Il cavaliere oscuro: rivelato nel dettaglio il trucco della matita del Joker di Heath Ledger

Spiegata nel dettaglio la realizzazione della scena con la "letale" matita usata dal Joker di Heath Ledger nel film "Il cavaliere oscuro".

Il cavaliere oscuro di Christopher Nolan rimane uno dei migliori cinecomic di sempre, nonostante l'avvento dei film Marvel. Sono trascorsi dieci anni da quando Heath Ledger ha interpretato il Joker sul grande schermo e oggi apprendiamo nel dettaglio come è stata realmente girata la scena del film in cui il Joker uccide uno scagnozzo della mafia con una matita.

La scena in questione si svolge durante il tentativo del Joker di convincere i boss malavitosi di Gotham che l'unico modo per riprendere il controllo della città sia unire le forze per eliminare Batman. A questo punto Joker prende una matita dalla tasca della sua giacca, la pianta in un tavolo, lasciandola dritta in piedi, e chiede se qualcuno vuole vedere un trucco magico e guardare una matita scomparire. È in questo momento che uno degli scagnozzi si avvicina minaccioso al Joker, che scatta a sorpresa prendendo la testa dello scagnozzo e sbattendola con violenza contro il tavolo, con la matita che si pianta in profondità nell'occhio dell'uomo che muore sul colpo.

In alcune nuove interviste con alcuni membri del cast e della troupe de "Il cavaliere oscuro", il trucco con la matita è stato spiegato nel dettaglio. Per chi avesse pensato ad un intervento del reparto degli effetti visivi, no, non si è trattato di un effetto in CG. Nick Davis che ha collaborato al film in veste di supervisore degli effetti visivi afferma che persino Christopher Nolan aveva inizialmente pensato che la scena avrebbe richiesto un intervento in post-produzione e l'ausilio di CG. Davis ha spiegato il perché della scelta di non usare un effetto digitale per il trucco con la matita.

Non è particolarmente difficile creare una matita in CG, piazzarla sullo schermo e in qualche modo farla scomparire, ma l'abbiamo girata in IMAX, così la si vede su un gigantesco, enorme schermo. Ove possibile abbiamo cercato di non fare inutili riprese di effetti visivi perché, digitalmente, non puoi mai veramente ricreare un'immagine IMAX.

 

Allora come ha fatto il Joker a realizzare il suo famigerato e brutale trucco "magico" senza l'ausilio di CG? Charles Jarman, l'attore e stuntman che ha interpretato lo sfortunato scagnozzo, ha rivelato che sono occorsi 22 tentativi e hanno provato diverse tavoli nel corso di due giorni. Alla fine è stato un rapido movimento dallo stuntman che ha fatto sparire la matita.

Ricordo che Christopher Nolan mi ha detto, guarda, faremo un paio di riprese in cui devi essere in grado di far sparire quella matita. Abbiamo fatto un paio di prove a metà velocità solo per ottenere l'azione della mia mano, la mano destra, che si muoveva e prendeva la matita mentre il mio corpo stava calando, e la mia testa che batteva sulla superficie vuota. E' stato un po' problematico, perché la matita era conficcata nel tavolo, se per qualche ragione non l'avessi presa con la mia mano in tempo, non avremmo questa conversazione, beh, forse tramite una tavola Ouija

Nel corso delle 22 riprese, Charles Jarman ammette di essere stato messo fuori combattimento tre volte quando Heath Ledger gli ha sbattuto la testa contro il tavolo. Jarman ha raccontato che Ledger durante le riprese, come parte del suo metodo di recitazione, è apparso sul set solo nei panni del Joker e che lasciava la scena dopo le varie riprese restando sempre nel personaggio. L'unica volta che Ledger ha abbandonato il personaggio è stato dopo che Jarman ha perso i sensi, chiedendo allo stuntman "Stai bene? Stai bene?". A quanto pare  il trucco con la matita è stato tutto reale, con l'aggiunta naturalmente di un pizzico di magia di  stuntman.

 

 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

 

Fonte: Vulture

 

 

 

  • shares
  • Mail