• Film

XXII Festival del Cinema Latino Americano di Trieste: i film premiati.

E’ il film “Suspiros del corazón”, dell’argentino Enrique Gabriel, il vincitore del Primo Premio come Miglior film al XXII Festival del Cinema Latino Americano di Trieste. Il premio è stato assegnato cone questa motivazione: “fantasia, immaginazione, sentimenti e grande umanità sono le caratteristiche di questo film, che attraverso il riscatto della cultura popolare narra la

E’ il film “Suspiros del corazón”, dell’argentino Enrique Gabriel, il vincitore del Primo Premio come Miglior film al XXII Festival del Cinema Latino Americano di Trieste. Il premio è stato assegnato cone questa motivazione: “fantasia, immaginazione, sentimenti e grande umanità sono le caratteristiche di questo film, che attraverso il riscatto della cultura popolare narra la vita di personaggi che sopravvivono al mondo moderno”.

Il Premio Speciale della Giuria è andato invece al messicano “Dos abrazos”, di Enrique Begné, mentre il Premio per la Regia al cileno Luis Vera, per “Fiestapatria”.
Il premio per la Miglior Sceneggiatura è stato assegnato al brasiliano Wolney Oliveira, per “El cayo de la muerte”, “per la sua narrativa dove si riflettono le ambiguità e i sogni di una generazione che aspira a la costruzione di una utopia”.
Il Premio per la Miglior Interpretazione a Paulina Urrutia, protagonista del cileno “Tendida mirando las estrellas” “per l’intensa e profonda interpretazione di una giovane donna, segnata dal destino e dalle circostanze di una società ingiusta e perversa” (una curiosità: nota ed apprezzata attrice, nei mesi scorsi Paulina Urrutia è divenuta Ministro della Cultura del Cile).

Questi alcuni dei principali premi assegnati dal Festival di Trieste, la più vasta rassegna europea di cinema e produzioni audiovisive latino americane, che ho segnalato nei giorni scorsi.

Il Festival ha anche attribuito il Premio “Salvador Allende” al grande regista cileno Miguel Littín, presente a Trieste come Presidente della Giuria, a riconoscimento del suo quarantennale impegno nel riscatto dell’identità e della storia dei popoli latinoamericani, e il “Premio Oriundi” al regista Gabriele Zucchelli, per il riscatto della memoria dell’emigrazione italiana in America Latina, realizzato con il suo documentario su Quirino Cristiani, emigrato italiano e pioniere del cinema d’animazione.

La premiazione si è svolta stasera (sabato 10 novembre, alle 20.30) al Teatro Miela, che ha ospitato la rassegna promossa dall’APCLAI (Associazione per la Promozione della Cultura Latino Americana in Italia), con il supporto di varie istituzioni italiane e latino americane.
La manifestazione proseguirà ancora domani, 11 novembre, al Teatro Miela, dalle 10.00 del mattino fino a mezzanotte, con le repliche di alcuni dei film premiati (con traduzione simultanea in cuffia) e nella sala video varie altre opere, in versione originale.

Altre informazioni sul Festival, sui premiati, e sul programma di domenica 11 sul sito web, e al cassa del Teatro Miela.