Box Office Italia, boom Ralph Spacca Internet e Aquaman

Delude al debutto Suspiria, mentre Bohemian Rhapsody non si ferma più.

La prima settimana dell’anno, da tempo oramai, è la più ricca di tutte. Anche il 2019 non si è smentito, regalando una piaggia di euro ad esercenti e distribuzioni. Ralph Spacca Internet, uscito il 1° gennaio in 677 sale, ne ha subito approfittato, incassando la bellezza di 6.781.988 euro in 6 giorni, 4 dei quali nel weekend. Sconfitto di un niente Aquaman, uscito però in meno sale (540), che ha rastrellato 6.237.840 euro in 6 giorni, 3.706.059 dei quali nel fine settimana. Miglior media per Momoa (6.863 euro contro i 5.909 di Ralph) ma risultato trionfale per entrambi.

Benissimo anche La Befana vien di Notte, vera regina italica delle Feste. Con altri 1.947.483 euro in cassa, il titolo LuckyRed ha raggiunto i 6.803.633 euro totali, tallonando Boldi e De Sica a quota 8 con Amici come Prima. Decisamente più dietro i Moschettieri del Re di Veronesi, con 4.276.706 euro incassati dal 27 dicembre ad oggi. Chi continua ad incassare, ad oltre un mese dall’uscita è in sala, è Bohemian Rhapsody. Altri 1.249.419 euro per il film di Bryan Singer, trionfatore nella notte ai Golden Globe e arrivato ai 23.351.240 euro totali. A questo punto la soglia dei 25 milioni, a dir poco rara nel Bel Paese, è davvero alla portata. Altro successo LuckyRed (senza dimenticare gli 813.535 euro di Cold War) con Van Gogh, riuscito a debuttare con 1.242.241 euro e 179.936 spettatori paganti in 4 giorni appena, battendo nettamente Vice, fermo ai 645.389 euro, e Suspiria, incapace di andare oltre i 671.549 euro in 6 giorni di programmazione. Il Ritorno di Mary Poppins, infine, ha raggiunto gli 11.605.718 euro.

Weekend affollato anche il prossimo grazie alle uscite di Non ci resta che il Crimine e Attenti al Gorilla, Benvenuti a Marwen, Una notte di 12 anni e City of Lies.