Thelma: trailer italiano, poster e foto del thriller di Joachim Trier

Thelma: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul thriller di Joachim Trier nei cinema italiani dal 21 giugno 2018.

 

Il 21 giugno arriva nelle sale italiane, con Teodora Film, il thriller d'autore Thelma, che conferma Joachim Trier (Segreti di famiglia) come uno dei maggiori registi scandinavi contemporanei

Protagonista del film è Thelma (interpretata da Eili Harboe), una timida ragazza di provincia cresciuta in una famiglia molto religiosa e appena arrivata a Oslo per frequentare l’università. Qui conosce Anja (Kaya Wilkins) e presto l’amicizia tra le due si trasforma in un sentimento più profondo: proprio allora, però, Thelma scopre di avere dei poteri inquietanti e incontrollabili, legati a un terribile segreto del suo passato...

Il cast del film è completato da Henrik Rafaelsen, Ellen Dorrit Petersen, Grethe Eltervåg, Marte Magnusdotter Solem, Anders Mossling, Vanessa Borgli, Steinar Kloumann Hallert, Ingrid Giæver, Oskar Pask e Vibeke Lundquist.

 

Il regista Joachim Trier descrive "Thelma" come un mix di cinema d’autore e cinema di genere.

Questo film è molto diverso dai miei titoli precedenti, volevo davvero fare qualcosa di nuovo. Sono cresciuto guardando i film di Bergman e Antonioni, ma anche di Brian De Palma. Inoltre, mi ha sempre colpito per le sue implicazioni esistenziali un film come La zona morta di David Cronenberg, una specie di fiaba per il modo in cui racconta qualcosa di profondamente umano all’interno di una cornice soprannaturale. Essendo un cinefilo, poi, insieme al mio amico e sceneggiatore Eskil Vogt ho visto ultimamente molti gialli italiani degli anni ’70: quello che ci ha colpito è il modo in cui questi film riescono a toccare temi universali attraverso il cinema di genere. Ci siamo così ritrovati ad affrontare alcuni argomenti con cui avevamo confidenza (il racconto di formazione in Segreti di famiglia, la malinconia della solitudine in Oslo, August 31st) confrontandoci con gli elementi di genere, che ci permettevano di lasciare più spazio all’immaginazione.

 

 

Joachim Trier elenca le molte fonti d'ispirazione per "Thelma" che spaziano dai dipinti di Munch ai romanzi di King, dai film di Hitchcock ai miti greci.

La storia di Thelma ha una qualità quasi mitica: parla di un rapporto tra padre e figlia, dell’incapacità di accettare il proprio destino. Ma anche della difficoltà di conoscere e accettare se stessi. È curioso che durante la post-produzione stavo iniziando a lavorare con lo scrittore Karl Ove Knausgård a un documentario su Edvard Munch, il celeberrimo pittore norvegese de L’Urlo. I suoi dipinti raccontano l’angoscia vissuta dagli esseri umani, ma anche la bellezza, la sensualità e la complessità della gioia nella cultura scandinava: temi che hanno un rapporto molto stretto con il passaggio all’età adulta e la comprensione di sé da parte dei più giovani. Volendo indicare anche un’altra fonte di ispirazione del film, solo apparentemente lontana, ci sono anche l’Hitchcock di Marnie e La donna che visse due volte e due romanzi di Stephen King come Carrie e Incendiaria: le loro protagoniste provano a negare il proprio destino finendo poi per doverlo affrontare, come nei miti greci.

 

thelma-poster-e-foto-del-thriller-di-joachim-trier-43.jpg

 

 

  • shares
  • Mail