• Film

Venezia e Roma, arrivano anche John Woo e Detroit di Kathryn Bigelow

Zhuibu (Manhunt) di John Woo in anteprima mondiale alla Mostra del Cinema di Venezia.

Giornata di novità per i due imminenti Festival cinematografici d’Italia. Venezia e Roma. Tre nuovi titoli in anteprima mondiale sono stati infatti aggiunti al programma della 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (30 agosto – 9 settembre), diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale presieduta da Paolo Baratta.

Stiamo parlando di Zhuibu (Manhunt), l’atteso ritorno di John Woo al thriller poliziesco che lo ha reso famoso con The Killer e Hardboiled. Remake contemporaneo di un classico giapponese del genere, è la storia di un uomo cinese incastrato per omicidio in Giappone, che tenta di riabilitare il suo nome mentre deve sfuggire alla caccia della polizia giapponese e agli attacchi di misteriosi killer. John Woo ha ricevuto a Venezia il Leone d’oro alla carriera nel 2010. Il film verrà presentato Fuori Concorso.

Altro film aggiunto quest’oggi L’ordine delle cose di Andrea Segre (Io sono Li, La prima neve), che racconta la storia di Corrado, poliziotto di una task force specializzata nella gestione del sistema di controllo dei flussi migratori. Corrado riceve il compito di coordinare una delicata missione in Libia e lì incontra Swada, una donna somala che sta cercando di raggiungere il marito in Finlandia. Il film verrà presentato in Proiezioni speciali.

Ultimo titolo L’Enigma di Jean Rouch a Torino – Cronaca di un film raté di Marco di Castri, Paolo Favaro, Daniele Pianciola, documentario che racconta la storia di quello che fu un vero “laboratorio d’idee”, e la nascita del film che ne è derivato: Enigma. Il documentario ricostruisce i due anni che intercorsero tra l’arrivo di Jean Rouch e la conclusione del progetto, attraverso la voce dei suoi protagonisti in dialogo con un materiale straordinario: oltre 20 ore di making of. Il film sarà presentato all’interno della sezione competitiva Venezia Classici – Documentari.

Per quanto riguarda la Capitale, invece, sbarcherà nella Città Eterna l’atteso Detroit di Kathryn Bigelow, acclamato dalla stampa Usa e chiamato ad impreziosire la dodicesima edizione della Festa del Cinema. Il film rievoca uno dei più tragici episodi della storia statunitense, ovvero la sommossa che ha attraversato le strade della metropoli americana esattamente cinquant’anni fa, fra il 23 e il 27 luglio 1967. Queste le parole di Antonio Monda, direttore artistico della manifestazione.

[quote layout=”big”]“Un nuovo film straordinario di una grandissima regista. Un’opera potente e magistrale che riesce a rimanere asciutta senza cadere nella trappola del film denuncia, pur raccontando agghiaccianti episodi del passato che evocano, drammaticamente, fatti di tragica attualità. È un grande onore presentare un film di questa qualità alla Festa del Cinema”.[/quote]