Stan Lee e JK Rowling inclusi nella "Hall of Fame" della Cultura Pop

Stan Lee e JK Rowiling inseriti nella "Science Fiction and Fantasy Hall of Fame" del Museum of Pop Culture (MoPOP).

stan-lee-e-jk-rowling-inclusi-nella-science-fiction-and-fantasy-hall-of-fame.jpg

La leggenda della Marvel Stan Lee e la creatrice di Harry Potter J.K. Rowling sono stati ufficialmente inseriti nella Science Fiction and Fantasy Hall of Fame. Il Museum of Pop Culture (MoPOP) ha annunciato l'inclusione quest'anno di nuovi membri nella sua "Science Fiction e Fantasy Hall of Fame" che, oltre a Lee e Rowling, include la serie di videogiochi The Legend of Zelda e l'amata serie di Joss Whedon Buffy l'ammazzavampiri.

L'inclusione di Stan Lee è da considerarsi un tantino in ritardo vista l'enorme influenza della leggenda dei fumetti e papà di Spider-Man sulla fantascienza moderna. Durante il suo incarico alla Marvel Comics, insieme ad artisti leggendari come Steve Ditko e Jack "King" Kirby, Lee ha creato alcuni dei personaggi più popolari e longevi di sempre che sono andati ben oltre il mondo dei fumetti, diventando icone della cultura pop.

 

Stan Lee è responsabile della creazione di numerosi personaggi della Marvel Comics tra cui il citato Spider-Man, Black Panther, Hulk, Thor, Iron Man, Doctor Strange e gli X-Men. Nato Stanley Martin Lieber, Lee ha iniziato a lavorare come assistente alla "Timely Comics" quando aveva appena diciassette anni diventando in breve tempo editore e scrivendo ogni genere di fumetto dal western all'horror. Nel 1961, mentre pensava di cambiare carriera, Lee decise su consiglio di sua moglie di scrivere una storia a fumetti tutta sua. La storia, in cui quattro persone si ritrovano dotate di superpoteri dopo essere stati esposti a raggi cosmici, si intitolava I Fantastici Quattro e fu l'inzio della storia della Marvel Comics e di una pietra miliare nell'industria del fumetto.

 

Anche la scrittrice J.K. La Rowling ha avuto un innegabile impatto sulla cultura pop con la creazione di Harry Potter. I suoi sette romanzi, che hanno preso il via con Harry Potter e la pietra filosofale uscito nel Regno Unito nel 1997, hanno venduto milioni di copie e vinto diversi premi. La Warner Bros. ha poi adattato i libri della Rowling in una delle saghe cinematografiche di maggior successo di tutti i tempi. La Rowling è ora coinvolta come sceneggiatrice nella serie spin-off di film, Animali fantastici e Dove trovarli con un sequel in uscita il 15 novembre di quest'anno.

Anche "The Legend of Zelda" e "Buffy l'ammazzavampiri" sono titoli di culto che hanno inflenzato generazioni di creativi. La serie Zelda ha venduto oltre 82 milioni di copie generando alcuni dei più grandi videogiochi mai realizzati, tra cui Ocarina of Time e, più recentemente, Breath of the Wild per Switch Nintendo. Joss Whedon con le avventure teen-horror di "Buffy" ha creato, da un lungometraggio cinematografico rivelatosi un flop clamoroso, una serie di culto acclamata da pubblico e critica da cui è nato un intero universo (Buffyverse) che include romanzi, fumetti, videogiochi e uno spin-off (Angel), senza contare parodie, fan-film e l'attenzione del mondo accademico (Buffyology) che ha esplorato le questioni relative al genere e ad altre questioni filosofiche approcciate nel Buffyverse.

 

 

Fonte: Newsarama

 

 

 

  • shares
  • Mail