Stasera in tv: "Exodus - Dei e Re" su Rete 4

Rete 4 stasera propone "Exodus - Dei e Re", dramma epico del 2014 diretto da Ridley Scott e interpretato da Christian Bale, Joel Edgerton, Aaron Paul, Ben Kingsley e Sigourney Weaver.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Cast e personaggi


Christian Bale: Mosè
Joel Edgerton: Ramses
Aaron Paul: Giosuè
John Turturro: Seti
Ben Kingsley: Nun
Sigourney Weaver: Tuya
Tara Fitzgerald: Miriam
María Valverde: Séfora
Hiam Abbass: Bithia
Golshifteh Farahani: Nefertari
Ben Mendelsohn: Hagep
Kevork Malikyan: Jethro
Isaac Andrews: Malak
Dar Salim: Khyan
Andrew Tarbet: Aronne
Ghassan Massoud: Gran visir

Doppiatori italiani

Adriano Giannini: Mosè
Simone D'Andrea: Ramses
Stefano Crescentini: Giosuè
Marco Mete: Seti
Stefano De Sando: Nun
Emanuela Rossi: Tuya
Antonia Liskova: Miriam
Chiara Gioncardi: Séfora
Niseem Onorato: Hagep
Andrea Tidona: Jethro
Lorenzo D'Agata: Malak
Barbara Castracane: Bithiah
Andrea Mete: Khyan
Alberto Angrisano: Aronne
Carlo Reali: Gran visir

 

La trama


stasera-in-tv-exodus-dei-e-re-su-canale-5-6.jpg

 

Adattamento dell'evento biblico dell'Esodo del popolo ebraico guidato da Mosè e riportato nel libro dell'Esodo della Bibbia. Christian Bale ritrae un coraggioso Mosè che si erge contro il potente faraone Ramses (Joel Edgerton) portando con sé 600.000 schiavi in una fuga epica dall'Egitto su cui si abbatterà la punizione di Dio che scatenerà sul faraone e il suo popolo dodici piaghe.

 

Ma io indurirò il cuore del faraone e moltiplicherò i miei segni e i miei prodigi nel paese d'Egitto. Il faraone non vi ascolterà e io porrò la mano contro l'Egitto con grandi castighi e farò così uscire dal paese d'Egitto le mie schiere, il mio popolo Israel. Allora gli Egiziani sapranno che io sono il Signore quando stenderò la mano contro l'Egitto e farò uscire di mezzo a loro gli Israeliti!

 

Commento e recensione


stasera-in-tv-exodus-dei-e-re-su-canale-5-8.jpg

Ridley Scott torna alla narrazione epica formato "kolossal" di film come Il Gladiatore e Le Crociate per "aggiornare" un classico del cinema "biblico", I Dieci Comandamenti di Cecil B. DeMille, e lo fa cavalcando il modaiolo formato 3D di ultima generazione e strizzando l'occhio ad una nuova generazione di spettatori scegliendo attori come il popolare Christian "Batman" Bale e l'Aaron Paul dell'acclamata serie tv Breaking Bad, aggiungendo al mix qualche veterano a supporto come Ben Kingsley e Sigourney Weaver. L'Exodus - Dei e Re di Scott come il Noah con Russel Crowe, uscito lo stesso anno, propongono una rilettura della Bibbia muscolare, dinamica e condita da effetti speciali in qualche caso debordanti rispetto alla narrazione. L'approccio di Scott al racconto dell'odissea di Mosè e del suo popolo ha un suo perché, ma nel complesso al film manca dell'appeal di film come il citato "Il Gladiatore" e si ritrovano alcune delle mancanze già riscontrate nel Robin Hood con Russell Crowe. Su schermo emerge forte la differenza tra il fascino imperituro di un kolossal d'altri tempi come quello di De Mille, con il suo austero tradizionalismo, e un sin troppo moderno blockbuster che cerca di trasformare l'epica della Bibbia in un popcorn-movie, e questa nota stonata di ricercata modernità si percepisce forte e non permette al racconto di assurgere a quel contesto epico, e un po' magico, che differenzia un buon film da un classico capace di sopravvivere a se stesso.

 

 

Curiosità


stasera-in-tv-exodus-dei-e-re-su-canale-5-2.jpg

  • Il film è un adattamento dell'evento biblico dell'Esodo del popolo ebraico guidato da Mosè e riportato nel libro dell'Esodo della Bibbia.

  • Le cosiddette "piaghe" inviate al popolo d'Egitto erano: tramutazione dell'acqua in sangue / invasione di rane dai corsi d'acqua / invasione di zanzare / invasione di mosche / moria del bestiame / ulcere su animali e umani / pioggia di grandine / invasione di cavallette e locuste / tenebre / morte dei primogeniti maschi.

  • La grande Sfinge di Giza è visibile in una scena. È la più antica statua monumentale conosciuta al mondo, essendo stata costruita circa 1200 anni prima della nascita di Mosè.

  • Quando Ramses si trova accanto al letto del figlio addormentato, dice "Sai perché dormi così tranquillo, figlio mio? Perché sai di essere amato". La stessa frase viene pronunciata dall'imperatore Commodo al nipote dormiente ne Il gladiatore (2000), altro film diretto da Ridley Scott.

  • Christian Bale ha quasi perso il suo ruolo nel film perché considerato sovrappeso. Questo perché Bale stava ancora lavorando sul peso che aveva guadagnato per il suo ruolo in American Hustle - L'apparenza inganna. Bale tuttavia è stato in grado di perdere peso e raggiungere il fisico richiesto per il film.

  • Per prepararsi al ruolo di Mosè, Christian Bale superò rapidamente le basi del catechismo e approfondì le scritture e altre opere letterarie. L'attore ha letto i primi cinque libri della Bibbia, il Corano, nonché il classico del filososo Louis Ginzberg, "La Leggenda degli Ebrei" e "Mosé, Una vita" di Jonathan Kirsch.

  • Il film era originariamente intitolato semplicemente "Exodus", ma in seguito è stato aggiunto il sottotitolo "Dei e Re" poiché la 20th Century Fox non poteva procurarsi i diritti per il solo titolo "Exodus" da MGM, che possiede i diritti tramite il film indipendente Exodus di Otto Preminger (1960) .

  • Darren Aronofsky inizialmente voleva che Christian Bale interpretasse il ruolo principale in Noah (2014), ma Bale ha dovuto rifiutare a causa di altri impegni. Il ruolo alla fine è andato a Russell Crowe, un frequente collaboratore di Ridley Scott. Bale venne poi lanciato come Mosè, un'altra figura biblica, nell'Exodus di Scott.

  • In un'intervista il regista Ridley Scott ha affermato che c'era un montaggio "finale" del film della durata di 4 ore e mezza.

  • Joel Edgerton ha scoperto di aver ottenuto il ruolo di Ramses quando ha ricevuto diverse e-mail di congratulazioni da persone che avevano sentito parlare del suo casting online.

  • Il film è dedicato al regista Tony Scott, il fratello di Ridley Scott che si è tolto la vita nel 2012.

  • Il film è stato bandito in Egitto poiché il blockbuster di Hollywood distorcerebbe la storia dell'Egitto e presenterebbe un'immagine razzista degli ebrei. Il Ministero della Cultura egiziano ha spiegato la sua decisione per la prima volta in una dichiarazione rilasciata pochi giorni dopo l'annuncio del divieto di uscita del film. Nel comunicato si affermava che il film avrebbe prodotto una lettura della storia dell'Egitto che è in contrasto con la storia di Mosè raccontata dalle religioni monoteiste del mondo. L'Egitto è un paese conservatore con una maggioranza musulmana e una discreta minoranza cristiana. I censori si sono opposti alle grossolane e e ingannevoli inesattezze storiche che offendono l'Egitto e la sua antica storia faraonica in un ennesimo tentativo di giudaizzare la civiltà egiziana, elementi che confermerebbero l'impronta sionista internazionale in tutto il film. Il ministero ha detto che il film ritrarrebbe in modo errato gli antichi egizi come selvaggi che uccidono e impiccano ebrei, sostenendo che l'impiccagione non esisteva nell'antico Egitto. Ha anche detto che il film presenta una rappresentazione "razzista" degli ebrei come un popolo che ha montato una ribellione armata. Il ministero ha detto che le scritture religiose presentano gli ebrei come deboli e oppressi. La dichiarazione ha anche contestato la rappresentazione di Dio come un bambino, elemento che ha anche attirato critiche in Occidente. Il ministero ha riferito di aver convocato due commissioni, una di censori e una di archeologi, per recensire il film. Il comitato degli archeologi era d'accordo con la decisione di vietare il film perché mostrava "un'immagine mentale falsa e sbagliata della storia dell'Egitto". Il film è stato poi bandito anche in Marocco.

  • Ben Kingsley, che interpreta "Nun" in questo film, ha interpretato Mosé nel film Mosè del 1995 in cui Kingsley salva il popolo ebraico dalla schiavitù egiziana.

  • In un'intervista Ridley Scott ha definito la religione "la più grande fonte di malvagità", spiegando: "Ognuno si sta lacerando a vicenda nel nome del proprio dio personale e l'ironia è, per definizione, che probabilmente stanno adorando lo stesso dio". In un'altra intervista, Scott ha sostenuto che essere un agnostico era una buona qualità per dirigere una storia biblica: "Perché devo convincermi che la trama funzioni".

  • "Gods and Kings" era anche il nome di un altro film su Mosè che un tempo era in sviluppo sotto la direzione di Steven Spielberg.

  • La canzone di nozze in occasione dell'unione di Mosè con Sapoorah è in turco.

  • Oscar Isaac e Javier Bardem hanno rifiutato il ruolo di Ramses.

  • Il casting di attori europei potrebbe non essere storicamente inaccurato come alcuni hanno affermato. L'Africa del Nord è separata dal resto del continente dal deserto del Sahara. Di conseguenza, quelle nazioni hanno più in comune culturalmente con il Medio Oriente e l'Europa che con l'Africa. Una delle prime razze di faraoni furono gli Hyksos che, come gli ebrei, erano un popolo semita. La dinastia tolemaica dei faraoni, che includeva Cleopatra, era di origine macedone. Entrambe le regioni sono note per avere abitanti dalla tonalità di carnagione più chiara.

  • Secondo alcune interpretazioni della Bibbia, Mosè aveva più di 80 anni quando ebbe luogo l'Esodo (aveva 40 anni quando lasciò l'Egitto e vagò per Midia per 40 anni prima di tornare in Egitto). Dato che non era un oratore molto capace, Mosé chiese a Dio di non affidargli tale onere, ma Dio gli disse di usare suo fratello Aronne come suo oratore. Detto ciò non ci sono prove archeologiche dell'esistenza di Mosè.

  • Oltre a Mosè, Christian Bale ha precedentemente interpretato un'altra importante figura biblica, Gesù di Nazareth in Maria, Madre di Gesù (1999).

  • Nonostante i personaggi principali siano di discendenza africana e / o ebraica, attori bianchi sono stati scelti come personaggi principali, mentre ruoli secondari come schiavi e ladri sono stati ritratti da persone di colore. Inoltre, Ridley Scott ha affermato che il film non sarebbe stato finanziariamente redditizio senza attori bianchi. Ciò ha portato a discussioni su uno "sbiancamento" del cast e sul razzismo strutturale presente a Hollywood.

  • Il film segna la terza collaborazione tra il regista Ridley Scott e lo sceneggiatore Steven Zaillian. In precedenza avevano lavorato insieme in Hannibal (2001) e American Gangster (2007).

  • Questo segna anche la terza volta che il regista Ridley Scott ha lavorato con Sigourney Weaver. Il loro primo film fu Alien (1979) e poi lavorarono di nuovo insieme 13 anni dopo in  1492 - La conquista del paradiso (1992).

  • Questo film è esattamente 1 ora e 10 minuti più breve di quello di Cecil B. DeMille, I Dieci Comandamenti (1956), che riprende lo stesso soggetto e dura 3 ore e 40 minuti.

  • Alcune scene sono state girate nel deserto di Tabernas ad Almeria, in Spagna. Queste stesse location furono usate per Cleopatra (1963), Il re dei re (1961),  il pluripremiato Lawrence d'Arabia (1962), Indiana Jones e l'ultima crociata (1989) e tutti gli spaghetti western di Sergio Leone.

  • Il ragazzo che parla a Mosè nei suoi sogni non è pensato per rappresentare Dio, ma un angelo. È accreditato come Malak, dalla parola ebraica per "messaggero".

  • Il film si svolge nel 13° secolo aC.

  • Secondo il libro dell'Esodo, mentre Mosè rimase sul monte Sinai per 40 giorni e 40 notti per ricevere i dieci comandamenti, i suoi seguaci costruirono un vitello d'oro dai loro gioielli e iniziarono ad adorare questo "falso idolo". Al ritorno Mosè si infuriò tanto da spezzare le tavolette di pietra (in seguito rimpiazzate con delle copie incise) e ordinò la morte di tutti coloro che avevano adorato il vitello d'oro. Ciò provocò la morte di tremila persone. Questo vero e proprio omicidio di massa non è raffigurato in questo film. Nella Bibbia: Mosé bruciò il vitello nel fuoco, lo ridusse in polvere, lo sparse nell'acqua e costrinse gli israeliti a bere. Infine si mise alla porta dell'accampamento e disse: "Chi sta con il Signore, venga da me!'. Gli si raccolsero intorno tutti i figli di Levi. Gridò loro: 'Dice il Signore, il Dio d'Israele: Ciascuno di voi tenga la spada al fianco. Passate e ripassate nell'accampamento da una porta all'altra: uccida ognuno il proprio fratello, ognuno il proprio amico, ognuno il proprio parente". I figli di Levi agirono secondo il comando di Mosè e in quel giorno perirono circa tremila uomini del popolo. (Esodo 32:26-28)".

  • Questo film è stato accusato di aver sostituito pedissequamente personaggi etnici con attori bianchi. È interessante notare che questa stessa affermazione non è mai stata diretta ai ritratti di Gesù Cristo che, pur essendo di etnia ebraica e di carnagione mediorientale, è sempre stato interpretato da attori di discendenza europea che perpetuano un mito iniziato dall'arte paleocristiana. Questi artisti credevano che ritraendo Cristo con una somiglianza familiare alla popolazione locale avrebbe attratto più facilmente seguaci verso la fede.

  • Come mostrato e affrontato nel film, le prime nove piaghe che hanno colpito l'antico Egitto potrebbero essere scientificamente spiegate come una reazione a catena improbabile, ma possibile di fenomeni naturali, combinata con diversi disastri coincidenti. Si dice spesso che la decima pestilenza, la morte selettiva dei primogeniti, sia possibile solo per intervento divino diretto, come è implicito nel film. Tuttavia, gli studiosi della Bibbia hanno ipotizzato una possibilità remota. Nell'antica cultura egizia, i figli primogeniti occupavano un posto speciale, e durante le celebrazioni, ricevevano spesso cibo speciale come dono agli dei. È ipotizzabile che durante una delle precedenti piaghe, il cibo fosse stato infettato da muffe tossiche o altri agenti patogeni. Dopo che la nona piaga era finita (tre giorni di oscurità), gli egizi avrebbero festeggiato questo alimentando i loro primogeniti con il cibo tossico, spiegando le loro morti simultanee più tardi quella stessa notte. Gli ebrei non seguivano questa pratica e quindi furono risparmiati. Questo, tuttavia, non spiega perché sia ​​morto anche tutto il bestiame "primogenito". Esiste una teoria alternativa, in cui si afferma che la morte dei primogeniti potrebbe essere stata un orchestrato sacrificio di massa su ordine del faraone, nella speranza che placasse gli dei e fermasse le piaghe. L'evento fu in seguito descritto come la decima piaga.

  • Il film costato 140 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 140.


 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

La colonna sonora


stasera-in-tv-exodus-dei-e-re-su-canale-5-4.jpg

  • Le musiche originali del film sono di Alberto Iglesias, compositore spagnolo tre volte candidato al Premio Oscar (The Constant Gardener, Il cacciatore di aquiloni, La talpa) e collaboratore di lunga data del regista Pedro Almodovar.

  • La musica ascoltata quando Mosé parla al "Messaggero" è una versione leggermente modificata del preludio all'opera "Das Rheingold" di Richard Wagner.

  • La musica di sottofondo durante la scena in cui Mosé affronta Ramses a proposito dell'ultima 'piaga', la morte dei bambini, è una citazione diretta della musica di Elmer Bernstein dal film  I dieci comandamenti di Cecil B. DeMille (1956).


stasera-in-tv-exodus-dei-e-re-su-canale-5-7.jpgTRACK LISTINGS:

1. Opening + War Room
2. Leaving Memphis
3. Hittite Battle
4. Returning to Memphis
5. Moses in Pythom
6. Nun's Story
7. The Coronation
8. Ramses Retaliates
9. Arm Chop
10. Goodbyes
11. Journey to the Village
12. The Vows
13. Alone in the Desert
14. Climbing Mount Sinai
15. I Need a General
16. Exodus
17. Ramses' Orders
18. Moses & Nun
19. Moses' Camp
20. Ramses' Insomnia
21. Hail
22. Animal Deaths
23. Looting
24. Ramses' Own Plague
25. Lamb's Blood
26. We Cross the Mountains
27. Into the Water
28. The Chariots
29. The Hebrews
30. Tsunami
31. Sword Into Water
32. The Ten Commandments

 

 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

  • shares
  • Mail