Nicolas Cage difende Ghost Rider: 'fosse uscito oggi avrebbe incassato di più'

Nicolas Cage torna a parlare del suo duplice Ghost Rider, a suo tempo stroncato.

Sono passati ben 11 anni dall'uscita in sala di Ghost Rider, cinecomic Sony da 125 milioni di dollari che ne incassò appena 228,738,393 in tutto il mondo. A difendere la pellicola, un tempo stroncata dalla critica, Nicolas Cage, che è tornato a parlarne via Yahoo! Entertainment.

“Sono convinto che se Ghost Rider fosse stato fatto senza rispettare il PG-13, come hanno avuto il coraggio di fare con Deadpool, avrebbe avuto un enorme successo. È difficile fare un film per famiglie quando il protagonista è uno che ha venduto l’anima al diavolo.”

Nel 2012, come dimenticarlo, uscì il sequel con la nostra Violante Placido, Ghost Rider - Spirito di vendetta, costato meno della metà (57 milioni) e in grado di incassare 132,563,930 dollari. Eppure a detta di Cage entrambi i film furono un successo.

"Detto questo, penso ancora che i film siano stati un successo. Le persone non guardano alle altre entrate, come i DVD, lo streaming e quant'altro. Quando guardi cosa hanno fatto Mark Neveldine e Brian Taylor [Spirito di vendetta] con poco più di 50 milioni, ottenendo un ritorno di $ 250 milioni, inizi a vedere la genialità del sequel. "


Altri capitoli di Ghost Rider non si vedranno, almeno non con Cage mattatore, ma sul web è già partita una petizione per vedere Nicolas nella tutina di Superman, presto di nuovo a disposizione dopo l'addio di Henry Cavill.

Fonte: IndieWire

  • shares
  • Mail