L'Atelier: nuova clip in italiano del thriller di Laurent Cantet

L'Atelier: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico di Laurent Cantet nei cinema italiani dal 7 giugno 2018.

 

Teodora Film ha reso disponibile una nuova clip con una scena in italiano del film L'Atelier, thriller del regista Laurent Cantet che ha debuttato nei cinema italiani il 7 giugno. Cantet, Palma d'Oro a Cannes per il film La Classe, ha scritto L'Atelier in collaborazione con Robin Campillo (120 battiti al minuto).

Il film racconta  di un’affermata autrice di gialli che deve tenere un laboratorio di scrittura in una città del sud della Francia nota un tempo per i cantieri navali ma ormai in piena crisi economica. Tra i suoi giovani allievi spicca Antoine, ragazzo introverso e di talento, spesso in rotta con gli altri sulle questioni politiche per le sue posizioni razziste e aggressive. L’atteggiamento di Antoine si fa sempre più violento con il passare dei giorni e Olivia sembra esserne spaventata e attratta al tempo stesso, finché la situazione sfugge drammaticamente di mano a entrambi...

 

 

L'Atelier: nuove clip in italiano del thriller di Laurent Cantet


 

Dopo la tappa a Cannes, il 7 giugno debutta nei cinema d'Italia L'Atelier, il thriller del regista Laurent Cantet (La Classe).

Teodora Film ha reso disponibili due nuove clip con scene in italiano del film scritto da Laurent Cantet con Robin Campillo (120 battiti al minuto).

L'Atelier segue le vicissitudini di un’affermata autrice di gialli e insegnante in un laboratorio di scrittura alle prese giovane e talentuoso allievo il cui carattere introverso e aggressivo metterà la scrittrice in una situazione rischiosa.

 

 

L'Atelier: trailer italiano, foto e poster del film di Laurent Cantet


 

Dopo la calorosa accoglienza ricevuta a Cannes nella sezione "Un Certain Regard", il 7 giugno arriva nei cinema d'Italia, con Teodora Film, il thriller L'Atelier. A 10 anni dalla Palma d’Oro per La classe, il regista Laurent Cantet torna a raccontare i conflitti politici e generazionali di oggi.

 

Olivia Dejazet è un’affermata autrice di gialli e deve tenere un laboratorio di scrittura a La Ciotat, città del sud della Francia nota un tempo per i cantieri navali ma ormai in piena crisi economica. Tra i suoi giovani allievi spicca Antoine, ragazzo introverso e di talento, spesso in rotta con gli altri sulle questioni politiche per le sue posizioni razziste e aggressive. L’atteggiamento di Antoine si fa sempre più violento con il passare dei giorni e Olivia sembra esserne spaventata e attratta al tempo stesso, finché la situazione sfugge drammaticamente di mano a entrambi...

 

L'Atelier scritto da Laurent Cantet con Robin Campillo (120 battiti al minuto) è interpretato da Marina Foïs, Antoine Matthieu, Warda Rammach, Issam Talbi, Florian Beaujean, Mamadou Doumbia, Julien Souve, Mélissa Guilbert, Olivier Thouret e Lény Sellam.

 

 

NOTA DI REGIA

 

Il film è ambientato a La Ciotat, città che alla fine degli anni ’80 ha vissuto una grande stagione di lotte operaie dopo la chiusura dei cantieri navali. Il nostro obiettivo era testimoniare la trasformazione radicale di una società che, probabilmente a causa degli della crisi politica e economica, non ha più alcun rapporto con quel mondo del passato – un mondo che le vecchie generazioni vorrebbero che non scomparisse. Quello che dicono i giovani partecipanti al laboratorio di scrittura è che non vogliono farsi carico di quel passato, che non gli appartiene in nessun modo. Oggi infatti devono confrontarsi con una serie di problemi completamente diversi: trovare il proprio posto in un mondo che ha per loro una scarsa considerazione, la sensazione di non avere nessun controllo sulle cose e tanto meno sulle proprie vite. Ma, soprattutto, sono costretti a confrontarsi con una società violenta e lacerata da terribili questioni politiche e sociali, come l’instabilità economica, il terrorismo o l’affermazione dell’estrema destra. Il cast è composto in gran parte da giovani esordienti, selezionati grazie a dei casting aperti nei bar, nelle palestre, nei teatri, nelle scuole… Tra questi Matthieu Lucci, che interpreta Antoine, è stata davvero un’incredibile scoperta. Un giorno mi ha confessato quanto odiasse quello che faceva il suo personaggio e quanto lo facesse soffrire interpretarlo, ma sul set è sempre stato aperto ad affrontare le cose più difficili che gli chiedevo. Ha la capacità di aggredire e fronteggiare cinque o sei persone con tale convinzione che, finita una scena, doveva andare a scusarsi con chi ancora non lo conosceva spiegando che si trattava solo del suo personaggio!

 

latelier-foto-e-poster-del-film-di-laurent-cantet-6.jpg

 

 

  • shares
  • Mail