Cloverfield nella storia del botteghino Usa, mentre in Italia American Gangster non riesce a battere Io sono Leggenda

E’ stato il trionfo del Viral Marketing. Cloverfield, come previsto, ha letteralmente sbancato il boxoffice americano, entrando nella storia. Mai nessuna pellicola nel mese di gennaio era riuscita ad incassare la bellezza di 41 milioni di dollari in un solo weekend, risultato indovinato dal 16% di voi al Fantaboxoffice, con una media per sala di



E’ stato il trionfo del Viral Marketing. Cloverfield, come previsto, ha letteralmente sbancato il boxoffice americano, entrando nella storia.
Mai nessuna pellicola nel mese di gennaio era riuscita ad incassare la bellezza di 41 milioni di dollari in un solo weekend, risultato indovinato dal 16% di voi al Fantaboxoffice, con una media per sala di 12,000 dollari.
Ampliamente coperto il budget di partenza, 30 milioni di dollari, per un successo annunciato che fa già gridare ai produttori la parola “sequel”.

Seconda ottima piazza per 27 Dresses, con la ‘molto incinta’ Heigl come protagonista. 22 milioni di dollari sono un buonissimo risultato, con una media per sala superiore ai 7000 $, e la possibilità di superare quota 50 fattibilissima. Scende al terzo, ma tenendo benissimo, Non è mai troppo tardi, arrivato zitto zitto a 43 milioni di dollari, mentre Juno al 4° mette in cascina altri 10 milioni, arrivando agli 85 totali.

Solo 7°, e deludente, Mad Money, con poco meno di 8 milioni di dollari, mentre salgono Il Petroliere, proiettato ancora in appena 389 sale, arrivato agli 8 milioni di dollari, e Espiazione, arrivato ai 32 milioni. Prossimo weekend nuovamente fortissimo, con l’attesissimo Rambo, 3ciento, How She Move e Untraceable a contendere lo scettro a Cloverfield. E in Italia? Cliccate su continua per sapere cosa è successo…



Qui da noi American Ganster si comporta benissimo ma non riesce a guardare tutti dall’alto, come indovinato dal 50% di voi al Fantaboxoffice. Il nuovo capolavoro firmato Ridley Scott si porta a casa quasi 3 milioni di euro al suo primo weekend di programmazione, confermando il successo ottenuto in tutto il mondo anche qui in Italia.
Di un niente davanti a Scott resiste incredibilmente Will Smith, con Io sono Leggenda. Il film, dopo il boom dello scorso weekend, vede ovviamente calare gli incassi, anche in modo vistoso, ma riesce comunque a superare i 10 milioni di euro, portando a casa 2.942.993 euro contro i 2.878.445 euro di American Gangster. Facile che a fine corsa possa toccare quota 15.

Terza piazza per L’allenatore nel Pallone 2. Il sequel targato Oronzo Canà clamorosamente si mantiene su un’ottima media per sala, superando i 6 milioni di euro d’incasso. In 10 giorni è praticamente rientrato dei costi di produzione e distribuzione. Da questo successo prepariamoci ad un altro sequel con Banfi protagonista…

Buono l’esordio in sala per Alvin Superstar. Il film, sbanca botteghino in Usa, si è comportato molto bene anche in Italia, con 1 milione e 300,000 euro, seguito a ruota dalla nostra cara Comencini, che sta superando ogni più rosea aspettativa con il suo Bianco e Nero. Il film ha superato i 3 milioni di euro e ormai intravede i 5.

Da segnalare infine le splendide performance dell’ottimo Cous Cous, arrivato con una manciata di sale a disposizione a 713.117 euro, e lo splendido Caramel, che ha toccato il milione di euro. Prossimo weekend da ingorgo cinematografico, con una marea di film pronti a scannarsi in sala. Da Alien vs. Predator 2 a Scusa se ti chiamo Amore, passando per Non è mai troppo tardi, Mr.Magorium, la Famiglia Savage e quello che è il film dell’anno… Into The Wild. Volete un consiglio spassionato? Cominciate pure a mettere le tende fuori dalle multisale…

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →