E' morto Richard Greenberg, il creatore dei titoli di "Alien" e "Superman"

E' scomparso a 71 anni Richard Greenberg, title designer per l'Alien di ridley Scott e il Superman di Richard Donner.

e-morto-richard-greenberg-il-creatore-dei-titoli-di-alien-e-superman.jpg

Il sito Deadline riporta che Richard Greenberg, celebre produttore di titoli di apertura e produttore di effetti visivi per classici come Alien e Superman, è morto a New York all'età di 71 anni. Greenberg ha creato titoli di apertura divenuti iconici che hanno segnato alcune tappe significative del cinema di genere.

Greenberg ha debuttato nel mondo del cinema con il pluripremiato cortometraggio Stop, corto che ha attirato l'attenzione di Pablo Ferro, title designer per diversi successi come Il Dr. Stranamore, Arancia Meccanica, Beetlejuice e Philadelphia. Nel 1977 Greenberg ha fondato con suo fratello Robert la società "R / Greenberg Associates" con cui ha curato titoli di testa ed effetti visivi di classici come Flash Gordon, Trappola di cristallo - Die Hard, Ghostbusters, Quei Bravi Ragazzi e Predator che è valso a Greenberg una nomination all'Oscar.

 

Greenberg ha personalmente creato titoli di apertura per il Superman di Richard Donner e l'Alien di Ridley Scott, è suo il logo che appare lentamente sullo sfondo dello spazio profondo nell'incipit del classico fantascientifico a tinte horror di Scott. Nel 1991 Greenberg fonda una seconda società a Los Angeles con Bruce Schluter, la "Greenberg / Schluter" con cui realizzerà titoli di apertura per i sequel di Arma letale, e altri classici come Independence Day e Matrix.

Richard Greenberg durante la sua carriera di "title designer" si è anche cimentato con la regia. Nel 1989 dirige la commedia fantasy-horror Piccoli Mostri con protagonista Fred Savage nei panni di un ragazzino di 11 anni che scopre sotto il letto del suo fratellino una porta che conduce ad un mondo sotterraneo popolato da strane creature. Greenberg negli anni '90 ha diretto anche un episodio ("The Sacrifice") della serie I racconti della cripta e nel 2003 ha co-diretto il documentario The Process che seguiva la sperimentazione di una terapia psicologica di gruppo approcciata come un gioco di ruolo.

 

 

 

Fonte: Deadline

 

 

 

  • shares
  • Mail