The Wicked Gift: nuovo trailer dell’horror psicologico di Roberto D’Antona

The Wicked Gift: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film horror di Roberto D’Antona nei cinema italiani dal 5 aprile 2018.

 

Con una nuova data di uscita fissata al 5 aprile 2018, arriva nei cinema d’Italia The Wicked Gift, opera prima scritta, diretta, prodotta e interpretata da Roberto D’Antona.

Il film è un thriller psicologico con venature horror ha già collezionato diversi premi in vari festival italiani e internazionali. La trama segue Ethan un giovane e solitario professionista che viene perseguitato nei propri sogni da orrende visioni. Quando strane e violente morti cominciano a verificarsi intorno a lui, Ethan capisce di essere al centro di qualcosa di oscuro e terribile e deciderà di sciogliere il mistero, indagando nei propri sogni insieme al suo migliore amico e ad una medium. Traumi repressi e paure inconsce si intersecano ad elementi sovrannaturali, in una trama per niente scontata, che accompagnerà lo spettatore ad esplorare il subconscio del protagonista, un uomo comune e solitario, il classico “ragazzo della porta accanto”, fino al “Gran Finale”.

The Wicked Gift vede protagonisti Roberto D’Antona, Annamaria Lorusso, Francesco Emulo,
Kateryna Korchynska, Alice Viganò, David White, Mirko D’Antona, Andrea Milan e Michael Segal.

La colonna sonora è della compositrice Aurora Rochez (disponibile su Spotify). Dopo l’uscita nei cinema, The Wicked Gift troverà distribuzione in DVD e BluRay grazie a CG Entertainment.

 

 

NOTE DEL REGISTA ROBERTO D’ANTONA

Due cose mi hanno sempre terrorizzato: gli incubi e i fantasmi. Così mi sono sempre ripromesso che il mio primo film avrebbe trattato questi argomenti. Sono numerosi i film horror che parlano di fantasmi, premonizioni e incubi ed è davvero difficile oggi realizzare qualcosa di originale al 100%, perciò quando io ed Annamaria Lorusso abbiamo pensato alla trama del film, abbiamo deciso di non creare una storia puramente horror bensì un thriller psicologico con varie sfumature di generi.

Prima di scrivere la sceneggiatura, ero consapevole che un film di questo tipo sarebbe dovuto essere inquietante e spaventoso, così ho guardato vari film per studiare, analizzare e concentrarmi su quali elementi potessero renderlo davvero inquietante. Sono passato da grandi classici come Evil Dead e Dracula di Bram Stoker a grandi titoli più recenti come The Conjuring, Insidious e The Witch per poi metterci del mio per renderlo un film che avesse del personale e mostrare al pubblico le mie più grandi paure e fobie come perdere i denti, morire nei propri sogni, aver paura di essere soli in casa di notte, sperando che nel buio alle nostre spalle non si nasconda qualcosa o qualcuno di “non terreno” e soprattutto che al mio risveglio, il mio incubo non diventi una realtà. Quindi, posso affermare con certezza che le scene di terrore, raccontate nel film, sono situazioni che ho vissuto o che mi spaventerebbero a morte.

La colonna sonora che ho progettato con la mia compositrice Aurora Rochez, consiste in violini striduli per creare disagio nello spettatore, piano e cori per creare quell’atmosfera di terrore e paura. Una grande ispirazione sono state le splendide colonne sonore di The Witch, Insidious e Il Sesto Senso. Nelle scene più dolci e tranquille invece, abbiamo deciso di creare una colonna sonora che richiamasse il tanto amato periodo musicale degli anni 80 per rilassare lo spettatore. Credo che Rochez abbia fatto un ottimo lavoro, riuscendo a comprendere perfettamente quel senso di inquietudine, dramma e nostalgia che cercavo per il film.

La mia prima visione horror da bambino è stata la miniserie IT e mi terrorizzò letteralmente.
Quando sono cresciuto poi, ho amato e apprezzato tantissimo il cinema horror (e non solo) di Sam Raimi, John Carpenter e i ghost movie orientali. Vorrei che il pubblico guardasse e si godesse il film come una storia intrigante e inquietante, realizzata in vecchio stile, senza l’uso di effetti digitali nelle scene di paura, ma con fantasmi interpretati da attori veri in carne e ossa e situazioni credibili o possibili. Per me significherebbe molto sapere che gli appassionati di horror apprezzino e riconoscano che questo film possa portare un vento differente dai classici horror Italiani, spero che vedano e riconoscano l’amore e la passione da parte di tutto il team nella realizzazione di questo film.

 

 

 

The Wicked Gift: secondo trailer, poster e data di uscita dell’horror psicologico di Roberto D’Antona

 

Articolo pubblicato il 18 settembre 2017

 

Annunciata in occasione dell’Italian Horror Show di Latina la data di uscita di The Wicked Gift, l’horror/thriller psicologico del giovane regista italiano Roberto D’Antona che approderà nelle sale italiane il 6 dicembre. Durante l’evento, al quale hanno partecipato oltre al regista, anche l’attrice e coproduttrice del film insieme a D’Antona Annamaria Lorusso e l’attore Michael Segal, è stato presentato anche un nuovo trailer che vi proponiamo insieme ad una nuova locandina ufficiale del film.

Dopo il successo internazionale della serie tv “The Reaping”, disponibile da qualche giorno online in Dvd e BluRay, che ha ottenuto numerosi consensi dalla critica e vittorie nei varifestival di tutto il mondo, D’Antona arriva al cinema con un progetto ambizioso, co-prodotto e distribuito da Movie Planet Group.

“The Wicked Gift” è un horror psicologico che vuole discostarsi totalmente dai clichè del cinema italiano del genere, ispirandosi, nella regia e nei temi trattati, all’horror contemporaneo statunitense e australiano.

 

Ethan è un giovane designer, timido e piuttosto riservato che da anni è
afflitto da insonnia a causa di terribili incubi. Decide di andare in terapia per risolvere il suo problema pensando di avere disturbi della personalità, ma sarà grazie all’aiuto del suo migliore amico e di una Medium che affronterà il lungo viaggio che lo condurrà alla consapevolezza che i suoi incubi nascondono qualcosa di molto più oscuro di quanto potesse immaginare.

 

Il film vede protagonisti Roberto D’Antona, Annamaria Lorusso, Francesco Emulo e
Kateryna Korchynska. Il cast è completato da Alice Viganò, David White, Mirko D’Antona, Andrea Milan, e Michael Segal.

 

the-wicked-gift-nuovo-trailer-poster-e-data-di-uscita-dellhorror-psicologico-di-di-roberto-dantona-1.jpg

 

 

The Wicked Gift: trailer e poster del thriller-horror di Roberto D’Antona

 

Insonnia, paura e terrore al centro di The Wicked Gift, primo progetto cinematografico di Roberto D’Antona, apprezzato e pluripremiato giovane attore/regista indipendente italiano che ha già all’attivo diverse pellicole di genere.

The Wicked Gift è un thriller/horror indipendente, scritto dallo stesso D’Antona e sviluppato insieme alla sua partner professionale Annamaria Lorusso (insieme hanno recentemente dato vita alla casa di produzione L/D Production) è stato co-prodotto dalla Movie Planet e riceverà una distribuzione cinematografica su tutto il territorio nazionale.

 

Ethan è un giovane designer, timido e piuttosto riservato che da anni è afflitto da insonnia a causa di terribili incubi. Decide di andare in terapia per risolvere il suo problema pensando di avere disturbi della personalità, ma sarà grazie all’aiuto del suo migliore amico e di una Medium che affronterà il lungo viaggio che lo condurrà alla consapevolezza che i suoi incubi nascondono qualcosa di molto più oscuro di quanto potesse immaginare.

 

Ad interpretare i quattro protagonisti, Roberto D’Antona, Annamaria Lorusso, Francesco Emulo e Kateryna Korchynska. Nel cast, che proviene tutto dai circuiti internazionali indipendenti, anche Alice Viganò, David White, Mirko D’Antona, Andrea Milan, e Michael Segal.

Nato con una impronta tipicamente “indipendente” per quanto riguarda i temi e la libertà espressiva e artistica e realizzato tutto in Italia, The Wicked Gift ben si presta ad una distribuzione mainstream, grazie ad uno stile di fotografia e ad una realizzazione registica dall’impronta tipicamente internazionale, distinguendosi pertanto nettamente dai classici horror italiani.

[quote layout=”big” cite=”Roberto D’Antona – Regista]Prima di scrivere la sceneggiatura, ero consapevole che un film di questo tipo sarebbe dovuto essere inquietante e spaventoso, così ho guardato vari film per studiare, analizzare e concentrarmi su quali elementi potessero renderlo davvero inquietante. Sono passato da grandi classici come “Evil Dead” e “Dracula di Bram Stoker” a grandi titoli più recenti come “The Conjuring”, “Insidious” e “The Witch” per poi metterci del mio per renderlo un film che avesse del personale e mostrare al pubblico le mie più grandi paure e fobie come perdere i denti, morire nei propri sogni, aver paura di essere soli in casa di notte, sperando che nel buio alle nostre spalle non si nasconda qualcosa o qualcuno di “non terreno” e soprattutto che al mio risveglio, il mio incubo non diventi una realtà. Quindi, posso affermare con certezza che le scene di terrore, raccontate nel film, sono situazioni che ho vissuto o che mi spaventerebbero a morte.[/quote]

 

the-wicked-gift-trailer-e-poster-del-thriller-horror-di-roberto-dantona-2.jpg

 

 

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →