Halloween: Gwyneth Paltrow festeggia con un costume in stile “Seven”

Gwyneth Paltrow festeggia Halloween ricordando il suo ruolo nel thriller “Seven”.

 

Il mese scorso ha segnato il 22° anniversario del thriller Seven del 1995, film interpretato da Brad Pitt, Morgan Freeman e che ha segnato un ruolo fondamentale per una giovane attrice di nome Gwyneth Paltrow. Il ruolo sembra essere ancora molto vicino al cuore dell’attrice, dal momento che ha reso omaggio al suo personaggio Tracy, moglie del personaggio di Brad Pitt, il Detective Mills, con un costume di Halloween “fatto in casa” che l’attrice ha mostrato su Instagram.

Il film si concentra sui sette vizi capitali: gola, avarizia, accidia, invidia, superbia, ira e lussuria, che vengono puniti con inimmaginabile crudeltà e calcolo da un enigmatico serial killer. Il film segue Somerset (Morgan Freeman), un detective della polizia prossimo alla pensione durante la sua ultima settimana di lavoro. Il detective veterano si ritrova costretto a collaborare con il giovane e impulsivo Mills (Brad Pitt). Quando un uomo obeso viene ritrovato brutalmente ucciso e seviziato nella sua casa, l’esperto Somerset si rende conto che non si tratta di un omicidio comune, ma qualcuno ha torturato la vittima per punire la sua fame compulsiva. Altri efferati omicidi rituali ispirati dai peccati di avidità e accidia presto seguiranno, portando Somerset e Mills in una ricerca disperata per trovare il misterioso John Doe, responsabile di questi elaborati omicidi seriali. Quando il caso sembra dipanarsi verso una sorprendente conclusione, sia Somerset che Mills si ritrovano sempre più coinvolti in questo elaborato gioco di morte.

Il finale del film, tra i più efficaci di sempre per quanto concerne il genere thriller, rivela che la vittima finale del killer senza nome, interpretato da Kevin Spacey, era in realtà la Tracy di Gwyneth Paltrow con un corriere che consegnava una scatola a Somerset e Mills in mezzo al nulla, in una località scelta dall’assassino per il suo gran finale. La scatola conteneva la testa di Tracy, moglie di Mills, una scoperta che porta Mills folle per il dolore a giustiziare il serial killer, atto che concluderà la serie di omicidi con l’invidia rappresentata dallo stesso assassino e l’ira scatenata in Mills. Gwyneth Paltrow decide di rendere omaggio al suo personaggio indossando sulla sua testa la scatola incriminata con l’attrice ritratta nella foto con un uomo che indossa una tuta arancione, probabilmente un omaggio alla divisa della prigione indossata da Kevin Spacey nella scena finale.

Prima che Seven approdasse nei cinema Gwyneth Paltrow era apparsa al fianco del compianto Robin Williams nei panni di una giovane Wendy nel film Hook – Capitan Uncino del 1991. L’attrice aveva interpretato ruoli anche in Malice – Il Sospetto e Omicidi di provincia nei primi anni Novanta prima del ruolo in Seven che diede una notevole spinta alla sua carriera come a quella del regista David Fincher, all’epoca  reduce dal suo travagliato esordio con Alien 3. Solo pochi anni dopo Seven, Gwyneth Paltrow ha vinto un Oscar per il suo ruolo in Shakespeare in Love, che ha ulteriormente rafforzato la sua carriera in crescendo.

Gwyneth Paltrow ha fatto parlare di sé recentemente come una delle molte attrici che hanno accusato Harvey Weinstein di molestie sessuali.

 

Un post condiviso da Gwyneth Paltrow (@gwynethpaltrow) in data: 29 Ott 2017 alle ore 10:18 PDT

 

 

I Video di Cineblog