The Current War, niente Oscar - rinviato al 2018 dalla Weinstein Company

Gli Oscar 2018 perdono uno dei titoli più attesi. The Current War, travolto dal ciclone Weinstein.

the-current-war-primo-trailer-del-biopic-con-benedict-cumberbatch-e-michael-shannon.jpg

Era uno dei titoli di punta degli Oscar 2018, ma l'atteso The Current War di Alfonso Gomez-Rejon è letteralmente finito nel ciclone che ha travolto la Weinstein Company. Lo scandalo sessuale in cui è precipitato Harvey, il co-fondatore della società licenziato in tronco dal consiglio d'amministrazione, rischiava di bruciare la pellicola trainata (e co-prodotta) da Benedict Cumberbatch, annunciata in sala per il 24 novembre 2017.

Una release cancellata in fretta e in furia a data da destinarsi, con la Weinstein Company che ha preferito far calmare le acque nella speranza che tra un anno l'intera società non sia crollata sotto i colpi di uno scandalo che non sembrerebbe voler conoscere la parola fine. Cumberbatch, intervistato sull'argomento che da oltre una settimana tiene banco in tutta Hollywood, si è detto 'disgustato', senza girarci troppo attorno.

Al suo fianco, sul set in cui ha indossato gli abiti di Thomas Edison, Michael Shannon, chiamato a far suoi quelli di George Westinghouse, con Katherine Waterston, Tom Holland, Matthew Macfadyen, Tuppence Middleton e Nicholas Hoult, nei panni di Nikola Tesla, a completare il cast. Ambientato verso la fine del 1880, il film porterà in sala la 'guerra' tra Thomas Edison, Tesla e George Westinghouse, protagonisti di una vera e propria gara per creare un sistema elettrico commerciabile e sostenibile. Edison difendeva il sistema di distribuzione a corrente continua (DC) contro la più efficiente corrente alternata (AC) che Tesla aveva brevettato a Graz in Austria. Tesla, che inizialmente aveva lavorato per Edison, si licenziò e dopo varie traversie trovò il sostegno per le proprie idee in George Westinghouse.

  • shares
  • Mail