Bumblebee, debutto da 59 milioni di dollari in Cina

Lo spin-off dei Transformers vola all'esordio cinese.

Acclamato dalla critica ma negli USA fermo ai 97 milioni di incasso dopo esserne costati 130, Bumblebee, spin-off dei Transformers, ha sbancato il box office cinese al debutto.

58,8 milioni all'esordio per la pellicola di Travis Knight, con 6,1 milioni di dollari in arrivo dai 584 schermi Imax. Una partenza prevedibile, visto l'amore dei cinesi nei confronti dei robottoni Hasbro. Ad oggi i 5 capitoli della saga avevano incassato oltre 875 milioni di dollari.

Prequel anni '80 trainato da Hailee Steinfeld, Bumblebee ha fino ad oggi incassato 290 milioni worldwide. Siamo lontanissimi dai successi dai successi di pubblico dei 5 capitoli firmati Michael Bay, ma appare evidente come Knight sia riuscito a rilanciare con capacità un franchise che si pensava morto, anche dal punto di vista semplicemente narrativo.

Difficilmente Bumblebee potrà ripetere l'exploit cinese di Aquaman, arrivato ai 283 milioni di dollari, ma il muro dei 100 milioni dovrebbe cadere. Chi si appresta a completare la propria corsa cinese è Spider-Man: Into the Spider-Verse, diventato il miglior incasso d'animazione hollywoodiana del 2018 con 59,2 milioni di dollari. Flop cocente, invece, per Creed II, debuttante con meno di 2 milioni di dollari. Ma qui, in Cina, non si era visto neanche il primo capitolo.

  • shares
  • Mail