• Film

Vivien Leigh, gli sceneggiatori di Feud per il biopic

La vita di Vivien Leigh, diva di Via col Vento, diverrà film.

Ancora biopic ad Hollywood. A 50 anni dalla sua morte, avvenuta nel 1967, Vivien Leigh diverrà infatti cinema, con Michael Zam e Jaffe Cohen, sceneggiatori candidati agli Emmy per Feud: Bette e Joan, chiamati ad adattare “Vivien Leigh: Una biografia” di Hugo Vickers. Parola di Variety.

La pellicola si concentrerà sulla vita della leggendaria attrice, e in particolar modo sul suo rapporto d’amore con Laurence Olivier, che fu suo marito dal 1940 al 1961.

Vivien Leigh ha vinto due premi Oscar come miglior attrice: nel 1940 per Via col vento (1939), che l’ha resa icona immortale, e nel 1952 per la sua interpretazione in Un tram che si chiama desiderio (1951). Tra i premi vinti, inoltre, un BAFTA, due New York Film Critics Circle Awards e una Coppa Volpi a Venezia. Soffrì per tutta la vita di disturbo bipolare, che ne mise più volte a rischio le relazioni sociali e professionali, per poi morire a soli 53 anni a causa di una tubercolosi mal curata. Il film sarà prodotto e finanziato da Tim MacReady e Mira Vucevic di MGR Films, insieme a David A. Stern.

Zam e Cohen sono al lavoro anche su due altri biopic, uno centrato su William Haines, prima star apertamente gay di Hollywood, e l’altro sulla vita segreta di Katharine Hepburn.

Fonte: Variety