Lucky: trailer italiano, foto e poster dell'esordio alla regia di John Carroll Lynch

Lucky: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico di John Carroll Lynch nei cinema italiani dal 29 agosto 2018.

 

Il 29 agosto Wanted Cinema porta nelle ale italiane Lucky, esordio alla regia dell'attore John Carroll Lynch che nel cast include Harry Dean Stanton scomparso lo scorso anni e la partecipazione straordinaria del regista David Linch.

 

Lucky (Harry Dean Stanton), un novantenne ateo, ha sempre vissuto seguendo le proprie regole e infischiandosene del giudizio di coloro che vivono nella sua città ai margini del deserto. Dopo una caduta, comincia a temere la morte e la solitudine ed è spinto verso un percorso di auto-esplorazione alla ricerca di ciò che spesso è irraggiungibile: l'illuminazione.

 

Il cast del film oltre a Harry Dean Stanton, che molti ricorderanno per i suoi ruoli in Alien, 1997: fuga da New York, Il miglio verde e Paris, Texas è affiancato da Tom Skerritt che ha recitato con Stanton in Alien, Ron Livingston (Band of Brothers, Il ladro di orchidee), Ed Begley Jr. (Basta che funzioni, Six Feet Under), Beth Grant (Non è un paese per vecchi, The Artist), James Darren (I cannoni di Navarone, Star Trek: Deep Space Nine ) e Barry Shabaka Henley (Collateral, Paterson).

John Carrol Linch è noto negli Stati Uniti per il ruolo di  Steve Carey nella sit-com The Drew Carey Show. Con oltre 50 film all’attivo Linch è stato diretto da Clint Eastwood, Martin Scorsese, David Fincher, John Lee Hancock, Mark Ruffalo, Miguel Arteta, Pablo Lorrain, Mick Jackson, Karyn Kusama, Albert Brooks, Seth Macfarlane e molti altri. Nel 2014 viene scelto nel cast della quarta stagione di American Horror Story e nel 2016 interpreta due biopic: è Lindon B. Johnson in Jackie è Maurice McDonald in The Founder.

 

 

John Carrol Linch conferma che la storia di "Lucky" è stata scritta pensando a Harry Dean Stanton.

Assolutamente si, è una lettera d'amore all'attore e all'uomo. È in sostanza una biografia, la storia di Lucky è ispirato alla vita di Harry. Anche Logan Sparks è un vecchio amico di Harry e da lì è nata l'intuizione. Un esempio è la prima scena di Lucky nel film: entra al Joe's Diner e dice a Joe "Non sei niente", Joe risponde "Non sei niente" e Lucky dice "Grazie. Questo scambio di battute succedeva tutte le volte che Harry entrava da Ago a Los Angeles tra lui e il cameriere. Abbiamo tutti sentito un'immensa responsabilità nel creare questo personaggio: la storia di un uomo che improvvisamente capisce che potrebbe avere soltanto settimane o mesi di vita davanti a se e non più anni.

 

John Carrol Linch descrive la transizione che l'ha portato dalla recitazione alla regia.

Volevo dirigere da molto tempo. Sono molto grato che Drago e Logan me l’abbiano offerto dandomi tanta fiducia. Una cosa è capire la storia, ma poi devi trovare un modo per decodificarla. Si pensi a un ponte: per costruirlo devi creare uno scheletro. Questo è ciò che registi e produttori fanno in termini cinematografici. Devi organizzare i macchinari, trovare gli operatori, i designer della produzione, i costumisti ecc. per raccontare la storia. Molte di queste scelte sono state una novità per me. Organizzando il tutto ho dovuto imparare come orchestrare la troupe per creare la struttura che ha poi realizzato materialmente il film. Tutto questo è stato eccitante, difficile, doloroso e travolgente.

 

lucky-foto-e-poster-del-film-di-john-carroll-lynch-18.jpg

 

 

  • shares
  • Mail