Amy Winehouse, il biopic è in lavorazione

Via alle riprese nel 2019, ovvero a 8 anni dalla morte della cantante.

Quasi otto anni dopo la sua morte, avvenuta nell'estate del 2011, Amy Winehouse tornerà a vivere sul grande schermo. La sua famiglia ha infatti firmato un accordo per la produzione di un biopic cinematografico, come rivelato da una fonte al sito TheWrap.

Alison Owen e Debra Hayward di Monumental Pictures produrranno la pellicola, mentre Geoff Deane, padre di "Kinky Boots", si occuperà della sceneggiatura e farà da produttore esecutivo. Via alle riprese nel 2019.

Parte dei proventi del film andranno a beneficio della Fondazione Amy Winehouse, che lavora per prevenire gli effetti di abuso di alcool e droghe. I rappresentanti della famiglia della cantante hanno confermato la notizia.

Da almeno 5 anni si parla di un biopic sulla Winehouse, con Lady Gaga inizialmente (e dichiaratamente) interessata al progetto. Mitch Winehouse, padre di Amy, aveva rivelato di essere stato più volte avvicinato da diversi studios per un film sulla figlia, ma non aveva mai sentito che fosse il momento giusto. Fino ad oggi.

"Ora ci sentiamo in grado di celebrare la straordinaria vita e il talento di Amy. Con Alison e Debra abbiamo trovato due fantastici produttori britannici che capiscono cosa significhi Amy per la gente".

Hayward e Owen hanno aggiunto: "Siamo orgogliosi che Mitch Winehouse ci abbia affidato la storia della straordinaria Amy, un'icona le cui canzoni hanno fatto da colonna sonora per una generazione."

  • shares
  • Mail