One Cut of the Dead, lo zombie movie costato 27.000 dollari spopola in Giappone

Zombie veri che attaccano zombie 'finti'. Tutti pazzi del folle One Cut of the Dead.

one-cut-of-the-dead_cinelapsus.jpg

Diretto da Shuichiro Ueda, One Cut of the Dead è uno zombie movie giapponese da 27.000 dollari di budget che in pochi mesi è diventato un vero e proprio caso al botteghino giapponese.

Il film è infatti uscito in un'unica sala di Tokyo nel novembre scorso, e nessuno avrebbe mai scommesso in una tenuta superiore ad un paio di settimane, come avviene ogni anno con centinaia di film indipendenti gipponesi. Ma One Cut of the Dead ha sbalordito, tanto da non voler morire mai. Otto mesi dopo, il titolo di Ueda, girato con attori assolutamente sconosciuti, ha appena raggiunto le 200 sale a disposizione, ma soprattutto i 10 milioni di dollari d'incasso. Oltre 250 volte il budget speso. Venduto in Cina e Brasile, Corea del Sud, Taiwan, Hong Kong, Germania, Regno Unito e Scandinavia, il film è stato accolto da una standing ovation all'ultimo Far East Film Festival di Udine, tanto da poter sperare in una release anche per il mercato italiano.

L'umorismo poco convenzionale della pellicola, con un unico piano-sequenza iniziale di 37 minuti e colpi di scena a non finire, hanno presto tramutato One Cut of the Dead in un autentico cult-movie, sbalordendo lo stesso regista, 34 anni appena, che ha girato il tutto in appena 8 giorni.

Al centro della trama un regista che sta girando uno zombie movie in una fabbrica abbandonata. Quando dei veri morti viventi attaccano il cast, il cineasta vede la possibilità di girare il suo capolavoro...

Fonte: HollywoodReporter

  • shares
  • Mail