “Lo squalo”, e tra tutti i film di Steven Spielberg, devo dire la verità, non ce n’è uno che abbia un protagonista femminile». «Scusa Steven, non che voglia metterti nei pasticci, ma è la verità!».[/quote]

Come scritto ieri, la Banks ha clamorosamente dimenticato Il Colore Viola, capolavoro del 1985 candidato ad 11 premi Oscar, tant’è che nella notte, su Twitter, Elizabeth ha fatto un passo indietro e chiesto scusa al padre di E.T.

[quote layout=”big”]
‘Ho strutturato i miei commenti in modo sbagliato. Voglio essere chiara fin dall’inizio: mi assumo la piena responsabilità di ciò che ho detto e mi dispiace. Quando ho fatto quel commento stavo pensando ai film più recenti che Steven ha diretto, non era mia intenzione respingere l’importanza dell’iconico Il Colore Viola. Coloro che hanno il privilegio e l’onore di dirigere e produrre film devono tener conto dei propri errori, sia che si tratti di diversità o di dichiarazioni imprecise. Mi dispiace’.[/quote]

L’Hollywood Reporter ha provato a contattare Steven Spielberg per una replica, ma Marvin Levy, suo portavoce, ha declinato l’invito perché il regista è attualmente sul set per girare The Papers. Film, per la gioia della Banks, che vede Meryl Streep in un ruolo centrale nei panni di Katharine Graham, primo editore donna d’America. Da non dimenticare, tra i film con protagoniste donne girati da Spielberg, anche l’ultimissimo Il GGG, con la 12enne Ruby Barnhill mattatrice, e Sugarland Express con Goldie Hawn. Insomma, bene ha fatto la Banks a chiedere scusa per il clamoroso e gratuito abbaglio.