Oscar 2019, storico record per Alfonso Cauron con Roma - eguagliati Orson Welles e Warren Beatty

Il regista messicano eguaglia un clamoroso record Academy.

Nomination agli Oscar da record, quelle appena annunciate. Alfonso Cuaron, già Leone d'Oro all'ultima Mostra del Cinema di Venezia e premio Oscar come miglior regista e come miglior montatore con Gravity, ha infatti riscritto la Storia dell'Academy.

Il regista messicano si è portato a casa 4 nomination con un unico film, Roma, eguagliando il record precedentemente raggiunto da Orson Welles e Warren Beatty.

Miglior regista, miglio sceneggiatore, miglior direttore della fotografia e miglior produttore. Cuaron avrebbe potuto staccare i due colleghi se Roma fosse stato candidato anche per il miglior montaggio, sempre suo, ma la pellicola Netflix non ce l'ha fatta, fermandosi a 10 nomination complessive.

Welles ottenne quattro nomination agli Oscar del 1942, come miglior attore, regista, sceneggiatore e produttore di Quarto Potere, capolavoro premiato 'solo' per la migliore sceneggiatura originale. Beatty, invece, è riuscito nell'impresa per ben due volte. Nel 1979 con Il paradiso può attendere (produttore, regia, sceneggiatura non originale e attore) e nel 1981 con Reds (regia, attore, sceneggiatura, produttore), vincendo l'agognata statuetta per la regia.

Tra i pluri candidati degli Oscar 2019 anche Bradley Cooper, nominato come miglior attore, sceneggiatore (non originale) e produttore di A Star is Born.

  • shares
  • Mail