10 Gesù al cinema: da “La Passione di Cristo” a “Maria Maddalena”

Blogo vi augura buona Pasqua con una speciale classifica con i più famosi Gesù cinematografici e non.

 

Domani 1° Aprile si celebra la Pasqua e quale migliore occasione per stilare una classifica che raccoglie i più famosi Gesù transitati sul grande schermo, da quelli ritratti in classici come Il re dei re e La più grande storia mai raccontata, fino alle interpretazioni più “moderne” come quelle di Willem Dafoe nel controverso L’ultima tentazione di Cristo di Martin Scorsese, di Jim Caviziel nel brutale La passione di Cristo e nel recentissimo Maria Maddalena con un Gesù ritratto da Joaquin Phoenix.

Prima di lasciarvi alla classifica vi segnaliamo che vi troverete elencati anche i Gesù di Robert Powell e di Diego Morgado, interpretati rispettivamente nello sceneggiato televisivo Gesù di Nazareth e nella miniserie tv La Bibbia, entrambi portati sul grande schermo in riduzioni cinematografiche.

 

1. Jeffrey Hunter in “Il re dei re” (1961)

Prima di scegliere Jeffrey Hunter come Gesù in Il re dei re, il regista Nicholas Ray prese in considerazione Keith Michell, Christopher Plummer e Peter Cushing per il ruolo di Cristo. Ray era anche interessato a Max von Sydow per il ruolo, l’attore interpreterà poi Gesù pochi anni dopo in La più grande storia mai raccontata (1965). Una curiosità legata al ruolo di Jeffrey Hunter è che all’attore vennero rasati petto e ascelle per la scena della crocifissione e che Hunter per tutto il film indossa una protesi al naso che risulta più evidente nei primi piani delle scene della crocifissione. Altri ruoli di Jeffrey Hunter includono i western Sentieri selvaggi di John Ford (1956), La vera storia di Jess il bandito di Nicholas Ray (1957), Joe… cercati un posto per morire! di Giuliano Carnimeo (1968) e la commedia Una guida per l’uomo sposato di Gene Kelly (1967).

 

2. Willem Dafoe in “L’ultima tentazione di Cristo” (1988)

10-gesu-al-cinema-da-la-passione-di-cristo-a-maria-maddalena-4.jpg

Martin Scorsese con L’ultima tentazione di Cristo esaudì un desiderio che aveva fin dall’infanzia di raccontare la storia di Gesù, ma il suo audace e provocatorio biopica biblico causò violente reazioni da parte di alcuni cattolici fondamentalisti francesi, che arrivarono a bruciare un paio di cinema parigini che proiettavano il film causando un morto e diversi feriti gravi tra il pubblico. Prima di scegliere Willem Dafoe per il ruolo di Gesù, Scorsese aveva interpellato Aidan Quinn come prima scelta e considerato in seguito anche Eric Roberts e Christopher Walken. Il film scatenò polemiche legate alla nudità frontale (soprattutto da parte di Gesù) nelle scene della crocifissione, e per il fatto che la sceneggiatura implicasse una relazione sessuale di Gesù con Maria Maddalena.

 

3. Jim Caviezel in “La passione di Cristo” (2004)

10-gesu-al-cinema-da-la-passione-di-cristo-a-maria-maddalena-6.jpg

La passione di Cristo suscitò polemiche scaturite dal realismo brutale ed estremo messo in scena da Mel Gibson per le scene della via Crucis e della crocifissione. L’attore Jim Caviziel in alcune interviste ha raccontato la difficoltà di alcune scene che hanno incluso l’essere stato accidentalmente frustato due volte, incidente che causò all’attore una cicatrice di 35 centimetri sulla schiena. Caviezel ha anche rivelato di essere stato colpito da un fulmine durante le riprese del Sermone del Monte, di aver sperimentato l’ipotermia durante la crocifissione, e di essersi slogato una spalla a causa della croce che portava in spalla, quest’ultima scena è rimasta nel film. Al Gesù di Jim Caviezel è stato applicato un naso prostetico e gli occhi azzurri dell’attore sono stati modificati digitalmente perchè apparissero marroni sulla pellicola.

 

4. Max von Sydow in “La più grande storia mai raccontata” (1965)

10-gesu-al-cinema-da-la-passione-di-cristo-a-maria-maddalena-7.jpg

La più grande storia mai raccontata di George Stevens racconta la vita di Gesù come viene narrata dai quattro vangeli ed inizia con l’arrivo dei magi e termina con l’annuncio del Gesù risorto agli apostoli. L’attore svedese Max von Sydow, al suo primo film americano, ha raccontato che la parte più difficile dell’interpretare Gesù è stata l’aspettativa che le persone avevano che lui rimanesse nel personaggio in ogni momento, per questo non poteva fumare tra le riprese, bere un drink dopo il lavoro o essere affettuoso con sua moglie sul set. Max von Sydow venne scelto per interpretare Gesù perché era un volto sconosciuto al pubblico americano che non li avrebbe distolti dalla storia del film.

 

5. Ted Neeley in “Jesus Christ Superstar” (1973)

10-gesu-al-cinema-da-la-passione-di-cristo-a-maria-maddalena-8.jpg

Il film di Norman Jewison porta sul grande schermo l’omonimo musical di Tim Rice (testi) e Andrew Lloyd Webber (musica). La trama del film racconta l’ultima settimana della vita di Cristo prima della crocifissione. Ted Neeley al suo esordio cinematografico, per il ruolo di Gesù venne candidato ad un Golden Globe. Dopo Jesus Christ Superstar, Neeley ha interpretato ruoli in diverse serie tv e in una manciata di film tra cui la commedia musicale Una coppia perfetta (1979), il dramma Paese selvaggio (1981) e il film tv Uomini e Topi (1981). L’ultimo ruolo di Neeley risale al 1985 con un ruolo nella serie tv Riptide, l’attore tornerà poi sul grande schermo nel 2012 per un cameo nel Django Unchained di Quentin Tarantino.

 

6. Claude Heater / Rodrigo Santoro in “Ben-Hur” (1959 – 2016)

10-gesu-al-cinema-da-la-passione-di-cristo-a-maria-maddalena.jpg

Il kolossal Ben Hur del 1959 di William Wyler ha fruito di un rifacimento datato 2016 per mano del regista e produttore kazako Timur Bekmambetov (La leggenda del cacciatore di vampiri), con Jack Huston nei panni di Giuda Ben-Hur, nell’originale interpretato da Charlton Heston, e l’attore brasiliano Rodrigo Santoro, noto per il ruolo re persiano Serse nel film 300, in quelli di Gesù Cristo, nel film del ’59 interpretato dall’attore e cantante Claude Heater. Il remake di Bekmambetov, rivelatosi un flop con perdite per la MGM di oltre 100 milioni di dollari, riprende la storia di Gesù narrata nel romanzo originale, e completamente scartata nella sceneggiatura del kolossal di Wyler. Il casting di Claude Heater come Gesù avvenne per caso, con il direttore di produzione Henry Hennigson che si trovava in Italia e si recò ad ascoltare il giovane cantante americano che si esibiva in un concerto a Roma.

 

 

7. Joaquin Phoenix in Maria Maddalena (2018)

10-gesu-al-cinema-da-la-passione-di-cristo-a-maria-maddalena-1.jpg

Il film è incentrato sulla figura di Maria Maddalena, interpretata da Rooney Mara, che seguì Gesù di Nazareth, interpretato da Joaquin Phoenix. Il film diretto da Garth Davis (Lion – La strada verso casa) è stato girato nel sud Italia con location a Matera, Gravina in Puglia, Crispiano, Napoli e Trapani. Rooney Mara e Joaquin Phoenix hanno intrapreso una relazione durante le riprese del film. Joaquin Phoenix è noto per aver interpretato Commodo, il malvagio imperatore patricida ne Il gladiatore.

 

8. Kim Rossi Stuart in “I giardini dell’Eden” (1998)

10-gesu-al-cinema-da-la-passione-di-cristo-a-maria-maddalena-10.jpg

I giardini dell’Eden di Alessandro D’Alatri esplora gli oscuri anni di apprendistato di Gesù dai dodici ai trent’anni con Gesù adulto interpretato da Kim Rossi Stuart. Per prepararsi a girare il film D’Alatri ho trascorso quattro anni a studiare le Sacre Scritture, non solo cattoliche, che riguardano Gesù. Il Gesù di D’Alatri e Rossi Stuart vuol essere un Cristo il più possibile autentico e lontano dall’iconografia. Kim Rossi Stuart in un’intervista con il sito Cielo e Terra ha definito Gesù: “un formidabile autore, un regista eccellente, il migliore attore di tutti i tempi”.

 

9. Robert Powell “Gesù di Nazareth” (1978)

10-gesu-al-cinema-da-la-passione-di-cristo-a-maria-maddalena-3.jpg

Il Gesù di Robert Powell nello sceneggiato televisivo Gesù di Nazareth di Franco Zeffirelli è forse il Gesù più popolare e riconosciuto di sempre. Zeffirelli Prima di scegliere Robert Powell aveva considerato Dustin Hoffman e Al Pacino per il ruolo di Gesù, mentre voleva Powell per il ruolo di Giuda. A proposito dell’impressionante somiglianza di Powell con il Gesù dell’iconografia, ogni volta che l’attore usciva dal suo camerino in costume, la troupe non riusciva più a proferire alcuna volgarità sul set. Quando accettò il ruolo di Gesù, Robert Powell divenne oggetto di severe critiche da parte di gruppi religiosi per il suo “vivere nel peccato” con la sua compagna, la ballerina Barbara Lord, così la coppia si sposò poco prima dell’inizio delle riprese. Il successo dello sceneggiato di Zeffirelli varcò i confini nazionali e nel 1978 ne venne realizzata una riduzione cinematografica distribuita nelle sale italiane.

 

10. Diogo Morgado in “Son of God” (2014)

10-gesu-al-cinema-da-la-passione-di-cristo-a-maria-maddalena-5.jpg

Son of God è un film del 2014 diretto da Christopher Spencer, si tratta di una riedizione cinematografica della miniserie televisiva La Bibbia, con l’aggiunta di scene inedite tagliate dalla versione originale. Il film segue la vita di Gesù dalla nascita fino alla morte e ressurezione. Gesù adulto è interpretato dall’attore portoghese Diogo Morgado noto per i ruoli di João Caldas Ribeiro nella telenovela Legàmi e del Diavolo nella serie tv americana The Messengers cancellata dopo una sola stagione.  C’è stata una bizzarra polemica legata alla rappresentazione nella serie tv di Satana (interpretato da Mohamen Mehdi Ouazanni) che sosteneva che l’attore somogliava troppo al presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Il direttore del casting del film, Carl Proctor, ha sottolineato che la somiglianza era del tutto casuale, fatto sta che la versione cinematografica non include scene con Mohamen Mehdi Ouazanni.

 

 

I Video di Cineblog