• Film

Stasera in tv: “Un uomo chiamato Charro” su Rete 4

Rete 4 stasera propone Un uomo chiamato Charro (Charro!), film western del 1969 diretto da Charles Marquis Warren e interpretato da Elvis Presley, Ina Balin e Victor French.

[blogo-video id=”759202″ title=”Charro – Trailer” content=”” provider=”youtube” image_url=”http://media.cineblog.it/5/5e1/hqdefault-jpg.png” thumb_maxres=”0″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=jZUlJPSJ0z0″ embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzU5MjAyJyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9qWlVsSlBTSjB6MD9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzc1OTIwMntwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzU5MjAyIC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzU5MjAyIGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]

 

Cast e personaggi

Elvis Presley: Jesse Wade
Ina Balin: Tracy Winters
Victor French: Vince Hackett
Solomon Sturges: Billy Roy Hackett
James Almanzar: Sceriffo Ramsey
Barbara Werle: Sara Ramsey

Doppiatori italiani

Rino Bolognesi: Elvis Presley
Roberto Villa: Victor French

 

La trama

 

Jess Wade (Elvis Presley), un ex fuorilegge ora sceriffo, cerca di recuperare un prezioso cannone d’oro trafugato dalla sua ex banda. Jess riesce a catturare uno dei memnbri della sua vecchia banda, ma scatena una rappresaglia che lo vedrà impegnato a difendere il suo villaggio da un feroce assalto dei suo ex compari.

 

 

Curiosità e colonna sonora

stasera-in-tv-un-uomo-chiamato-charro-su-rete-4-3.jpg
  • Questo è l’unico film in cui Elvis Presley non canta. L’unica canzone inclusa è quella dei titoli di testa.
  • Questo è l’unico film in cui Elvis Presley porta la barba.
  • Questo film era parte di un accordo che il manager di Elvis Presley, il colonnello Tom Parker, aveva firmato con NBC e National General Films. Elvis è stato pagato una grossa somma per fare sia l’NBC TV Special (Elvis, 1968) che questo film per National General. Lo speciale tv è stato girato alla fine di giugno 1968 (e andato in onda nel mese di dicembre) mentre il film è stato girato tra luglio e agosto 1968 (ed è uscito nei cinema all’inizio del 1969). Lo spettacolo televisivo doveva essere uno speciale natalizio con solo canzoni di Natale, ma si è rivelato invece un rock-‘n’-roll revival show mentre il film, al contrario, doveva essere molto più violento.
  • Nel film c’è una scena di nudo dove Ina Balin esce dalla vasca da bagno quando il personaggio di Elvis entra nella sua stanza. Questa scena si può vedere molto raramente poiché è stata tagliata dalla maggior parte delle versioni del film trasmesse in televisione che3 nell’edizione DVD.
  • Il titolo originale di questo film era “Come Hell, Come Sundown”. Il titolo è stato cambiato in “Charro!” poco prima dell’uscita del film.
  • Secondo quanto riferito dal regista Charles Marquis Warren, Elvis Presley ha eseguito di persona le sue scene di stunt.
  • Si dice che ci siano alcune scene alternative piuttosto violente che sono state eliminate dal montaggio finale del film.
  • Il ruolo principale di questo film era originariamente destinato a Clint Eastwood.
  • Le musiche originali del film sono del compositore Hugo Montenegro (Riprendiamoci Forte Alamo!, I due invincibili, Il Reduce).
  • Le canzoni del film sono state registrate nel novembre 1968 presso gli studi Goldwyn. “Charro”, la canzone del titolo, apparve sul lato B del singolo “Memories” di Elvis Presley (1969). Una seconda canzone, “Let’s forget about the Stars”, scritta da A.L. Owens, è stata registrata ma non usata nel film. E’ stata inclusa, tra l’altro, nell’album compilation “Let’s Be Friends” (1970).
  • Elvis Presley era veramente appassionato al progetto, dato che gli offriva l’opportunità di uscire dal genere di film musicali a buon mercato che aveva realizzato fino a quel momento. Questa era la sua occasione di essere visto come un attore serio, ma rimase del tutto deluso quando il primo giorno di riprese arrivato sul set scoprì che la sceneggiatura era stata completamente riscritta, ed era solo una pallida ombra di ciò per cui aveva originariamente firmato. Elvis però non potè fare nulla poiché era contrattualmente obbligato ad interpretare il ruolo.
  • Anche se il film ebbe un modesto successo, non venne accolto con particolare entusiasmo dall’esercito di fan di Elvis Presley che erano delusi dalla mancanza di numeri musicali.
  • Come al solito, Elvis Presley non ha rilasciato interviste su questo film e non presenziò alla premiere del film.
  • Elvis Presley è stato pagato 850.000$, che era più della metà del budget totale del film, oltre al 50% dei profitti.
  • “Charro” significa “cavaliere” in spagnolo.
  • Questo è Il 29esimo film di Elvis Presley.
  • Elvis Presley non era felice di farsi crescere la barba per il film, così tutti gli altri attori e anche il suo manager Tom Parker, si fecero crescere la barba per farlo sentire più a suo agio.
  • Elvis nel film indossa il cappello come l’attore di western Bing Russell, padre di Kurt Russell, di cui Elvis era un grande fan.
  • Questo è l’ultimo film del regista Charles Marquis Warren.

[blogo-video id=”759203″ title=”Elvis Presley – Charro” content=”” provider=”youtube” image_url=”http://media.cineblog.it/1/1f9/hqdefault-jpg.png” thumb_maxres=”0″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=185Z3KDpu9M” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzU5MjAzJyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC8xODVaM0tEcHU5TT9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzc1OTIwM3twb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzU5MjAzIC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNzU5MjAzIGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]