Un giorno all'improvviso: trailer del film con Anna Foglietta

Un giorno all'improvviso: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico di Ciro D’Emilio nei cinema italiani dal 29 novembre 2018.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Dopo la tappa a Venezia, il 29 novembre arriva nelle sale d'Italia, con No.Mad Entertainment, il dramma Un giorno all'improvviso diretto dall'esordiente Ciro D’Emilio e interpretato da Anna Foglietta e Giampiero De Concilio.

 

La trama ufficiale:

 

Antonio ha diciassette anni e un sogno: essere un calciatore in una grande squadra. Vive in una piccola cittadina di una provincia campana, una terra in cui cavarsela non è sempre così facile. A rendere ancora più complessa la situazione c’è la bellissima Miriam, una madre dolce ma fortemente problematica che lui ama più di ogni altra persona al mondo. Inoltre Carlo, il padre di Antonio, li ha abbandonati quando lui era molto piccolo e Miriam è ossessionata dall’idea di ricostruire la sua famiglia.

 

Il cast del film include anche Massimo De Matteo, Lorenzo Sarcinelli, Biagio Forestieri, Giuseppe Cirillo, Fabio De Caro, Franco Pinelli e Alessia Quaratino.

 

 

NOTE DI REGIA

 

Quando ho deciso di realizzare “Un giorno all’improvviso” volevo una storia priva di compromessi, radicale, estrema. Raccontare il tema dell’abbandono dell’adolescenza attraverso una storia d’amore tra un figlio e una madre mi ha permesso di rendere tutto più concreto, visibile, tangibile. La scelta ardua è stata quella di abolire ogni possibile punto di vista diverso da quello del protagonista, Antonio. Attraverso la messa in scena e la scelta fotografica ho voluto estremizzare questo concetto lasciando i personaggi sempre in risalto rispetto all’ambiente che li circonda. Antonio e noi di conseguenza, viviamo e crediamo a tutto quello che accade e accettiamo tutto quello che gli (ci) succede, dimenticando quasi ogni volta che da soli è dura farcela senza prendere delle sonore batoste. Perché un giorno, all’improvviso, la vita ti si rovescia contro. I film che hanno ispirato la scrittura della sceneggiatura (e che saranno un punto di riferimento per la regia del film) sono principalmente: Sweet Sixteen (2002, K. Loach), dove il sedicenne Liam sogna una famiglia unita e una vita dignitosa. Volti veri, netti e un costante viaggio nell’universo del protagonista; La Schivata (2003, A. Kechiche), che sullo sfondo di una banlieue parigina mostra la difficile storia d’amore tra due adolescenti. Recitazione spontanea e ambientazione di periferia, oltre che un utilizzo eccelso della camera coinvolta; L’Enfant (2009, J.P & L. Dardenne), dove Bruno e Sonia, giovanissimi, devono gestire un bambino appena nato. Supremo nelle ambientazioni, tanto crudele quanto realistico; Guida per riconoscere i tuoi santi (2007, D. Montiel), opera prima di Dito Montiel alle prese con i drammatici eventi autobiografici dell’estate del 1986. Grazie anche a un linguaggio visivo pieno di sporcature e a un utilizzo filologico dei dialetti, il racconto ci arriva carico di poesia e dolore. [Ciro D’Emilio]

Ciro D’Emilio ha mosso i primi passi sul set lavorando come assistente alla regia per Stefano Sollima, Francesca Comencini e Claudio Cupellini. Ha realizzato diversi cortometraggi ottenendo consensi in tutto il mondo. Il suo ultimo corto, Piove (2017), ha partecipato ad oltre 60 festival in tutto il mondo ricevendo diversi premi. "Un giorno all’improvviso", in concorso nella sezione Orizzonti alla 75ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, è il suo primo lungometraggio.

 

 

 

  • shares
  • Mail